Benacquista, ultimo match del 2018 al mare

A ridosso dello splendido lungomare Ligabue, Latina e Capo d’Orlando in un match in cui segnare poco è proibito.

cassese02-1170x650

Primo e secondo attacco del campionato, nella splendida cornice del Palafantozzi, ora denominato PalaSikeliArchivi, Latina concluderà l’ultima gara stagionale a Capo d’Orlando. Sfida che si preannuncia dai ritmi alti e punteggi ormai consoni ai nerazzurri, ma i siciliani sono il secondo miglior attacco della stagione e condividono con Latina la terza piazza e sono in un grande stato di forma. Quattro vittorie consecutive contro Scafati, Siena e nella tana dell’Eurobasket Roma e Tortona, precedute da una sconfitta di misura a Rieti.

Sfida complicatissima, ma non vi erano dubbi in questo girone, chiamato “equilibrio” per eccellenza. I due stranieri della compagine siciliana, Brandon Triche e Jordan Parks sono i due migliori realizzatori assoluti, per media punti, del girone Ovest. Triche è inoltre il miglior assistman con oltre sei smazzate ad uscita.

Franco Gramenzi ricorda i tempi dei suoi esordi da capo allenatore.  “Dopo tanti anni torno con piacere a Capo d’Orlando, che è stato il pun to di partenza di una striscia vincente. Sono stati 6 mesi che ricordo con grandissimo piacere, così come gli orlandini, il presidente Sindoni e tutti i collaboratori della società. Per quanto riguarda la partita di domenica, si prospetta una gara molto difficile contro una squadra che è sicuramente in un momento positivo, che ha conquistato vittorie importanti e che, come noi, si esprime molto bene in attacco”.

Dovrebbero tornare in rotazione Di Bonaventura e Cassese, fondamentali, visti i ritmi alti preannunciati. Proprio quest’ultimo analizza la sottigliezza tra una vittoria e una sconfitta. “Dopo la difficilissima partita con Biella e la conquista di un successo importante, ora ci attende un’altra sfida davvero tosta con Capo d’Orlando. In questa fase del campionato stiamo affrontando tante gare molto difficili, con squadre a pari punti in classifica e dove i successi valgono doppio dal punto di vista della classifica e degli scontri diretti, considerato che si lotta anche per le qualificazioni alle Final Eight di Coppa Italia. Domenica dovremo avere un approccio intenso al match, sarà importante mantenere un ritmo alto, a noi più congeniale nelle fasi offensive, ma stare particolarmente attenti a non distrarci in difesa per evitare che i nostri avversari ne possano approfittare”.

La Benacquista non deve lasciar andare subito il match, come avvenuto in alcune trasferte, dove poi ha faticato a recuperare. Uno strappo potrebbe essere fatale.

I momenti di vuoto, avvenuti negli ultimi sei minuti contro Biella, potrebbero essere fatali. La soluzione della zona, in alcune circostanze, è stato un buon attenuante difensivo. In attacco trovare soluzioni ragionate, come domenica scorsa, alternate a circolazione per innescare tutti i giocatori, possono essere una svolta alla vittoria.

Non mancherà di certo lo spettacolo, garantito dai numeri e dal presupposto che Latina non vince se non supera l’asta tra i 90 e 100 punti.

Meglio di così, comunque vada, il 2018 per il basket di Latina, targato Benacquista, non poteva terminare.