Serie B: è il caos più totale

di Matteo Troiani | 10.8.2018 | 16.21

Risultati immagini per serie b ripescaggi

Adesso è ufficiale: la serie B scende da 22 a 19 squadre. Quindi niente ripescaggi.

La Lega di Serie B ha annunciato ieri pomeriggio che lunedì a Milano stileranno i calendari a 19 società (appunto) con il campionato che partirà il 25 agosto.

Come richiesto da tutte le società – Cellino (Brescia) e Lotito (Salernitana) in testa – niente ripescaggi. Novara, Catania, Siena, Ternana, Pro Vercelli ed Entella sono pronte però a presentare ricorso al Collegio di garanzia del Coni poi al Tar del Lazio e chiedere i danni alla Figc. Ma la Lega di B le diffida tutte per cui si prevede uno scontro all’ultimo sangue e nel caso di accoglimento delle istanze dando ragione a Catania & C. la serie B sarebbe letteralmente sconvolta, con 24 barra 25 squadre. Ma se il campionato è già partito si può fare ben poco, se non tentare la non facile strada del risarcimento danni. L’assist è arrivato oggi dal collegio di garanzia presieduto da Franco Frattini che ha accolto l’istanza cautelare di Ternana, Pro Vercelli e Siena. Stop quindi alla sentenza che ammette Novara, Catania e Pro Vercelli al ripescaggio in serie B. Il prossimo appuntamento per la decisione è atteso per il 7 settembre, quando il campionato di B (però) sarà già iniziato.

Il Commissario Fabbricini – insomma – ha cambiato per l’ennesima volta idea. Il 3 agosto – ricordiamo per dovere di cronaca – aveva negato al numero uno della Lega di Serie B, Mauro Balata, la possibilità di bloccare i ripescaggi che sono da intendersi come una facoltà e non certamente un obbligo. Ora, pare anche su sollecitazione del Coni, abbia cambiato le proprie intenzioni. I 19 club di B avrebbero quindi 700.000 euro di contributo in più a testa, il campionato cadetto avrebbe una sostenibilità maggiore come richiesto anche da Balata più volte ma resta l’irrefutabile fatto che la serie B scoppi con una deflagrazione a catena: quest’anno Avellino, Bari e Cesena non sono riuscite ad iscriversi e dovranno ripartire dalla serie D ma già in passato – per inciso: ai tempi di Andrea Abodi – si era parlato di blocco dei ripescaggi. Ma poi, come ben si sa, non se n’era fatto nulla. Adesso questa decisione clamorosa che si porterà dietro non poche polemiche. La serie C inoltre, senza ripescaggi, passerebbe a 59 squadre. E ci sarebbero non pochi problemi anche lì.

Risultati immagini per catania calcio

Annunci