Benacquista, settimana orobica.

Domenica Treviglio, prima del recupero  di martedì con Bergamo. Dalla vittoria contro Legnano continuano le sfide lombarde, si inizia al temibile Palafacchetti.

carlson-5-1-1024x683

E’ stata una gran sofferenza, portata a casa vittoriosamente, tra le proprie mura, contro una Legnano che ha avuto un Raffa incontenibile, che ha potuto fare il bello e cattivo tempo, senza mai trovare contromisure adeguate. Latina, con più armi offensive, ha avuto tantissimo da Fabi, un pò da Carlson, pochissimo da Lawrence, reduce dall’impegno delle pre- qualificazioni europee con la Gran Bretagna, determinante per recuperare la 10a giornata che la vedeva opposta a Bergamo.

Poco male per Latina che dopo Treviglio dovrà spostarsi di appena 20 km, per disputare, 48 ore dopo, il match nel capoluogo orobico.

Il match a Treviglio è molto delicato. I ragazzi di Coach Vertemati hanno consegnato la prima vittoria stagionale a Cassino, in un parquet dove si è giocato in condizioni proibitive. Appena 12 gradi la temperatura e molta difficoltà per tutti i ragazzi. Pur senza ancora il loro centro Olasewere, sono stati capaci di vincere gare interne, molto complicate, quali quelle contro Casale Monferrato e Trapani. Al Palafacchetti, ad esclusione dell’esordio contro Legnano, hanno sempre vinto.

Come sostenuto dall’assistant coach Mauro Zambelli, il morale non manca all’interno del gruppo: “Abbiamo enormi motivazioni in vista della prossima partita: Latina ha il miglior attacco del campionato, grazie ad un efficace gioco senza palla e a grande abilità nel penetra e scarica. Serviranno concentrazione e comunicazione all’interno del campoper limitare la loro imprevedibilità in attacco. Non basterà essere ‘scolastici’, ma dovremo difendere in maniera fisicaanche per alimentare il nostro contropiede”.

Il fattore casa e la capacità di trasformarsi al Palafacchetti sono i punti cardini riportati da Giuseppe Di Manno, vice allenatore della Benacquista: “Treviglio nelle ultime due gare casalinghe ha giocato due ottime partite conquistando 4 punti con Casale Monferrato e Trapani. Il PalaFacchetti è uno dei campi più difficili del campionato e servirà una grande prova, soprattutto dal punto di vista difensivo, per limitare le tante opzioni offensive di coach Vertemati”.

Il fattore difensivo è l’esatto opposto dell’attacco. Nei due lati si lavora in maniera inversamente proporzionale. Tanti punti segnati e non si potrebbe essere miglior attacco, se costantemente si subiscono gli stessi punti che si segnano, tanto da condividere, con Trapani, lo scettro di peggior difesa del girone. Uno dei punti deboli difensivi è Mike Carlson, in chiara difficoltà a tenere nel pitturato, ma un problema per il suo marcatore, grazie alla sua duttilità nel gioco perimetrale. Sulla gara di domenica è molto categorico: “Con Treviglio ci aspettiamo una partita dura e tirata. Vincere fuori casa in questo campionato è davvero difficile, ogni singola partita è una sfida e per conquistare i due punti si deve puntare molto sulla difesa. Considerato che molte partite rimangono in equilibrio fino agli istanti finali, è importante rimanere sempre concentrati e, soprattutto nel corso degli ultimi 5 minuti di gara, è fondamentale prendere rimbalzi e realizzare i canestri decisivi. Per quanto ci riguarda siamo in un buon momento, soprattutto grazie al buon affiatamento di squadra, ma dobbiamo continuare a crescere, conoscerci e migliorare”.

Le trasferte sono sempre un bel banco di prova, un risultato positivo proietterebbe Latina tra le prime del girone. Sarà un gran test di maturità.