CALCIO GIOVANILE A PONTINIA

MEMORIAL RICCARDO CAPORUSCIO, VENERDI’ ALLE 20.30 LA PRESENTAZIONE IN COMUNE

ALLA CERIMONIA SEGUIRANNO I SORTEGGI PER IL TORNEO JUNIORES. LA RASSEGNA DEI PULCINI IL 31 MAGGIO, GIORNO DELLA FINALE. OSPITE D’ONORE IN AULA CONSILIARE RUBEN OLIVERA

E’ ormai ai nastri di partenza la dodicesima edizione del “Memorial Riccardo Caporuscio”, rassegna di calcio giovanile programmata al Comunale “Riccardo Caporuscio” di Pontinia dal 21 al 31 maggio. Il comitato organizzatore, composto da familiari e amici del compianto calciatore scomparso prematuramente, ha organizzato per venerdì 27 aprile alle 20.30 una cerimonia di presentazione dell’evento, che culminerà con il sorteggio per gli abbinamenti nei quarti di finale. Al torneo federale di calcio a 11, categoria Juniores, parteciperanno otto società: il Pontinia, club ospitante e organizzatore, per il quale Riccardo indossò l’indimenticabile maglia numero 7, l’Aurora Vodice Sabaudia, lo Sporting Vodice, il San Michele e Donato, il Faiti 2004, l’Hermada, l’Asd Sonnino ed il Terracina Calcio. La kermesse, fatta eccezione per due fuoriquota del ’99, sarà riservata agli Juniores “in prospettiva”, i nati nel 2000 e nel 2001, per consentire ai numerosi osservatori e addetti ai lavori di visionare ragazzi da lanciare come “Under” nella prossima stagione. La dodicesima edizione prevede incontri in notturna, che si svolgeranno seguendo la formula del tabellone tennistico, ad eliminazione diretta dai quarti alla finale. Abbinato al Memorial ci sarà poi il “Torneo Pulcini Riccardo Caporuscio”, un quadrangolare riservato ai nati nel 2007: il 31 maggio, a partire dalle 15, Pontinia, Antonio Palluzzi, Faiti 2004 e Samagor si sfideranno in una serie di incontri 7 contro 7. Tutto questo e tanto altro ancora sarà trattato venerdì sera nella cerimonia di presentazione in aula consiliare, alla presenza dei responsabili delle società invitate e alla presenza di un ospite d’onore: Ruben Olivera, il centrocampista ex Juventus e Fiorentina tuttora protagonista nelle file del Latina Calcio 1932.

Annunci

Il Napoli batte batte la Juventus e riapre il campionato

Il Napoli batte la Juve con un gol di Koulibaly al 90′ e riapre la corsa scudetto portandosi a -1 dai bianconeri quando mancano quattro giornate al termine. La formazione di Allegri cade allo scadere su un’incornata del difensore senegalese sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Napoli fa la partita e raccoglie tre punti che rendono ancora più avvincente questo finale di stagione sfatando anche il tabù dello Stadium dove i partenopei non avevano mai vinto. (Fonte Ansa)

Tra Fondi e Catanzaro un pari nel nulla. Pontini nulli. Anzi troppo scarsi

di Basilio Gaburin |22.4.2018|18.49

Finisce con il risultato di uno a uno l’incontro di calcio che al Purificato di Fondi vedeva la Racing contrapposto al Catanzaro. Durante il primo tempo i calabresi avevano mostrato tutto il divario di valori tecnici che esiste con il Fondi. I padroni di casa, evanescenti come non mai o forse più del solito, non sono mai riusciti a tirare in porta. Di contro i giallorossi avevano condotto la gara, creando numerose azioni da gol, riuscendo a passare al 22′ con Spighi ben servito in area da un cross di Zanini. Successivamente ancora tantissime le occasioni per raddoppiare, ma solo l’imprecisione degli attaccanti schierati da Mister Pancaro e la bravura di Elezaj, avevano impedito al Catanzaro di andare al riposo con un cospicuo vantaggio.

La ripresa inizia ed e’ subito chiaro che qualcosa non funziona piu’. Il Catanzaro non c’e’, e’ rimasto negli spogliatoi. Il Fondi giochicchia e non riesce a rendersi pericoloso, e’ una squadra troppo scarsa.

Si continua con il nulla, i ritmi scendono, ed il Fondi benficia di una punizione da circa 35 metri. Addessi (55′) va alla battuta ed indovina il gol della Domenica. Palla sotto l’incrocio che batte sul palo interno prima di entrare in rete. Marcantognini vola ma non puo’ nulla. La frittata e’ fatta! Il Catanzaro meritava di vincere la partita, ma il Fondi senza rubare nulla ha siglato il gol del pareggio. Poco male basterebbe riprendere a giocare per fare molto male a questo Fondi. Invece i mestieranti di terza serie pensano alla partita delle partite tra Pagani e Fondi per conquistare la permanenza in categoria. Il resto non conta niente. Cosi praticamente non si gioca piu’. I nostri “eroi” (sia da una parte che dall’altra) ci regalano uno stucchevole possesso di palla per 35 minuti. Unico a non arrendersi sembra Infantino, che sgomita e lotta senza mai arrendersi, ma i compagni preferiscono non servirlo, non sia mai che si metta davvero a giocare a calcio!

