L’ex capitano,Mauro Icardi abbandona Milano

Il calciatore argentino classe’93 si è trasferito al PSG con la formula del prestito con diritto di riscatto, con una operazione complessiva da circa 70 milioni di euro.

Mauro Icardi alla fine è passato al PSG con la formula del prestito con diritto di riscatto, con una operazione complessiva da circa 70 milioni di euro. Una lunga ed estenuante azione di mercato che  ha avuto il finale a sorpresa. E’ stato di fatto  l’astuzia ed esperienza di Beppe Marotta, che ha ceduto il Icardi, che ormai considerava una “insopportabile presenza”, non ad una diretta concorrente in Serie A. Un’operazione condotta ed ultimata nelle ultime ore di ieri.

Icardi all’Inter guadagnava 3,5 milioni di euro netti più un milioni di diritti di immagine più bonus.FC Internazionale Milano comunica la cessione di Mauro Icardi al Paris Saint-Germain. L’attaccante argentino si trasferisce al club francese a titolo temporaneo annuale con diritto di trasformazione della cessione in definitiva.Contestualmente il giocatore ha raggiunto un accordo con FC Internazionale Milano per il prolungamento del contratto fino al 30 giugno 2022.

Dopo la firma Icardi ha parlato ai microfoni del sito ufficiale del club, dicendo le prime  dichiarazioni  da attaccante parigino:

Vorrei ringraziare il Paris Saint-Germain per la fiducia che ha mostrato nei miei confronti. Darò tutto per aiutare la mia nuova squadra ad arrivare il più lontano possibile in tutte le competizioni. Il PSG è diventato una potenza mondiale, acquistando alcuni dei migliori giocatori negli ultimi anni. Le ambizioni del club sono alte e sono convinto che abbiamo le carte in regola per arrivare lontano. Non vedo l’ora di scendere in campo al Parc des Princes, uno stadio famoso per la sua bellezza e la sua passione“.

 

Lasciano pensierose, però, le condizioni con cui il calciatore si trasferisce all’ombra della Tour Eiffel, dal momento che il calciatore non ha mai tenuto la possibilità   l’opzione di trasferirsi   al Napoli, con Aurelio De Laurentiis che, in caso di apertura concreta alla pista azzurra, sarebbe stato disposto ad alzare anche l’asticella della sua offerta al calciatore. Mai realmente aperta, invece, la trattativa tra Inter e Juventus per l’ex Sampdoria, con Marotta che piuttosto che trattare con Paratici davvero lo avrebbe tenuto ad Appiano Gentile.

Sembra che finalmente Icardi ce lo siamo levati dalle balle. Noi interisti siamo abituati alle grandi partenze, di Lukaku sapevamo che è un grande attaccante“, le parole rilasciate da Mario Boni,ex cestista.
Risultati immagini per icardi psg
Annunci

Napoli,Insigne parla del Big-Match con la Juventus

Lorenzo Insigne,capitano dei partonopei  ha  rilasciato alcune parole a Sky Sport in vista del big match con la Juventus allo Stadium:

“La partita con la Juventus è molto sentita, speriamo di fare una grande gara e di uscire dallo Stadium con un risultato positivo. La stiamo preparando come tutti gli altri anni e come tutte le altre gare. Dobbiamo limare i dettagli della sfida con la Fiorentina e dare il massimo.Spero per lui che sia in campo, poi noi pensiamo solamente a giocare. Mi auguro di vederlo sul terreno di gioco. Lozano ha qualità, ha fatto benissimo al PSV e in Nazionale. Mi auguro che ci dia una mano fin da subito”.

Risultati immagini per insigne

Biraghi – Dalbert telenovela finita,in entrata anche il cileno Sanchez

Cristiano Biraghi è arrivato a Milano, ha scelto il numero di maglia il 34,ma c’è dell’altro. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, infatti, l’esterno  ex Fiorentina arriva all’Inter in prestito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni, ma pagabili in tre anni:

Penso di essere tornato all’Inter nel momento giusto, quello in cui ho raggiunto la mia maturità, calcistica ed extra-calcistica. Credo di avere raggiunto un livello adatto a mettermi a disposizione di questo grande club, di questa grande squadra. Ora devo dimostrare di poterci rimanere, ma sono pronto”.

