Ripescaggi in C: Como più no che si. Prato out. Le squadre di A? Solo Juve e Milan (forse)

di Redazione | 27.7.2018 | 12.12

Risultati immagini per como calcio

E’ stata una vera e propria corsa contro il tempo in casa Como. I dirigenti lariani, alla disperata ricerca delle garanzia economiche necessarie per la domanda di ripescaggio in serie C, hanno presentato un bonifico bancario urgente alla sede della Lega Pro per un importo di 650.000 euro, ossia l’equivalente della fideiussione bancaria a garanzia della fideiussione che, a questo punto, potrebbe arrivare lunedì. Ora ci sarà da aspettare le decisioni della Lega e della Covisoc per capire se l’operazione ”un po’ improvvisata” della dirigenza comasca potrà essere accettata. Il regolamento sulle richieste di ripescaggio parla chiaro: la garanzia va prodotta esclusivamente tramite fidejussione. Dagli uffici di Firenze della Lega trapela che al momento sembrerebbero accettate le richieste di ripescaggio di Juventus B, Cavese e Imolese. Il rischio che non venga accettata la richiesta del Como c’è ed è altissima perchè il termine di presentazione dei documenti in originale è perentorio. 

La Lega calcio di serie C ha detto no al Prato. La F.I.G.C. – si apprende da una nota apparsa sul sito ufficiale dell’AC Prato – ha comunicato nelle prime ore della mattinata di non poter accettare la richiesta di ripescaggio della società laniera con la disponibilità “condizionata” del Lungobisenzio. La Lega di serie C ha già espresso il proprio parere negativo all’indomani della lettera inviata dal sindaco di Prato Matteo Biffoni nella quale concedeva una disponibilità “condizionata” al cambio di proprietà della società biancazzurra entro il 3 agosto, l’utilizzo dello stadio Lungobisenzio. La Lega di serie C, non ha fatto altro che applicare il regolamento sulle norme di ripescaggio. Alle ore 13 scade il termine ultimo per inviare,  eventuale, nuova documentazione. Se la situazione rimarrà quella attuale, il Prato sarà escluso dal ripescaggio per la mancata disponibilità dello stadio.

La giornata di oggi sarà storica per la Lega di Serie C. Infatti i club di Serie A potranno presentare la domanda di ammissione delle proprie seconde squadre al campionato, stravolgendo la provincialità del calcio italiano, imitando il modello spagnolo. Nelle settimane scorse i club di Serie B hanno cercato di tutelare la bellezza del campionato cadetto chiedendo alla Figc il blocco delle promozioni a tali squadre, richiesta negata dal massimo organo nazionale dopo le innumerevoli pressioni dei grandi club come Juventus e Milan, le prime società interessate al progetto delle seconde squadre.

 

 

Calcio: il Como ha presentato  la domanda di ripescaggio in C
Risultati immagini per como calcio

 

Annunci