Lati oscuri, l’eterna lotta tra il bene e il male secondo Daniele Santamaria Maurizio

Il nuovo film del regista pontino interpretato da Valentina Ghetti, prodotto da Manuel Kerry e Human Value Film Production con la Cooproduzione di Daniela Deserti. La sceneggiatura è affidata a Marco Testa in uno scenario incantevole qual è quello di Bassiano

Risultati immagini per Gerda Wegener, Les delassements d’ Eros, 1925

C’è un metodo empirico che permetta scientemente di concepire il bene e il male e di discernere tra l’uno e l’altro? C’è qualcuno che può arrogarsi il diritto di giudicare chi ha ragione e chi ha torto e cos’è una ”cosa” giusta rispetto ad una sbagliata? Domande vecchie quanto il mondo che è fatto di bene e di male, di ragione e di torto, di giusto e sbagliato. Nella filosofia moderna, il male è inteso come imperfezione, come impurità, come pecca, come  contrapposizione alla normale coscienza morale del mondo. Ma l’uomo, secondo molti studiosi, è “cattivo per natura” mentre il bene è lo scopo ultimo a cui tende l’essere vivente che, per altro, è sempre di difficile realizzazione. La domanda, allora, dev’essere questa: nella sottilissima linea che divide il bene dal male, dove finisce uno e dove inizia l’altro in considerazione del fatto che il male è da sempre contemplato quale “inclinazione naturale e innata dell’essere umano”?

Lati oscuri”, cortometraggio noire nato dalla mente istrionica e geniale del regista Daniele Santamaria Maurizio e dall’intuitiva produzione esecutiva della Human Value Film Production di Manuel Kerry, pone questa domanda ad ogni singolo spettatore del film e ne esige una pronta e decisa risposta. Il film, in concreto, è un confronto tra  il bene e il male, tra le cose giuste e quelle sbagliate. La prima è l’emblema della tranquillità dell’essere e della sua libertà. La seconda è un nascondersi continuo e sempre più profondo. La prima è la strada indicata da Dio con i suoi colori caldi, l’altra é quella segnata dal Diavolo con i colori  freddi e oscuri della tentazione di Satana. Nel mezzo le paure e le crisi esistenziali dell’individuo. Appunto: il lato oscuro.  E’ una storia vera o forse no. E’ una storia comune a chissà quanti. E chissà quanti di noi, vedendo le vicende di Oriana interpretata da Valentina Ghetti  si riconoscerà il quella normalissima insegnante e aspirante sindaco.  Un film che non vi deluderà, che vi terrà incollati alla poltona, che vi farà sussultare, che vi farà riflettere. Dov’è il bene, cos’è il male? Qual è il lato oscuro di ognuno di noi?

Abbiamo già detto di Daniele Santamaria Maurizio, non certamente nuovo a queste performanti lavorazioni. Oltre alla produzione esecutiva di Manuel Kerry  e della Human Value Production, il film è cooprodotto da Daniela Deserti, mentre la la sceneggiatura è affidata all’esperienza di Marco Testi. La protagonista principale che interpreta Oriana è Valentina Ghetti che non ha bisogno certamente di presentazioni particolari visto che ha lavorato con mostri sacri della televisione e del teatro. Di grande spessore la sua interpretazione nel ruolo di Rosetta Riccadonna in  ”Cesare Mori, il Prefetto di ferro” e ”Classe Z” dove interpreta la professoressa Bonelli. A teatro l’abbiamo potuta ammirare con ”Le dissolute assolte, ovvero le donne del Don Giovanni e ”La Gabbia di carne entrambi diretti da Luca Gaeta; ”Darkness” di Roberto D’Alessandro; ”Nemiche mie, come tutto ebbe inizio di Francesco Bellomo. Un cast d’eccezione per un film d’eccezione le cui riprese inizieranno il 7 maggio e finiranno il 12 maggio nella meravigliosa location di Bassiano, in provincia di Latina.

Risultati immagini per valentina ghetti attrice

 

 

L’Altletico cambia Presidente

L’Altletico cambia Presidente

Attraverso uno scarno comunicato apparso sul proprio sito, la ASD ”SFF Atletico” porta a conoscenza che durante l’ultima Assemblea Societaria è stato deciso di nominare Presidente il Sig. Dario Barnabei, il quale resterà temporaneamente in carica fino alla prossima assemblea che si svolgerà il 30 giugno 2018. Nell’ultima di campionato, la compagine di Scudieri si è sorprendentemente arresa in Sardegna al Sassari Calcio Latte Dolce. La formazione di casa si porta in vantaggio al 20´pt con la rete di Usai. L´Atletico ha poi l´occasione per pareggiare il risultato con un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara ma Nanni sbaglia dal dischetto. Nel finale del secondo tempo il Sassari raddoppia con Scanu, mentre un minuto più tardi lo SFF Atletico accorcia le distanze con il neo entrato Tortolano.