“Vengo da una famiglia di interisti, mi hanno tramandato questa fede calcistica e il mio sogno da piccolo era giocare con la maglia dell’Inter. Sono riuscito a esordire 9 anni fa, ma non ero il giocatore che sono adesso. Non ero pronto per poter stare a quei livelli“.

Ho trovato un ambiente serio, che ha un obiettivo veramente importante: tutti lavorano per riportare l’Inter dove merita di stare. Ho visto una società e un gruppo che vogliono vincere trofei. Cercherò di entrare subito nei meccanismi della squadra. Ho visto la partita con il Lecce e si è vista l’intensità di gioco. Quando si lavora bene e con intensità, in campo si vede. I nuovi arrivati sono giocatori di livello internazionale, che hanno fatto bene in più campionati e anche in Nazionale. Possono alzare il livello della squadra, e quando si alza la qualità, si alzano anche il livello degli allenamenti. E così, poi, la domenica, tutto diventa più facile“.

Biraghi nella sala trofei dell'Inter

 

Per Alexis  Sanchez, Marotta ha completato con il Manchester United per un prestito secco: di eventuali diritti di riscatto per il cileno si discuterà più avanti. I Red Devils dovrebbero anche pagare parte del sontuoso ingaggio del classe’88, che si è comunque tagliato lo stipendio: 5 milioni saranno a carico dell’Inter e 7 pagati dagli inglesi. Sanchez va a coprire  un reparto a cui si sentiva l’assenza  un giocatore con le sue caratteristiche (capace di saltare l’uomo).

 

Il cileno  è  esploso al grande calcio nell’Udinese di Francesco Guidolin, con cui ha giocato dal 2008 al 2011. Dal Friuli il grande balzato  nel Barcellona di  Guardiola, un’avventura che dura tre anni. I trofei sono parecchi (anche una Liga e un Mondiale per club), però Alexis non riesce ad incidere  in maglia blaugrana. Nel 2014 lo acquista l’Arsenal, con cui segna 60 gol in 122 partite sotto la guida di Wenger. L’ultima stagione la gioca nel Manchester United, ma, anche per una serie di problemi fisici, è un’annata negativa.

Risultati immagini per sanchez inter

Agente Buffon,può giocare altri tre anni?

Silvano Martina, agente di Gigi Buffon ,  parla  del suo futuro pur non sbilanciandosi: “Non è una questione di quale figura ricoprirà. Oggi un atleta come Gigi, che farà 42 anni a gennaio, si pone l’obiettivo di far bene. Da quanto ne so, in allenamento para sempre tutto. Alle spalle di Szczesny? E’ un percorso naturale, tra otto anni ne compirà 50! Bisogna farsi questa domanda: ma a questa età, che fenomeno è ancora Gianluigi Buffon? A Parigi era più forte dell’altro portiere, ma giustamente spazio ai giovani. Sono diventati molto amici e per salvaguardare il matrimonio hanno poi gestito al meglio l’intera stagione. Record? Se dovesse arrivare il record di presenze va bene, altrimenti non cambia una virgola della storia di Buffon. Chiaramente vincere la Champions sarebbe al primo posto, ma non la vive come una ossessione. Ha sempre partecipato per portare a casa il trofeo ma non è detto che ci riesci, l’han vinta estremi difensori meno forti di lui. E, aggiungo, non è che vincerla cambia il valore del giocatore. Futuro da dirigente? Non è mai stato affrontato il discorso, questa è la verità. Quando ho parlato con la Juventus, abbiamo discusso solo di questa eventualità senza mai nominare il futuro. Anche perché questo è un mondo in continuo cambiamento, magari potrebbe giocare ancora tre anni”.

Risultati immagini per buffon  77

Biraghi Inter ci siamo?

Domani dovrebbe perfezionarsi lo scambio Biraghi-Dalbert  fra Fiorentina-Inter.

