Ripescaggio? Per il momento la strada non è percorribile

di Salvatore Condemi | 28.7.2018 | 13.54

Volti abbastanza sereni quelli di Mister Parlato e del DS Germano in una conferenza stampa tutto sommato tranquilla dove i protagonisti non hanno detto nulla di nuovo o di quanto non si sarebbe potuto immaginare.

Ringraziando il cielo gli infortuni, che sono la cosa da tenere in considerazione, sono stati pochissimi tranne alcuni affaticamenti muscolari. Sul versante del gruppo, stiamo facendo di tutto per conoscerci meglio e il più rapidamente possibile. Abbiamo iniziato il 18 con due allenamenti al giorno, i ragazzi si stanno ben comportando’’. Così esordisce il tecnico nerazzurro per parlare di questo ritiro pre-campionato caratterizzato dal forte caldo. ‘L’importante è mangiare bene, dormire bene e avere un campo. La Fulgorcavi è un bellissimo centro, la società mi ha messo a disposizione la palestra, la piscina e quindi ho tutto l’occorrente per mettere al servizio della squadra ciò che serve. L’unica cosa è il caldo, faremo in modo di soffrire, calcisticamente parlando ma l’allenamento lo facciamo nel tardo pomeriggio e la mattina alle 9 dove il caldo è meno intenso. La cosa più importante è avere a disposizione ciò che mi serve e di questo ringrazio la società’’. Sul fronte squisitamente tecnico, Parlato sostiene di aver finora provato sempre e solo il 4-3-1-2: ‘Vedremo se questo vestito calza bene ma allo stesso tempo proveremo altri atteggiamenti tattici consoni alle caratteristiche dei ragazzi. Ancora è presto per valutare perché la condizione fisica non c’è e non abbiamo ancora messo abbastanza partite e allenamenti nelle gambe. Lavorando mi renderò conto se posso valutare un’alternativa al modulo di base. Teniamo in alta considerazione che il gioco del calcio ha dei principi semplici: fare gol e non prenderli. I moduli non contano troppo, conta come viene interpretato l’atteggiamento tattico’’.

Con Emanuele Germano si è parlato soprattutto di ripescaggio. “Questa società è nata da poco e deve fare un percorso di crescita. Questo percorso si fa solo lavorando, sempre e duramente. Oggi non ci sono i presupposti per una domanda di ripescaggio perché i parametri che ci impone la Lega sono altissimi. Dobbiamo ragionare sul presente e sul campionato di Serie D. È vero anche che la situazione in cui oggi ci sono i vari ripescaggi, se dovesse cambiare qualcosa a livello di impostazione dei parametri, questa società sarà pronta. Ad oggi non voglio illudere nessuno, la strada non è percorribile. Se tolgono i 300.000 euro valuteremo…’’

Per quanto riguarda il calciomercato: ‘Gli obiettivi principali sono stati raggiunti. Manca qualche tassello tra gli under, valuteremo strada facendo cosa ci propone il mercato. Qualora ci fosse l’occasione giusta, ci faremo trovare pronti. Per ora serve un under basso a sinistra e qualcuno sparso per il campo’’.

Annunci