Opening day di A2 con la Benacquista

Venerdì 5 ottobre parte la regular season di Serie A2 con l’anticipo che vedrà coinvolta la Benacquista Latina al Palaferraris di Casale Monferrato guidata dall’ex Mattia Ferrari. Dopo diverse amichevoli e tornei estivi si tratterà della prima gara vera per i pontini, per i padroni di casa , la scorsa stagione rivelazione con il primato del girone e finale promozione persa contro Trieste, una test significativo è stata la Supercoppa di Lega che ancora una volta l’ha vista protagonista, arrendendosi solo all’ultimo tiro finale contro la Fortitudo Bologna, dopo aver battuto con un buzzerbeater da tre punti sorprendentemente la corazzata Treviso.

Dopo aver preso il testimone di Marco Ramondino, nominato allenatore dell’anno per aver portato Casale al primo posto del girone Ovest e alla finale per la promozione in massima serie, ben oltre le proprie possibilità, Mattia Ferrari, reduce da quattro stagioni a Legnano, conditi dalla promozione in A2 e i playoff negli ultimi due campionati, ha già fatto intravedere la sua filosofia di gioco nel team piemontese, costituito da giovani interessanti (De Negri, Cattapan), due stranieri debuttanti in italia (Tinsley e Pinkins), il capitano Niccolò Martinoni  e lo scorer Bernardo Musso, tiratore argentino con passaporto italiano che con una tripla da 9 metri contro l’ex Treviso ha permesso a Casale di poter disputare la finale di Supercoppa. I 40 tiri da tre tentati nella prima gara ufficiale hanno fatto presagire che il “catch and shoot” sarà un marchio di fabbrica dei piemontesi.

Ritmi alti a cui Coach Franco Gramenzi, al quarto anno alla guida della Benacquista, ha voluto fare necessità altrui, avendo roster composti da molti esterni e pochi lunghi in grado di dare efficacia nel pitturato. Il punto interrogativo di questa stagione è il saper contenere gli avversari sotto canestro avendo un peso nettamente inferiore sotto le plance con il nuovo lungo Carlson molto più abile lontano da canestro e con il confermato Allodi unico pivot di ruolo. La stella è Andrew Lawrence, play-guardia che ha fatto buona impressione a Scafati nella stagione scorsa, ma insieme all’unico riconfermato Tavernelli hanno giocato pochi spiccioli di amichevoli precampionato, complici vari acciacchi fisici. Fabi e Baldassare, prelevati da Reggio Calabria, sono una garanzia nei loro ruoli di ala piccola e forte, ma il vero punto di domanda sarà quanto il quintetto titolare saprà sopportare il fatto di dover giocare mediamente 35 minuti ad allacciata di scarpe, avendo dalla panchina, oltre al solo Allodi, giovani sui quali vengono nutrite tante speranze alle quali daranno risposte i rendimenti che potranno mostrare in queste prime uscite. Chissà se verrà presa in considerazione l’idea di allungare le rotazioni, ingaggiando il settimo senior, dato che Latina è l’unica squadra tra le 32 della categoria ad averne uno in meno, direzione opposta a tutti i club che cercano nell’esperienza dei giocatori gli obiettivi da raggiungere, soprattutto se si tratta di promozione e playoff.

Nell’anno delle tre promozioni, per aumentare la massima serie a 18 teams, arrivare primi nel proprio girone vuol dire salire senza passare dalla postseason. Se nell’Est sembra già un discorso chiuso tra le corazzate Fortitudo Bologna e Treviso, con diverse mine vaganti quali Verona, Forlì e Udine, nel girone Ovest, decisamente meno impegnativo per una profondità e costruzione di roster le più attrezzate sembrano, sulla carta, le piemontesi Tortona e Biella con l’altra cugina Casale a fare da guastafeste.

Latina avrà la compagnia di ben 4 formazioni laziali. Le due romane Virtus ed Eurobasket, ai nastri di partenza la prima forse addirittura favorita per il primato del girone, mentre quest’ultima dovrebbe giocarsi assieme a Rieti buone chanches di raggiungere i playoff.

E gli obiettivi della Benacquista, che ai sostenitori di Latina stanno più a cuore? Arrivare ad ottenere risultati, ovviamente positivi, con il lavoro di squadra.

Anche perchè non vorremmo augurarci di vedere un derby con la neopromossa Cassino, con tutto il rispetto per i cugini “ciociari”,  per evitare la retrocessione.

Venerdì tutti i tifosi di Latina e della pallacanestro in generale, potranno gustarsi in diretta nazionale sul canale Sportitalia la prima stagionale, sia per chi ha il decoder satellitare (canale 225) che il classico televisore con digitale terrestre (canale 60).

 

Basket A2 Casale- Latina

Annunci