Latina, addio ai sogni di gloria?

Latina, addio ai sogni di gloria?

 

di Basilio Gaburin | 28.10.2018 | 17.09

 

Si gioca il nono turno del Girone G del torneo di serie D targato 2018/19. Un campionato duro e non privo di difficoltà soprattutto per le cosiddette ‘’big’’. E tante, tantissime sorpese.

Le sconfitte interne del Latina non fanno più notizia. Oggi è toccato all’Ostiamare passeggiare sui resti di una squadra che sulla carta avrebbe dovuto fare un sol boccone di questo campionato. Dopo la bella e convincente vittoria sull’Artena, infatti, gli uomini di Carmine Parlato sono ritornati sugli standard propri con una condotta di gara a dir poco imbarazzante. Se nel primo tempo il taccuino è rimasto pressoché vergine, nel corso della ripresa, dopo la rete di De Julis, s’è dovuto annotare solo qualche marchiano errore di valutazione del Signor Paolucci reo di non aver concesso due rigori al Latina e all’espulsione del portiere ospite. Bordate di fischi alla fine dell’ennesima battuta di arresto per questo Latina al quale manca un incontrista di ruolo e ad ragionatore in mezzo al campo. Latina che non sa più vincere al Francioni e che stasera deve presumibilmente dire addio a tutti i sogni di gloria.

L’Avellino pare abbia smarrito la verve e la lucidità delle prime giornate. Oggi gli irpini si sono dovuti accontentare di un ‘’pareggino’’ interno contro il Latte Dolce Sassari. I gol sono realizzati da De Vena ed Antonelli per l’uno a uno finale.

L’Aprilia fa man bassa in casa dell’Albalonga: dopo il momentaneo vantaggio dei padroni di casa con Pippi, i pontini si scatenano con Luciani, Titone ed Olivera portando a casa tre punti d’oro in chiave promozione. Peccato che le rondinelle non siano costanti in un campionato più complicato del previsto.

L’Anzio ritrova il sorriso battendo (sorprendentemente) tra le mura amiche il Castiadas. In gol Giordani e Ludovisi per i laziali e Carrus per i sardi. Boccata d’ossigeno per la squadra anziate ma, per la verità, il gioco latita.

Compito facile per il Monterosi che in casa della Città di Anagni incassa tre punti di platino grazie alle realizzazioni di Gabbianelli, Nohman e Sabatini.

Il Ladispoli vince di misura sulla Vis Artena che nelle ultime uscite ha smarrito la via della vittoria: a Sganga risponde Costantini e Bertino mette le cose a posto per i tirrenici. Tre punti che fanno rifiatare La Rosa e compagni e sconfitta che ridimensiona i voli pindarici dei castellani.

Il Lanusei non si ferma più. Anche oggi fa suo il match contro un Cassino ben disposto in campo da Mister Urbano. Floris l’eroe di giornata.

Il Budoni passa per due reti a zero in casa di una Lupa Roma in evidentissime difficoltà. In gol Gungui e Spano.

L’Atletico fa un sol boccone del Flaminia. Tre a zero il risultato finale con la doppietta di D’Andrea e col gol di Tornatore.

La Torres (a sorpresa) blocca la fuga del Trastevere e incassa tre punti pesantissimi. Alla rete di Ayo per i padroni di casa rispondeva Cardillo; ma nei minuti di recupero Sarritzu tarpava le ali ai capitolini che perdono la testa della classifica.


 

Risultati:

Avellino – Sassari Latte Dolce 1-1

Albalonga – Aprilia 1-3

Anzio – Castiadas 2-1

Anagni – Monterosi 0-3

Ladispoli – Vis Artena 2-1

Lanusei – Cassino 1-0

Latina – Ostiamare 0-1

Lupa Roma – Budoni 0-2

Atletico – Flaminia 3-0

Torres – Trastevere 2-1


 

Ecco la classifica dopo la nona giornata:

Lanusei capolista con 20 punti

Zona playoff: Monterosi e Trastevere 19, SFF Atletico ed Avellino 17

Nel limbo: Aprilia punti 16, Vis Artena 15, Latte Dolce Sassari 14, Cassino ed Ostiamare 13, Flamina 12, Latina, Albalonga e Ladispoli punti 11.

Zona paly out: Castiadas punti 9, Budoni 8, Torres 7, Lupa Roma 6.

Chiudono Città di Anagni e Anzio con 4 punti.

 

 

 

 

Annunci