Benacquista, a Trapani per reagire con una vittoria

Sconfitta onorevole, quanto beffarda, nel mercoledì del Palalottomatica. Arrivano due trasferte consecutive, la prima in terra siciliana.

cucci

Si riparte da una sconfitta a testa alta, dove il debutto di un team pontino, in quella che fu, la grande cornice del PalaEur, ora Palalottomatica, non poteva essere dei migliori, contro una Virtus Roma non apparsa irresistibile, soprattutto nell’inizio gara, quando quel 9-2 per i nerazzurri e il 18-14 a fine primo quarto aveva sortito una reazione dalla cocente sconfitta interna precedente di Casale.

Poi la reazione di Roma, il nervosismo che ha costretto a lasciare anzitempo Carlson, il più positivo e Lawrence, ancora una volta a corrente alternata, soprattutto nelle situazioni in cui c’è da lottare, hanno invertito l’esito della gara, decisa da una palla regalata da un Baldassarre leggermente sottotono, nell’ultima azione in cui Latina era ad un solo possesso di distanza con 20″ sul cronometro.

Una sconfitta che allontana i nerazzurri dalle zone alte della classifica e alla luce di due trasferte insidiose, quale quella di Trapani, appena vincente contro l’altra compagine romana, l’Eurobasket e la prossima in piemonte contro Tortona, c’è il rischio di essere risucchiati da sei squadre che si trovano ad una o due vittorie. Cercare almeno una vittoria in queste due uscite è fondamentale. Coach Gramenzi ha apprezzato positivamente la reazione di mercoledì sera nel derby, sperando che avvenga anche a Trapani, come dichiarato in presentazione della sfida.

“Affrontiamo la terza partita in 8 giorni e c’è un maggiore affaticamento e un po’ più di stanchezza, ma sicuramente è anche tanta la voglia di reagire dopo 2 sconfitte consecutive. Reazione che si è già potuta vedere in occasione della sfida con Roma ed è nostra intenzione continuare a reagire, pur sapendo che domenica giocheremo in uno dei campi più caldi della nostra Lega affrontando una squadra che nell’ultimo periodo ha conquistato successi importanti. Sarà certamente una gara combattuta, come sempre accaduto nelle precedenti sfide tra noi e Trapani”.

Con le 24 candeline spente oggi, Valerio Cucci, uno degli ultimi ad arrendersi nel derby a Roma, autore anche di una buona prova offensiva, spera che tutto ciò che sta costruendo la squadra sia occasione di un pronto riscatto, già da domenica:

“Sicuramente nel match con Roma abbiamo riscattato la brutta prestazione di
sabato scorso con Casale, anche se non nel risultato e vorrei cogliere l’occasione per ringraziare i tanti tifosi che sono venuti a sostenerci al PalaEur. Sono arrivato da poco a Latina, ma credo che tutti insieme, società squadra e tifosi, stiamo costruendo qualcosa di molto bello. Domenica affronteremo Trapani, che è in un momento di forma e reduce dall’importante vittoria con l’Eurobasket, e sarà una partita tosta, dal canto nostro, però, abbiamo una gran voglia di riscatto. Trapani è una formazione molto valida ed è egregiamente rappresentata da Andrea Renzi che è uno dei lunghi italiani più forti ed esperti della categoria. Inoltre sarà un piacere per me incontrare Pullazi che è romano come me ed è anche un caro amico fin dai tempi delle giovanili in cui eravamo avversari (Cucci vestiva la maglia della Stella Azzurra, Pullazi quella dell’Eurobasket Roma, ndr), oltre che un giocatore che rispetto molto per il grande impegno e la forte passione che mette da sempre nel suo lavoro”.

Si attende anche una pronta reazione di Agustin Fabi, nelle due sconfitte ha espresso un misero 2/7 da tre. La pressione su di lui è aumentata, anche mercoledì Sandri prima e Santiangeli dopo, hanno cercato di francobollarlo il più possibile. Ormai la Benacquista deve ricostruirsi quel ritmo che la portava a un rapido tiro aperto, visto che sull’arco i difensori tendono a staccarsi meno, cercando di lasciare più spazio all’interno.

Ritrovare Fabi e rialzare i ritmi. Non sarà facile a Trapani, già corsara, all’andata, al Palabianchini di quattro lunghezze. Se il buongiorno si vede dall’ultima gara, c’è da poter stare tranquilli che sarà una lotta all’ultimo canestro.

 

Annunci