Benacquista, si torna sul parquet. Prima del derby arriva Scafati con tanti ex.

Lawrence4

Dopo le tre sconfitte di fila della Benacquista, nate dalla disfatta interna contro Casale, per proseguire nello sfortunato derby al Palalottomatica contro la Virtus, su cui i risvolti hanno pesato negativamente a Trapani, è arrivata come un fulmine al ciel sereno la bella vittoria a Tortona e quella successiva al Palabianchini contro una Siena sulla quale pesano incombenze economiche societarie che hanno causato la dipartita, anzitempo dell’ex Poletti, alla quale rischiano altre partenze. Evitare il rischio di eventuali penalizzazioni, nonchè esclusione dal campionato, gioverebbe in primis proprio ai nerazzurri, per non vedersi tolti una vittoria molto preziosa, che ha portato i ragazzi di Coach Gramenzi alla quarta piazza, a due sole vittorie da una Rieti che sta disputando un campionato pazzesco e che tra due settimane verrà proprio a Latina per un derby che varrà una posizione di altissimo rilievo.

Prima però c’è l’ostacolo Scafati, a due partite di svantaggio e già vincente di dieci lunghezze all’andata e sinora Latina ha avuto molte difficoltà a ribaltare a proprio favore le sconfitte subite all’andata, tra difficoltà di accoppiamento e passaggi a vuoto.

Diversi gli ex della sfida, a partire dal tecnico Franco Gramenzi, che a Scafati ci è stato in ben tre occasioni: stagione 1997/1998 in serie B2 (vittoria del campionato e promozione in serie B d’Eccellenza); stagione 2004/2005 e 2008/2009 in Legadue. Tra gli atleti, invece, il playmaker gialloblù Marco Passera ha vestito la casacca neroazzurra nel 2017 (in Serie A2), mentre il suo pariruolo avversario Andrew Lawrence è stato nella cittadina dell’Agro la scorsa stagione e l’ala grande Patrick Baldassarre ha indossato la maglia scafatese in ben tre occasioni: stagione 2010/2011, 2012/2013 e poi per due stagioni di seguito dal 2015 al 2017, sempre nel secondo campionato nazionale.

Sul buon momento di forma dei gialloblù campani ha analizzato la gara proprio l’ex tecnico GramenziScafati viene da un buon momento, è reduce da 2 vittorie casalinghe e una buona prestazione a Treviglio. È una squadra che era partita con ambizioni di play-off, e ha tutti i presupposti per poterci arrivare, quindi, lotterà fino alla fine. Per noi si tratta della prima di un ciclo di partite casalinghe, le ultime 5 partite casalinghe della regular season, davvero molto difficili ed è soprattutto adesso che abbiamo bisogno di tutto il nostro pubblico. Per cercare di conservare o migliorare la nostra posizione in classifica, è necessario che in queste 5 partite, che sono tutti scontri diretti, il fattore campo diventi un aspetto determinante. Dobbiamo essere bravi noi in campo, ma i giocatori hanno anche bisogno anche di tutto il sostegno del pubblico, soprattutto nei momenti di difficoltà che potrebbero arrivare durante queste sfide in casa nostra”.

Alessandro Cassese, oltre al fatto di affrontare un roster importante, rimarca nuovamente il fattore- Palabianchini, come chiave della gara: “Dobbiamo cercare la continuità, veniamo da 2 vittorie consecutive e ci farebbe piacere continuare la striscia positiva. Domenica con Scafati sarà una partita importante per la classifica, così come lo saranno anche tutte le successive, e noi dobbiamo cerca di sfruttare tutte le sfide in casa, anche se saranno difficili, per cercare di guadagnare più punti possibile. Scafati è una squadra costruita con ottimi elementi, 2 americani di valore, un reparto italiani di tutto rispetto e un buon mix tra giovani e giocatori molto esperti. Nel corso della stagione ha inserito Tavernari e Passera che hanno giocato tanto in questa serie e che hanno portato la loro esperienza. Dovremo essere bravi a dettare il nostro ritmo alla gara e cercare di non far prendere fiducia al nostro avversario, malimitarlo al massimo. Altro aspetto determinante sarà il nostro pubblico sul quale contiamo tanto per avere sostegno, supporto e calore in questa fase finale della regular season”.

Molto dipenderà anche dallo stato di forma di alcuni giocatori, il capitano Tavernelli e Allodi che hanno avuto degli acciacchi a Tortona, Fabi, un pò in ombra e anche lui con una botta subita ad una costola nel match contro Siena e Patrick Baldassarre, ultimamente fuori dal quintetto e con prestazioni altalenanti, dall’infortunio che lo ha tenuto fuori per due settimane.

C’è bisogno di tutto il loro apporto, pubblico a parte, ovviamente, per arrivare a giocarsi la gara a Rieti, sperando in una sconfitta dei sabini e un’eventuale ribaltamento del differenziale canestri.

Fino all’ultimo tiro, sognare non costa nulla.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...