L’ex capitano,Mauro Icardi abbandona Milano

Il calciatore argentino classe’93 si è trasferito al PSG con la formula del prestito con diritto di riscatto, con una operazione complessiva da circa 70 milioni di euro.

Mauro Icardi alla fine è passato al PSG con la formula del prestito con diritto di riscatto, con una operazione complessiva da circa 70 milioni di euro. Una lunga ed estenuante azione di mercato che  ha avuto il finale a sorpresa. E’ stato di fatto  l’astuzia ed esperienza di Beppe Marotta, che ha ceduto il Icardi, che ormai considerava una “insopportabile presenza”, non ad una diretta concorrente in Serie A. Un’operazione condotta ed ultimata nelle ultime ore di ieri.

Icardi all’Inter guadagnava 3,5 milioni di euro netti più un milioni di diritti di immagine più bonus.FC Internazionale Milano comunica la cessione di Mauro Icardi al Paris Saint-Germain. L’attaccante argentino si trasferisce al club francese a titolo temporaneo annuale con diritto di trasformazione della cessione in definitiva.Contestualmente il giocatore ha raggiunto un accordo con FC Internazionale Milano per il prolungamento del contratto fino al 30 giugno 2022.

Dopo la firma Icardi ha parlato ai microfoni del sito ufficiale del club, dicendo le prime  dichiarazioni  da attaccante parigino:

Vorrei ringraziare il Paris Saint-Germain per la fiducia che ha mostrato nei miei confronti. Darò tutto per aiutare la mia nuova squadra ad arrivare il più lontano possibile in tutte le competizioni. Il PSG è diventato una potenza mondiale, acquistando alcuni dei migliori giocatori negli ultimi anni. Le ambizioni del club sono alte e sono convinto che abbiamo le carte in regola per arrivare lontano. Non vedo l’ora di scendere in campo al Parc des Princes, uno stadio famoso per la sua bellezza e la sua passione“.

 

Lasciano pensierose, però, le condizioni con cui il calciatore si trasferisce all’ombra della Tour Eiffel, dal momento che il calciatore non ha mai tenuto la possibilità   l’opzione di trasferirsi   al Napoli, con Aurelio De Laurentiis che, in caso di apertura concreta alla pista azzurra, sarebbe stato disposto ad alzare anche l’asticella della sua offerta al calciatore. Mai realmente aperta, invece, la trattativa tra Inter e Juventus per l’ex Sampdoria, con Marotta che piuttosto che trattare con Paratici davvero lo avrebbe tenuto ad Appiano Gentile.

Sembra che finalmente Icardi ce lo siamo levati dalle balle. Noi interisti siamo abituati alle grandi partenze, di Lukaku sapevamo che è un grande attaccante“, le parole rilasciate da Mario Boni,ex cestista.
Risultati immagini per icardi psg
Annunci

Mauro Icardi fà causa all’Inter

Allenamenti a parte con i tecnici della Primavera, sessioni tattiche private partite  5 vs 5 in cui lui e Joao Mario venivano usati solo come “sponde”, privazione dalla chat della squadra in cui vengono detti  orari di ritrovi e convocazioni e dalle campagne marketing e promozionali del club. E prima ancora  del numero “9”, la fascia da capitano assegnatagli ai dalla stagione 2015/2016. Nelle pagine della causa intentata da Mauro Icardi all’Inter si legge un po’ di quello che ha trascorso  e ogni   cronaca dettagliata delle giornate dell’argentino ad Appiano Gentile prima dell’esordio stagionale della squadra,tutto questo firmato dall’avvocato GIuseppe Di Carlo.

Questo l’articolo 7 cui fa riferimento la difesa di Icardi nell’esposizione della difesa al proprio assistito: 

Il Calciatore ha diritto di ottenere, con ricorso al CA, il risarcimento del danno e/o la risoluzione del Contratto quando la Società abbia violato gli obblighi contrattuali cui è tenuta nei suoi confronti. 

12.2.  Nell’ipotesi di violazione della previsione di cui sub 7.1., il Calciatore può diffidare per iscritto la Società, invitandola ad adempiere. Qualora la Società non adempia spontaneamente entro il termine perentorio di giorni 3 (tre) dalla ricezione della diffida, il Calciatore può adire il CA per ottenere a sua scelta la reintegrazione ovvero la risoluzione del Contratto. In entrambi i casi il Calciatore ha altresì diritto al risarcimento del danno in misura non inferiore al 20% (ventipercento) della parte fissa della retribuzione annua lorda.

12.3. La richiesta di reintegrazione può essere proposta dal Calciatore anche nel procedimento promosso dalla Società ex 11.1.

