Rieti 6- Latina1932 0 non ci sono né parole ne scusanti

Di Matteo Giovanni Troiani

Oggi pomeriggio il Latina ha subito una sonora sconfitta da parte dei reatini. Non c’è stata storia per i nerazzuri che sono andati subito in svantaggio già al decimo minuto del primo tempo con la rete dell’ attaccante Luigi Scotto. Dopo mezz’ora di nuovo sotto con la rete dell’argentino Coffa. E non succedere nulla fino allo scadere del primo tempo (se non l’espulsione di Vona che lascia in dieci i compagni).

Nella ripresa di nuovo dopo cinque minuti ed è rete per Luigi Scotto e solo due minuti dopo, al dodicesimo, segna l’ex centrocampista nerazzuro Tirelli che evita di esultare.

Il risultato è di nuovo in trasformazione: al quindicesimo del secondo tempo (dopo tre minuti del gol di Tirelli) Francesco Marcheggiani si unisce al tabellino dei marcatori.

Quando tutto sembrava finita l’agonia col cinque a zero, al trentottesimo, va di nuovo in gol Scotto su rigore e sancisce una tripletta e un altra freccia di dolore per i pontini.

Chiappini dovrà rivedere bene i suoi ragazzi in allenamento in modo da evitare altre vergogne future. Così non va. Lasquadra nerazzurra, infatti, è stata costantemente in balia di un avversario sicuramente forte ma che ha saputo trasformare in rete ogni conclusione verso la porta avversaria. Questo è un Latina ingiudicabile ancorché inguardabile ma, se vogliamo, da bocciare a prescindere. Non ci sono parole e neppure scusanti: bisogna che la società prenda seri provvedimenti che riguardino il settore tecnico e si badi bene che tali provvedimenti devono essere assolutamente tempestivi e risoluti per salvare il salvabile. Così non si va nessuna parte ed anche la salvezza sarebbe soltanto un lontanissimo miraggio. Non vogliamo spendere altre parole e non dobbiamo trovare alcuna scusante perché sarebbe come non voler guardare in faccia la realtà che risulta abbondantemente nuda e cruda.

Annunci

Rieti-Latina 1932 debutto in Serie D. Le formazioni

Di Matteo Giovanni Troiani

Oggi alle 15 inizia la l’esordio in serie D.

I PREZZI-  I biglietti della gara  vanno dai 20 euro in tribuna d’onore al 5 del ridotto in curva. Prezzo medio, in tribuna laterale, 10 euro.

A dirigere la gara di oggi pomeriggio a Rieti è il livornese Pelegatti.

Le parole di Parlato:

“Intanto facciamoci un in bocca al lupo, ognuno per il suo ruolo. È la prima gara, ci teniamo a fare bella figura contro un avversario di tutto rispetto. Avere rispetto non significa avere paura, ma semplicemente evitare di sottovalutare l’impegno ed iniziare con un risultato pieno. La squadra è ancora in fase di apprendimento, stiamo cercando di trovare la quadra tra vecchi e nuovi, tra giovani e meno giovani per ottenere il massimo, ma chi andrà in campo darà il 100%. Ai ragazzi chiedo sempre di giocare in undici in ambo le fasi, essere partecipi in ogni momento. Latina? Bei ricordi d’infanzia, ero appena diciottenne e furono due stagioni positive, ma domani il mio obiettivo è un altro: batterla. La formazione? Mi sono fatto un’idea di massima, ma di solito io “partorisco” tra sabato sera e domenica mattina dopo un intenso travaglio”.

Rieti (4-3-1-2) Scaramuzzino; Rossi, Biondi, Dionisi, Ispas, Giunta, Cuffa, Luciani, Tirelli, Scotto, Marcheggiani. All. Parlato.
Latina (4-2-3-1) Bortolameotti, Belvisi, Vona, Cossentino, Rizzo; Barberini, Catinali; Cittadino, Rabbeni, Natale, Iadaresta. All. Chiappini.

VICENZA: ZACCARDO E BELLOMO OUT

Sono sette i calciatori fermati, tutti per un turno, dal Giudice sportivo di serie B, Emilio Battaglia, in relazione agli incontri della 32/a giornata di campionato, 13/a di ritorno. Nessuno degli squalificati era stato espulso.

Nello specifico, Bellomo del Vicenza, è stato sanzionato anche con una multa di 1.500 “per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria”.

Gli altri giocatori puniti sono Casasola (Trapani), Fedato (Carpi), Palazzi (Pro Vercelli), Salvi (Cittadella), Zaccagni (Verona) e Zaccardo (Vicenza). 

Ai lanieri, prossimi avversari di scena sabato al Francioni, mancheranno due pedine importanti. Nicola Bellomo è il faro di centrocampo, il regista capace di imbastire ed illuminare il gioco dei biancorossi e di tentare l’ultimo passaggio in area. Cristian Zaccardo non ha bisogno ovviamente di presentazioni: l’ex campione milanista non sarebbe comunque sceso a Latina per via di un serio infortunio che lo bloccherà per alcune giornate. 

