Spalletti squalificato per aver esultato il gol vittoria contro la Sampdoria e sta sera in campo con la Fiorentina

Di Matteo Giovanni Troiani

Ore 12: Tribunale Federale Nazionale. Ore 21: San Siro.

Questa la doppia partita  di oggi dell’Inter. Si comincia  dunque poco prima dell’ora di pranzo e a scendere in battaglia sarà per primo l’avvocato Angelo Cappellini: sul tavolo il ricorso d’urgenza presentato dal club contro la squalifica di Luciano Spalletti. Poi, in serata, il campo i calciatori chiamati a sfidare la Fiorentina nell’anticipo della sesta giornata di campionato.

Durante la conferenza stampa di ieri,  Luciano Spalletti si era giurato di non parlare della  squalifica: “Bandone chiuso”. Poi però, vista la difficile della sanzione, si è sciolto e ha parlato: «Bandone chiuso, su questo argomento, dico solo che mi dispiace che accadano queste cose. Qualche volta vado al di là del consentito, sono emotivo, a volte riesco a stare zitto nelle cose più clamorose, a volte non ce la faccio nelle cose più piccole. Ma in questo caso qui… sugli episodi della Var non mi sono neanche girato perché non riesco a vedere quello che vedono loro. Il gol era importante e ho avuto questa reazione. Così si crea un precedente difficile da gestire in futuro».

Ecco le probabili formazioni

 

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Brozovic, Gagliardini;Candreva, Nainggolan, Perisic; Icardi.

Indisponibili: Vrsaljko

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Vitor Hugo, Pezzella, Biraghi; Fernandes, Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone, Eysseric. 

L’Inter non ha trovato il successo nelle ultime quattro gare casalinghe di Serie A (1N, 3P): non arrivata a cinque gare interne di fila senza vittorie dal marzo 2012.

La Fiorentina ha guadagnato 10 punti finora: nei precedenti 17 campionati ha fatto meglio solo nel 2015/16 (12 punti) dopo cinque giornate giocate.

Risultati immagini per spalletti esultanza

Annunci

Keità inizia la sua avventura interista

 

Immagine correlata

 

Il senegalese, 23 anni, in grado di coprire quasi tutte le posizioni dell’attacco, dalle due fasce al ruolo di prima/seconda punta. Un anno fa arrivò nel Principato di Monaco per 30 milioni più bonus (una cifra complessiva vicina ai 32 milioni),  l’Inter lo ha preso  per gli stessi 30 milioni, con la formula (e obbligata) del prestito con diritto di riscatto.

La sua avventura francese non è stata la migliore: 8 le reti, 23 le presenze in Ligue 1.

 

Ecco le sue prime parole da giocatore dell’Inter:

“Sono molto contento di essere qui con la famiglia interista e darò tutto me stesso per fare contenti i tifosi. Giocare nell’Inter è uno dei miei sogni fin da quando ero piccolo.Sono tornato in Italia con tanta voglia di giocare in un grandissimo club. Ho esperienza in campionato e voglio fare bene. I tifosi mi sono sempre piaciuti già quando ero qui in Italia, ora li ho dalla mia parte e spero di farli felici ogni domenica. Con Mauro ho passato anni al Barcellona, lo conosco da quando è un ragazzino e conosco anche il mister, per me è stato un grande supporto e mi ha voluto fortemente”.

Risultati immagini per keita balde inter

Il ritorno in Champions dell’Inter è con una vittoria,strappata nei minuti finali

Di Matteo Giovanni Troiani

L'immagine può contenere: stadio e folla

INTER Handanovic; Skriniar, de Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.

L'immagine può contenere: 11 persone, persone che sorridono, spazio all'aperto

TOTTENHAM Vorm, Aurier, Sanchez, Vertonghen, Davies, Dier, Dembele, Eriksen, Lamela, Son, Kane (C).

La notte di ieri è  storia meravigliosa peril calcio italiano, l’Inter, tornata in Champions lo scorso 20 maggio grazie a un colpo di testa di Vecino nel finale di Lazio-Inter, debutta in coppa Campioni contro gli inglesi del Totthenham.Una brutta partita per entrambe le formazioni,che dopo il gol degli inglesi al ’54 la partita non emoziona nessuna tifoseria.Fino a quando nei minuti finali della partita Icardi riceve un bel pallone,e da fuori area lo spedisce  in porta avversaria.

Risultati immagini per inter tottenham icardi

San Siro diventa una bolgia,i ragazzi di Spalletti ci credono alla rimonta,e grazie alla trasformazione di un calciod’angolo proprio Matias Vecino manda in trionfo i nerazzurri a fine partita proprio l’umo che a Maggio ha segnato nei minuti finali della partita che decideva il passaggio in Champions tra  Lazio-Inter.Risultati immagini per inter tottenham  vecino

 

Una  vittoriain rimonta, di rabbia, dopo il ko casalingo con il Parma. Una vittoria che può dare una prima svolta alla stagione nerazzurra. Tre punti arrivati grazie a una magia di Icardi e al cuore di Vecino. Ancora lui, stavolta al minuto 92. E San Siro può esplodere con un urlo tenuto in gola sei anni e mezzo che parevano non finire mai.

Il prossimo impegno europeo dell’Inter sarà Mercoledi 3 Ottobre alle 21 in Olanda contro il PSV.

