Per il nuovo Cesena pioggia di soldi e di punti di penalizzazione

di Basilio Gaburin | 26.7.2018 | 23.56

Risultati immagini per cesena calcio

Per la stessa vicenda che ha coinvolto il Chievo, cioè quella delle plusvalenze fittizie, il tribunale federale nazionale ha punito il Cesena con 15 punti di penalizzazione da scontare nella stagione 2018-2019 (nel caso riuscisse a iscriversi ad un campionato).

Nonostante la batosta, a Cesena non si è perso tempo perché il tempo è denaro. E con la stessa fretta e con la stessa furia ecco nato il nuovo club. Non ci sarà il cavalluccio (ovviamente per questioni legali), ma ci sarà una squadra. Eccome! Non giocherà tra i professionisti, ma lo farà al Manuzzi che, insieme al San Nicola, sarà un vero templio per i tanti ragazzotti che andranno a calcare quelle zolle calpestate da campioni più o meno conclamati.

Insomma, senza perdersi tra tanti se e troppi ma, dopo il fallimento del club guidato da Giorgio Lugaresi, che ha causato una voragine di oltre 70 mln di euro, ne è nato uno nuovo che ripartirà dalla Serie D benché debba partire dal gap considerevole di ben 15 punti.

Il Sindaco di Cesena, lunedì 23 luglio ne ha annunciato la nascita. Il progetto “vincente” è quello formato da una cordata di 20 imprenditori locali, “capitanati” dalla società Publisole Spa; i “big” della zona come Orogel e Technogym, Amadori, Conad e PLT Energia – l’ultimo sponsor di maglia del Cesena – sosterrano comunque il nuovo club, ma in qualità di sponsor. La nuova società, di fatto, “utilizzerà” il titolo del Romagna Centro Cesena – società di calcio di Martorano – già iscritta al campionato di serie D. Una sfida nella sfida.

“Smettere di soffrire e tornare grandi” è lo slogan con cui si è presentato il nuovo Cesena FC (o RC Cesena, dipenderà dalla risposta della FIGC) che avrà un budget, per il primo anno di quasi 2 mln di euro, di cui 350mila destinati al settore giovanile (che manterrà squadre e allenatori, oltre alle formazioni femminili). Non si è perso tempo, i neo-bianconeri sono già al lavoro per mettere a punto il nuovo club, completare l’organigramma (serve un nuovo direttore sportivo esperto della categoria: è corsa a due, domani ci sarà il nome) e staff tecnico (per la panchina è stato confermato Giuseppe Angelini arrivato a giugno al posto di Nicola Campedelli). Un compito non semplice, quando ci sono oltre novemila tifosi da far felici. Il Cesena ha chiuso lo scorso campionato sul gradino più alto del podio della serie B per abbonamenti.

Intanto, l’impegno del Comune per il calcio a Cesena prosegue in modo significativo. Non a caso, nella variazione di bilancio presentata al Consiglio comunale proprio oggi, una quota importante, per un valore complessivo di circa 1 milione di euro, è destinata proprio a questo scopo: nel dettaglio, attraverso l’utilizzo degli avanzi di bilancio, 290mila euro saranno messi a disposizione per coprire le due rate non pagate e quella in scadenza imminente del mutuo acceso con il Credito Sportivo per i lavori eseguiti allo Stadio nel 2010, ai tempi della promozione in A. Altri 700mila euro, invece, saranno stanziati per completare i lavori previsti all’Orogel Stadium “Dino Manuzzi”,  a partire dal rifacimento del campo di gioco.

 

Annunci