LE ULTIME DA CITTADELLA, PROSSIMO AVVERSARIO DEL LATINA

Risultati immagini per filippo Scaglia cittadella

di Redazione Latinasport.info

Il quotidiano “Il Mattino” di Padova indica, nell’edizione odierna, che, in occasione della gara tra Cittadella e Latina – valevole per la 33ma giornata di Serie B – i patavini dovranno fare a meno del “factotum” Simone Pasa, fermato dal Giudice Sportivo per somma di ammonizioni. Torneranno, invece, a disposizione di Mister Roberto Venturato il volto storico della formazione euganea, il granitico difensore Filippo Scaglia, nonché il capitano Manuel Iori. Entrambi rientreranno dalla squalifica. Marco Varnier, invece, rientra dagli impegni della Nazionale Under 19 che ha sfidato i pari età della Svezia.

I granata, per quanto è dato da sapere, lasceranno Cittadella venerdì mattina dopo la rifinitura e si alleneranno in terra pontina, senza fare rientro in Veneto. Oggi pomeriggio, alla ripresa – la dirigenza granata ha concesso sia domenica che lunedì di riposo –  saranno valutate le condizioni del centrocampista Andrea Paolucci (infiammazione al ginocchio) e del difensore Carlo Pelagatti (indurimento al polpaccio).

Nell’ultimo impegno di campionato, il Cittadella si è sbarazzato dello Spezia con il risultato di una rete a zero, gol di Kouame al 25′.

Risultati immagini per roberto Venturato cittadella allenatore

Le partite vanno vinte soffrendo, non è possibile pensare di vincere in modo facile in questo campionato. Quello di oggiha dichiarato l’allenatore del Cittadella, Roberto Venturato, nel dopo partita con lo Speziaè l’atteggiamento di chi vuole portare a casa la vittoria, nel primo tempo meritavamo anche il doppio vantaggio. Di fronte avevamo una squadra molto forte, e negli ultimi dieci quindici minuti abbiamo fatto fatica. Tanti titolari fuori? Mai messo in dubbio il valore di questa squadra. Oggi abbiamo concesso poco, guardando tutti i 95 minuti che si sono giocati. Pasa? Grandi qualità tecniche e fisiche, può tenere in mano la squadra. Kouame? Ha abilità tecniche, velocità e imprevedibilità, grande risorsa per noi. Una cosa è sicura – conclude il tecnico – non lasceremo nulla d’intentato per cui cercheremo di fare bottino pieno anche a Latina”.

Kouame, autore della rete del successo granata, afferma lanciando un monito ai pontini: “Ci crediamo, vogliamo continuare a vincerle tutte cominciando dalla prossima col Latina. Sciaudone? Mi ha tirato l’orecchio e io ho risposto. Abbiamo sempre avuto fiducia, ora è arrivato anche il risultato. “

 

LA CONFERENZA STAMPA DEI DUE ALLENATORI

VIVARINI IN CONFERENZA: “IL CAMPIONATO E’ ANCORA LUNGO”

img-20161229-wa0015Le parole di Mister Vivarini in conferenza stampa alla vigilia della partita interna contro la Pro Vercelli.
<<È stata una settimana di grande lavoro e di grande applicazione da parte dei ragazzi. Non nascondo che abbiamo avuto più di qualche problema ma la mente è stata rivolta solo sulla partita con la Pro Vercelli. Partita da dentro o fuori? Ancora il campionato è lungo, i punti a disposizione sono tanti ma la partita è sicuramente importante. Dobbiamo dare il massimo proponendoci con una prestazione maiuscola e cercando di unire coraggio, intensità e ordine. La squadra, d’altronde, è consapevole per cui speriamo di dare il massimo per ottenere il massimo. Abbiamo lavorato su questo principalmente.>>

Per quanto riguarda l’infermeria, l’allenatore nerazzurro annuncia: <<Bandinelli è rientrato in squadra ieri, ha avuto una piccola contusione. Per il resto, ho tutti a disposizione.>>

Corvia si, Corvia no… <<Corvia è un giocatore importante che va gestito nel miglior modo possibile. Ha avuto un attimo di flessione ma sia a Pisa che in questa settimana, l’ho visto in grande ripresa. Dobbiamo puntare molto su di lui e dargli molta fiducia, sperando che ci dia una grossa mano.>>

E poi, su De Giorgio, il tecnico di Ari, ha parole di elogio per l’attaccante calabrese ma…: <<Per il Latina è un giocatore importante. All’intelligenza tattica unisce qualità sopraffina quindi non nascondo che la nostra salvezza passa per i suoi piedi e la sua testa. Ci sta dando una mano anche con la sua esperienza, ha tanti campionati sulle spalle ed è chiaro che va gestito perché non ha più la freschezza atletica che può avere un ventenne. Insomma è un giocatore straordinario.>>