12.4.  Se, dopo la pronuncia del CA di reintegrazione del Calciatore, la Società non provvede entro il termine di giorni 5 (cinque) dalla ricezione della comunicazione del dispositivo del lodo, il Calciatore ha diritto di ottenere dal CA la risoluzione del Contratto ed il risarcimento del danno, da determinarsi nella misura della retribuzione contrattuale dovuta fino al termine della stagione sportiva.

12.5.  Il CA, se ravvisa infrazioni di carattere disciplinare, nel caso previsto nel presente art. 12 e in ogni altro procedimento di sua competenza, provvede a rimettere gli atti avanti alla Procura Federale per eventuali provvedimenti di competenza.

12.6.  In ogni ipotesi in cui il Calciatore sia escluso, anche in via preventiva, dalla preparazione e/o dagli allenamenti con la prima squadra, resta comunque fermo l’obbligo della Società di fornire al Calciatore attrezzature idonee alla preparazione atletica e mettere a sua disposizione un ambiente consono alla sua dignità professionale ai sensi dell’art. 7.1., salva espressa rinuncia scritta del Calciatore.

12.7. La risoluzione del Contratto determina la risoluzione delle Altre Scritture. Il CA determina inoltre, in applicazione dei principi generali del diritto civile, gli effetti della risoluzione sulle intese di cui sopra sub art. 4.

 

 

 

 

 

 

Napoli,Insigne parla del Big-Match con la Juventus

Lorenzo Insigne,capitano dei partonopei  ha  rilasciato alcune parole a Sky Sport in vista del big match con la Juventus allo Stadium:

“La partita con la Juventus è molto sentita, speriamo di fare una grande gara e di uscire dallo Stadium con un risultato positivo. La stiamo preparando come tutti gli altri anni e come tutte le altre gare. Dobbiamo limare i dettagli della sfida con la Fiorentina e dare il massimo.Spero per lui che sia in campo, poi noi pensiamo solamente a giocare. Mi auguro di vederlo sul terreno di gioco. Lozano ha qualità, ha fatto benissimo al PSV e in Nazionale. Mi auguro che ci dia una mano fin da subito”.

Risultati immagini per insigne

Biraghi – Dalbert telenovela finita,in entrata anche il cileno Sanchez

Cristiano Biraghi è arrivato a Milano, ha scelto il numero di maglia il 34,ma c’è dell’altro. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, infatti, l’esterno  ex Fiorentina arriva all’Inter in prestito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni, ma pagabili in tre anni:

Penso di essere tornato all’Inter nel momento giusto, quello in cui ho raggiunto la mia maturità, calcistica ed extra-calcistica. Credo di avere raggiunto un livello adatto a mettermi a disposizione di questo grande club, di questa grande squadra. Ora devo dimostrare di poterci rimanere, ma sono pronto”.

“Vengo da una famiglia di interisti, mi hanno tramandato questa fede calcistica e il mio sogno da piccolo era giocare con la maglia dell’Inter. Sono riuscito a esordire 9 anni fa, ma non ero il giocatore che sono adesso. Non ero pronto per poter stare a quei livelli“.

Ho trovato un ambiente serio, che ha un obiettivo veramente importante: tutti lavorano per riportare l’Inter dove merita di stare. Ho visto una società e un gruppo che vogliono vincere trofei. Cercherò di entrare subito nei meccanismi della squadra. Ho visto la partita con il Lecce e si è vista l’intensità di gioco. Quando si lavora bene e con intensità, in campo si vede. I nuovi arrivati sono giocatori di livello internazionale, che hanno fatto bene in più campionati e anche in Nazionale. Possono alzare il livello della squadra, e quando si alza la qualità, si alzano anche il livello degli allenamenti. E così, poi, la domenica, tutto diventa più facile“.

Biraghi nella sala trofei dell'Inter

 

Per Alexis  Sanchez, Marotta ha completato con il Manchester United per un prestito secco: di eventuali diritti di riscatto per il cileno si discuterà più avanti. I Red Devils dovrebbero anche pagare parte del sontuoso ingaggio del classe’88, che si è comunque tagliato lo stipendio: 5 milioni saranno a carico dell’Inter e 7 pagati dagli inglesi. Sanchez va a coprire  un reparto a cui si sentiva l’assenza  un giocatore con le sue caratteristiche (capace di saltare l’uomo).

 

Il cileno  è  esploso al grande calcio nell’Udinese di Francesco Guidolin, con cui ha giocato dal 2008 al 2011. Dal Friuli il grande balzato  nel Barcellona di  Guardiola, un’avventura che dura tre anni. I trofei sono parecchi (anche una Liga e un Mondiale per club), però Alexis non riesce ad incidere  in maglia blaugrana. Nel 2014 lo acquista l’Arsenal, con cui segna 60 gol in 122 partite sotto la guida di Wenger. L’ultima stagione la gioca nel Manchester United, ma, anche per una serie di problemi fisici, è un’annata negativa.

Risultati immagini per sanchez inter

Agente Buffon,può giocare altri tre anni?