Domenica prossima lo SFF Atletico disputerà al “Paglialunga” di Fregene il match contro l´Albalonga in uno scontro tra la seconda e la terza in classifica. Nell’altro incontro di cartello, Trastevere e Latina si contenderanno il quarto posto mentre il Rieti viaggerà alla volta di Budoni per riprendere la sua corsa trionfale dopo l’inattesa sconfitta casalinga con il Monterosi. 
di Redazione | 19.4.2018 | 10.46

Scopri la soluzione BIOIMIS per te Telefona al 3491263086

 

Trastevere: ecco il nuovo trainer

Trastevere: ecco il nuovo trainer

amazon_it_default_120x600 Perpendicolare“Il Trastevere Calcio comunica di aver affidato la guida tecnica della prima squadra a Mauro Mazza. Il 41enne allenatore che ha portato alla vittoria del campionato la Juniores Nazionale amaranto per il terzo anno consecutivo è alla sua quinta stagione consecutiva con il Trastevere dopo aver chiuso la sua carriera da calciatore in Promozione ed aver guidato per 4 anni la Juniores. In passato, da calciatore, ha vestito le maglie di Lodigiani, Ancona e Virtus Lanciano in Serie C. Il tecnico ha diretto oggi pomeriggio al Trastevere Stadium la sua prima seduta di allenamento con la prima squadra e farà il suo debutto domenica in casa alle ore 15 nella sfida contro il Latina”. Così si legge sul sito dell’ASD Trastevere che in tal senso trova una soluzione interna e verosimilmente temporanea per la panchina amaranto. 

Immagine correlata

Palazzo: ”Stiamo lavorando per raggiungere il terzo posto”

Palazzo: ”Stiamo lavorando per raggiungere il terzo posto”

https://www.amazon.it/?tag=latinasport61-21&linkCode=ur1

 

Risultati immagini per loris palazzo latina

Loris Palazzo di professione bomber. Oggi tocca a lui rispondere alle domande della platea dei giornalisti nella conferenza stampa di metà settimana indetta dal Latina Calcio 1932.

La sua presenza in campo si vede e si sente perché parte integrante della compagine nerazzurra benché arrivato durante il mercato di gennaio, quello che una volta si chiamava di ”riparazione”.

E’ a secco da parecchio tempo ma l’attaccante pugliese dà sempre il suo apporto in campo ed esce ogni qualvolta stravolto e madido di sudore. Sul piano dell’impegno a Loris non gli si può dire davvero nulla. Sono arrivato senza giocare da parecchio, adesso con il lavoro del prof sono migliorato. Mentalmente per un attaccante è importante fare gol, ma allo stesso tempo dico che non ci penso. Vediamo domenica prossima.”

Il pensiero corre al palo che gli ha negato la gioia del gol durante la partita con l’Anzio: ”Il palo è soltanto un episodio all’interno di una partita nella quale contava solo portare a casa i tre punti. Forse rispecchia il momento, per guardo sempre il lato positivo delle situazioni. Come dice sempre il direttore, basta trovarcisi in quelle situazioni. Il dramma sarebbe non arrivarci e non avere la possibilità di fare gol. Fin quando ci saranno opportunità e mi trovassi a non farli, lavorerò per questo. Adesso sono contento del lavoro fatto, magari mancherà qualche gol ma penso prima al collettivo.” Frasi di circostanza? Può anche darsi. Ma l’impressione è quella di trovarsi a cospetto di un ragazzo umile che ha sempre masticato calcio, quindi consapevole di ciò che dice. Si pensi ad esempio a quello che sostiene a riguardo del prossimo avversario: ”Ci stiamo preparando come tutte le altre partite perché abbiamo un obiettivo bello nitido. Qualsiasi squadra affronteremo, cercheremo di trarre il massimo. Ultimamente abbiamo affrontato tre partite in dieci giorni contro seconda, terza e quinta rispondendo benissimo. Forse ci siamo un po’ cullati, siamo andati in Sardegna e abbiamo preso una batosta. Comunque anche lì abbiamo avuto l’opportunità per sbloccarla, anche se nel calcio i se e i ma lasciano il tempo che trovano.

Prossimo avversario il Trastevere: ”È pari a noi in classifica e ha dichiarato che vorrebbe fare i play-off. Contro il Latina tutti mettono il doppio delle loro forze. Sarà una bella partita.

A proposito di playoff… ”Guardare classifica e numeri fa soltanto male. Se cominciassimo a fare calcoli, sarebbe la fine. Adesso siamo nei play-off, la matematica non ci condanna ancora. Il terzo posto è un obiettivo e cercheremo di raggiungerlo. Nel momento in cui non si potrà più farlo, guarderemo al quarto. Stiamo lavorando per raggiungere il terzo.