Per quanto concerne i rinvii delle udienze, Vivarini si è espresso in tal senso: <<I giudici dovranno valutare bene tutto. Sono situazioni particolari perché non è un fallimento economico e non ci sono precedenti di questo tipo qua per quanto riguarda le penalizzazioni che dobbiamo prendere. Il rinvio è sicuramente positivo per l’aspetto psicologico perché ci permette di affrontare le partite con la classifica che ci siamo meritati.>>

La società, intanto, attraverso il sito ufficiale, ha comunicato i convocati per l’importante sfida di domani al Francioni (gara d’inizio 0re 15.00). Come espresso dal tecnico Vivarini tutti preseti fuorché lo squalificato Brosco Regolanti. Questo l’elenco:

Portieri: Pinsoglio, Grandi
Difensori: Bruscagin, Coppolaro, Dellafiore, Garcia Tena, Maciucca, Pinato
Centrocampisti: Bandinelli, De Vitis, Di Matteo, Nica, Rocca, Rolando
Attaccanti: Buonaiuto, Corvia, De Giorgio, Insigne, Jordan
Indisponibili e squalificati: Brosco, Regolanti


 

LA CONFERENZA STAMPA DI MORENO LONGO IN VISTA DEL LATINA: “NON SOTTOVALUTIAMO IL LATINA. LI TROVEREMO ARRABBIATI.”

Risultati immagini per moreno longo pro vercelli

Con il Latina partita da sei punti? <<Sono dell’avviso che il campionato non finisce a Latina: vedo poco equilibrio nell’approcciarsi alle partite. A Latina servirà una prova da battaglia: loro stanno raccogliendo meno di quello che stanno seminando, giocano a calcio e hanno buone qualità. Stanno aspettando una penalizzazione e questo può essere un vantaggio: per assurdo, in queste situazioni il gruppo si cimenta ulteriormente. Non dobbiamo sottovalutare l’impegno, dovremo faticare e lavorare tanto. Che sia una partita fondamentale è ovvio: è uno scontro diretto, ma dopo questa ci saranno altre 10 partite. Bisogna mantenere un certo equilibrio.>>

Indisponibili? <<Bani è squalificato; recuperiamo Altobelli, che si è allenato con il gruppo in settimana: sarà convocato. Spero di recuperare anche Morra il prima possibile. Vajushi e La Mantia? Hanno ricominciato a correre, ma i tempi sono ancora abbastanza lunghi: ci vorrà ancora un mesetto. Sarebbe una fortuna averli per le ultime cinque o sei partite di campionato.>>

Latina? <<Affronteremo una squadra che sta bene: sono molto organizzati, si vede la mano di Vivarini. Servirà grande attenzione a tutte le situazioni che si creeranno. Davanti hanno tre giocatori di altissimo livello, dovremo essere bravi a non concedere l’uno contro uno.>>

 

 

PRO VERCELLI, EGUELFI IN CONFERENZA: “COL LATINA PARTITA CHIAVE”

Conferenza stampa di metà settimana in casa Pro Vercelli. A prendere la parola a tre giorni dal match con il Latina è stato Fabio Eguelfi

 

Risultati immagini per eguelfi pro vercelli

 

Pro Vercelli reduce dal pareggio con il Verona: domenica si va a Latina, scontro diretto? Adesso ci aspettano tutte battaglie: la partita con il Verona è il passato, ma abbiamo conquistato un ottimo punto. Adesso nella mente c’è solo il Latina. Sarà una partita chiave, vale doppio perché sono una diretta concorrente. Non dobbiamo sbagliare l’approccio alla gara: sarà fondamentale nella corsa al nostro obiettivo. Vogliamo salvarci il prima possibile. Intanto, però, è doveroso ringraziare i tifosi per il loro sostegno: siamo in una striscia di risultati positivi, dobbiamo continuare a fare punti e perdere meno partite possibili.

 

 

GATTUSO: “NON PARLATE DI PARTITA DA ULTIMA SPIAGGIA”

“Sarà sicuramente una partita molto complessa. Vivarini è un tecnico preparato contro il quale non ho mai vinto. Non voglio parlare di finale per la partita di domani anche perché da qui alla fine lo saranno tutte. Ho passato una settimana dura dopo Vicenza, è stata una bella mazzata anche se come sapete vivo meglio le sconfitte delle vittorie. Il mio auspicio è che, sopratutto i giovani, imparino dagli errori ed a volte non vedo questo. Non gli chiedo di essere come ero io da calciatore, probabilmente di Gattuso ce n’è uno solo, ero un pazzo senza hobby che viveva h24 per il calcio, ma di lavorare sull’essere per non ripeterlo invece si. Il pubblico? Capisco l’incazzatura per le ingiustizie e gli sono vicino ma abbiamo bisogno della loro spinta per riuscire a fare questa impresa” Queste le parole del tecnico Rino Gattuso nella conferenza stampa di oggi pomeriggio