Il 25enne esterno sinistro brasiliano ormai deciso a dire sì alla Viola  , e allora Antonio Conte potrà completare anche il discorso fascia sinistra con la coppia Asamoah-Biraghi a dare manforte  e tanti cross all’ordine interista. Cresciuto nel settore giovanile nerazzurro (solo 2 presenze in prima squadra, tutte in Champions), Biraghi torna di fatto a casa con un curriculum pesantissimo: 146 presenze e 3 gol in A; 5 presenze e un gol in Nazionale.

Risultati immagini per dalbert biraghi

Serie A il punto televisivo delle prime due giornate di campionato

Immagine correlata

 

Attraverso il proprio sito, la Lega Serie A ha pubblicato  gli anticipi e posticipi della prima e della seconda giornata della Serie A 2019/20: di conseguenza, è arrivata anche la divisione per quanto riguarda la copertura televisiva, per il secondo anno consecutivo non più in esclusiva ma in compartecipazione a due soggetti: la tv satellitare, Sky e la piattaforma web DAZN. Ai primi vanno sette incontri per ogni turno di Serie A, mentre ai secondi i rimanenti tre. Di seguito la suddivisione pubblicata dal sito ufficiale della Lega.

Prima giornata

24/08/2019 Sabato 18.00 Parma-Juventus SKY
24/08/2019 Sabato 20.45 Fiorentina-Napoli SKY
25/08/2019 Domenica 18.00 Udinese-Milan SKY
25/08/2019 Domenica 20.45 Cagliari-Brescia SKY
25/08/2019 Domenica 20.45 Hellas Verona-Bologna DAZN
25/08/2019 Domenica 20.45 Roma-Genoa DAZN
25/08/2019 Domenica 20.45 Sampdoria-Lazio SKY
25/08/2019 Domenica 20.45 SPAL-Atalanta SKY
25/08/2019 Domenica 20.45 Torino-Sassuolo SKY
26/08/2019 Lunedì 20.45 Inter-Lecce DAZN

Seconda giornata

30/08/2019 Venerdì 20.45 Bologna-SPAL SKY
31/08/2019 Sabato 18.00 Milan-Brescia DAZN
31/08/2019 Sabato 20.45 Juventus-Napoli SKY
01/09/2019 Domenica 18.00 Lazio-Roma SKY
01/09/2019 Domenica 20.45 Atalanta-Torino DAZN
01/09/2019 Domenica 20.45 Cagliari-Inter SKY
01/09/2019 Domenica 20.45 Genoa-Fiorentina SKY
01/09/2019 Domenica 20.45 Lecce-Hellas Verona SKY
01/09/2019 Domenica 20.45 Sassuolo-Sampdoria SKY
01/09/2019 Domenica 20.45 Udinese-Parma DAZN

Immagine correlata

Perisic vicinissimo al Bayern Monaco

La trattativa consiste di un prestito di 5 milioni di euro e riscatto fissato a 25, così Ivan  Perisic è arrivato a Monaco dopo le pressanti richieste dell’allenatore Kovac per averlo come rimpiazzo  dei precedenti  leggendari centrocampisti Ribery e Robben. l’Inter risparmierà 10 milioni di euro all’anno con la cessione di Ivan Perisic. Già sono state effettuate le visite mediche e la prima visita al quartier generale della squadra monegasca.
Con questa cessione, anche se in forma di prestito, l’Inter di Conte sta ridisegnando la squadra per la stagione in via di partenza.

Lothar Matthaus, bandiera di Inter e Bayern Monaco, ai microfoni di Sky Sport Deutschald ha parlato del trasferimento di Ivan Perisic dai nerazzurri ai tedeschi:

“Credo che l’arrivo in Germania di Perisic sia molto, molto buono. Conosce la Bundesliga, parla tedesco e ha un ottimo rapporto di fiducia con l’allenatore Niko Kovac, che ha conosciuto quando allenava la Croazia. Perisic è forte nel dribbling, bravo in fase di finalizzazione e rafforzerà la squadra. Il rapporto qualità-prezzo è al top. L’unico piccolo inconveniente è che non porta con sé la velocità che caratterizza Kingsley Coman o Leroy Sane per superare regolarmente un avversario in uno contro uno. Naturalmente questo è dovuto anche all’età. Eppure è e rimane un grande trasferimento”.

Risultati immagini per perisic