Girone B dopo la prima giornata

1)Barcellone

2) Inter

3)Tottenham

4)PSV

 

Parla Branca del momento NO dell’Inter

L’ex DS dell’Inter Marco Branca ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport, partendo dalla nuova proprietà cinese: “Stanno cercando di capire come funziona per bene il movimento calcio in Italia. Non è facile neanche per noi, figuriamoci per chi viene da fuori. Inter senza trofei dal 2011? Ci sono sempre dei cicli, è toccato anche ai nerazzurri. C’è un momento di riorganizzazione e ha passato tutto questo anche il Manchester United. Le responsabilità, quando non si vince, vanno sempre alla gestione tecnica,…

Yuto Nagatomo lascia l’Inter dopo 7 anni

E’ ufficiale il trasferimento di Yuto Nagatomo dall’Inter al Galatasaray. Il giapponese  ha svolto le visite mediche con il club turco e salutato i compagni tramite un messaggio su Twitter.
Ecco il suo messaggio:
“Oggi comincio una nuova avventura – ha scritto Nagatomo – volevo ringraziare e salutare tutti. Sono orgoglioso di aver indossato questa maglia per 7 anni pieni di emozioni. In bocca al lupo al mister e ai miei compagni per la qualificazione in Champions League. Vi voglio tanto bene”.
Si tratta della formula di un prestito secco fissato a un milione e  l’obbligo di riscatto fissato a 7 milioni
Yuto durante la sua esperienza alla Milano nerazzurra ha raccolto un totale di 172 presenze e  vinto la coppa Italia nel 2011 con Leonardo in panchina.
Immagine correlata

Joao Mario vicino al West Ham

Di Matteo Giovanni Troiani

 

Il centrocampista  portoghese dell’Inter Joao Mario sembra essersi   motivato  ad accettare di indossare la casacca del  West Ham. Lo rivela Sportitalia spiegando che il portoghese si trasferirà in Inghilterra in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 40 milioni. Al momento mancherebbe solo l’accordo sul costo del prestito con i nerazzurri che vorrebbero almeno un milione.

Il classe 93 finora ha totalizzato 14 presenze in campionato e 1 in coppa Italia.

 

Risultati immagini per joao mario
Inserisci una didascalia

Lisandro Lopez e Rafinha alla corte del Biscione nerazzuro

DI MATTEO GIOVANNI TROIANI

Rafinha e Lisandro Lopez sono   ufficialmente dei giocatori dell’Inter.

L’arrivo di Lisandro Lopez, in prestito dal Benfica  fino a fine stagione  attuale con diritto di riscatto a 9 milioni di euro, è stato  ufficializzato dall’Inter , dopo il suo primo allenamento ad Appiano Gentile. Il mercato, vincolato dai paletti del Fair Play Finanziario, che sembrava lasciare pochi margini operativi, regala invece l’atteso rinforzo in difesa per l’allenatore nerazzurro

Ecco le sue prime dichiarazioni in nerazzuro:

“Sono contento, speravo che questo sogno si realizzasse. E si è realizzato: l’Inter è uno dei migliori club al mondo”. Il neo acquisto dell’Inter Lisandro Lopez si presenta così ai tifosi nerazzurri attraverso un video sulla pagina ufficiale del club: “Voglio aiutare la squadra a raggiungere la Champions”. Difensore centrale argentino, 28 anni, può giocare “sia a tre che a quattro” e ha scelto la maglia numero 2 “perché mi accompagna da tempo e mi porta bene”.

Risultati immagini per lisandro lopez inter

 

Il centrocampista brasiliano arriva dal Barcellona e ha firmato un contratto che l’abbraccerà   alla società nerazzurra fino al 30 giugno. La formula  trattata è del prestito con un’opzione per l’acquisto del cartellino del giocatore per 35 milioni più 3 milioni di bonus. Rafinha sarà subito a disposizione della squadra  dopo il  suo lungo infortunio che lo ha allontanato dal rettangolo verde  da aprile fino al 17 gennaio quando ha giocato poco più di dieci minuti nel derby di andata di Coppa del Re perso per 1-0 dal Barcellona contro l’Espanyol.

Ecco le sue prime dichiarazioni da nerazzuro:

“Sono davvero molto felice, è una grande soddisfazione arrivare qui – ha detto a Inter TV -. È una tappa importante della mia vita e ho tanta voglia di affrontare questa nuova fase della mia carriera. All’Inter sono passati tanti giocatori importanti, che hanno fatto la storia. Voglio fare del mio meglio e dare tutto per arrivare il più in alto possibile e vincere titoli con questi colori. Cerco sempre di ottenere il massimo, voglio vincere più partite possibili e aiutare la squadra a raggiungere il nostro obiettivo, la Champions League”. Il centrocampista brasiliano parla quindi dei nuovi compagni di squadra: “È sempre bello avere nel gruppo chi parla la tua lingua, conosco anche Mauro Icardi, ho giocato con lui. Mi ha dato subito una mano facendomi visitare il Centro Sportivo di Appiano Gentile”. E sul ruolo in campo: “Posso ricoprire molti ruoli, sia a destra che a sinistra. Maglia? Ho scelto la numero 8”.

 

Risultati immagini per rafinha inter

 

Beppe Baresi, ex calciatore interista , ha parlato dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, in occasione di una iniziativa per la Shoah, della situazione dell’Inter e degli arrivi sul mercato: “Rafinha e Lisandro Lopez arricchiscono la rosa dell’Inter. Hanno la possibilità di poter aiutare la squadra quando ci saranno degli infortuni”.