Silvano Martina, agente di Gigi Buffon ,  parla  del suo futuro pur non sbilanciandosi: “Non è una questione di quale figura ricoprirà. Oggi un atleta come Gigi, che farà 42 anni a gennaio, si pone l’obiettivo di far bene. Da quanto ne so, in allenamento para sempre tutto. Alle spalle di Szczesny? E’ un percorso naturale, tra otto anni ne compirà 50! Bisogna farsi questa domanda: ma a questa età, che fenomeno è ancora Gianluigi Buffon? A Parigi era più forte dell’altro portiere, ma giustamente spazio ai giovani. Sono diventati molto amici e per salvaguardare il matrimonio hanno poi gestito al meglio l’intera stagione. Record? Se dovesse arrivare il record di presenze va bene, altrimenti non cambia una virgola della storia di Buffon. Chiaramente vincere la Champions sarebbe al primo posto, ma non la vive come una ossessione. Ha sempre partecipato per portare a casa il trofeo ma non è detto che ci riesci, l’han vinta estremi difensori meno forti di lui. E, aggiungo, non è che vincerla cambia il valore del giocatore. Futuro da dirigente? Non è mai stato affrontato il discorso, questa è la verità. Quando ho parlato con la Juventus, abbiamo discusso solo di questa eventualità senza mai nominare il futuro. Anche perché questo è un mondo in continuo cambiamento, magari potrebbe giocare ancora tre anni”.

Risultati immagini per buffon  77

Biraghi Inter ci siamo?

Domani dovrebbe perfezionarsi lo scambio Biraghi-Dalbert  fra Fiorentina-Inter.

Il 25enne esterno sinistro brasiliano ormai deciso a dire sì alla Viola  , e allora Antonio Conte potrà completare anche il discorso fascia sinistra con la coppia Asamoah-Biraghi a dare manforte  e tanti cross all’ordine interista. Cresciuto nel settore giovanile nerazzurro (solo 2 presenze in prima squadra, tutte in Champions), Biraghi torna di fatto a casa con un curriculum pesantissimo: 146 presenze e 3 gol in A; 5 presenze e un gol in Nazionale.

Risultati immagini per dalbert biraghi

Mario Balotelli è del Brescia: «Torno nella mia città, io ci sono». Subito code per gli ultimi abbonamenti

Ora non ci sono più dubbi: dalle 19.28 di ieri, domenica 18 agosto, Mario Balotelli è ufficialmente un nuovo giocatore del Brescia. Il centravanti di Concesio, 29 anni compiuti una settimana fa, ha sottoscritto con il club un accordo annuale che diventerà triennale, con un rinnovo biennale automatico, in caso di salvezza delle Rondinelle. Sarà la sua missione, oltre al ritorno in nazionale che questo «comingback», agevolato dal Decreto Crescita, in Italia renderà possibile. A patto che Balo, il ct Mancini è stato chiaro, torni a fare gol e ad essere un professionista al cento per cento.

«Finalmente torno nella MIA CITTA’, Brescia ci sono», ha scritto su Instagram ieri sera Mario, che ha poi postato un video nel quale ripercorre le tappe più fortunate di una carriera che ora si sposta nel suo nido, dove tuttavia non aveva mai giocato (è cresciuto nel Lumezzane, prima del salto all’Inter).

Entusiasta il presidente Massimo Cellino, che oggi alle 16.45 presenterà il nuovo acquisto nella sede del club in via Solferino davanti a un nutrito plotone di giornalisti. Perché trattasi di un colpaccio dal punto di vista tecnico, ma anche di un acquisto mediatico: inevitabile, vista la portata del personaggio. «Sarà l’anno dei leoni (il segno zodiacale di entrambi e di Corini) per la Leonessa — ha detto ieri Cellino — Mario nel giorno del suo compleanno mi ha espresso la voglia di tornare nella sua città, era un’ideale firma in bianco. Da qui tutte quelle voci che hanno fatto solo confusione, perché non c’era alcun accordo scritto e il Flamengo si è precipitato a Montecarlo per farci lo sgambetto. Ho delle belle sensazioni, sono sicuro che Mario darà tutto per la salvezza, che resta un obiettivo difficile. È un modo anche per ringraziare Brescia, che mi è molto vicina. Non do le cifre, ma questa operazione costa tanto. E non l’ho fatto per gli abbonamenti, siamo vicini a quota 10.000 è presto chiuderemo le sottoscrizioni».

Da stamane, nello store ufficiale del club, a due passi dalla sede, la caccia alle ultime tessere disponibili: le code non sono mancate e nel pomeriggio, con l’arrivo di Balotelli in carne ed ossa (il giocatore ha scelto la maglia 45 ), sono destinate persino ad aumentare.

 

Balotelli al Brescia
Fonte: Brescia.corriere.