Benacquista, una vittoria per scrivere una nuova storia

Nella domenica dell’epifania in palio due punti valevoli  per l’accesso alle finali di Coppa Italia

agustin-fabi-vs-legnano-768x512

La strepitosa vittoria in quel di Capo d’Orlando ha tolto ogni dubbio, riguardo le velleità della Benacquista Latina Basket in questa stagione di A2. Voler competere al vertice, per strappare, come ha dichiarato in conferenza post-gara il Coach Gramenzi, un posto per i playoff, visto che nei quattro anni del suo corso l’approdo è sfuggito all’ultima gara nelle due ultime stagioni di regular season.

Del resto i numeri parlano chiaro. Miglior attacco, miglior tiro da tre, marchio di fabbrica, sul quale si fonda l’azione d’attacco e Lawrence e Fabi tra i migliori dieci tiratori del girone in percentuali.

Questa squadra può giocarsela contro tutti, ma ora ha un obiettivo che potrebbe essere il miglior regalo per il Cavaliere Lucio Benacquista, dopo aver risollevato Latina e il basket nel lontano 2010, riportando il basket pontino in auge, fino alla seconda divisione cestistica e alla luce delle 83 candeline spente il 2 gennaio, appena trascorso.

Domenica alle ore 18 al Palabianchini, contro l’Eurobasket Roma, una vittoria porterebbe la Benacquista alla conquista, per la prima volta nella sua storia alla  final four Coppa Italia di serie A2 che si disputerà tra il 1 e 3 marzo nelle Marche.

Con una vittoria Latina potrebbe chiudere il girone d’andata anche al secondo posto, in caso di sconfitta di Bergamo. Viceversa una sconfitta, con relative vittorie di Casale e Rieti, allontanerebbero, per via degli scontri diretti, i nerazzurri anche dal quarto posto , necessario per staccare il lasciapassare in quel di Porto Sant’Elpidio, con gli avversari della Leodis pronti ad approfittarne. Una partita che vale più di una vittoria.

Agustin Fabi ha spiegato come la squadra sia riuscita, pian piano, ad arrivare al terzo posto assoluto nel girone:

“Veniamo da un periodo molto positivo in cui abbiamo vinto 6 partite nelle ultime 7 giocate, quindi la squadra sta trovando un equilibrio importante. Trattandosi di un gruppo con tanti elementi nuovi, sicuramente avevamo bisogno di tempo per conoscerci e per automatizzare certi meccanismi. L’arrivo di Valerio (Cucci, nda) ha allungato le nostre rotazioni e ci ha dato la possibilità di cambiare spesso il quintetto, quindi stiamo diventando pian piano la squadra che vogliamo essere. Domenica ci attende una partita molto difficile contro la Leonis che ha grandi talenti individuali. Da parte nostra dobbiamo continuare con questa solidità, cercare di migliorare ulteriormente in difesa, passarci la palla, trovare sempre i nostri spazi, coinvolgere tutti e cercare di centrare una vittoria che potrebbe essere molto importante per il prosieguo della stagione contro una squadra che sicuramente ha intenzione di essere protagonista in questo campionato”

Anche la Benacquista Latina ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere protagonista e lo dimostrerà “ogni maledetta domenica”, a cominciare dal quinto e ultimo derby di domenica, prima di affrontare la successiva gara casalinga contro Casale con il biglietto per un traguardo nuovo, da aggiungere alla storia di questa giovane società.