L’Aquila verso la sparizione. La Massese si salva grazie agli italo-svizzeri

di Basilio Gaburin | 26.7.2018 | 8.46

Risultati immagini per l'aquila calcio
L’Aquila sarà costretta a ripartire da zero

La città de L’Aquila potrebbe non avere la propria squadra di calcio nonostante i tentativi di salvezza in extremis. La situazione, a poche ore dal termine dei ricorsi, sembrerebbe propendere in maniera netta verso la sparizione del calcio. Dopo alcune annate ai massimi livelli con campionati di Lega Pro condotti grazie all’esperienza di Nunzio Zavettieri in panchina – che tra l’altro ha saputo valorizzare tantissimi giovani – dovrà ripartire dai campionati provinciali. Capita. Anche troppo spesso.

Risultati immagini per massese calcio

Piange L’Aquila e non può far altro. Sorride invece Massa, dopo tanto soffrire. Dopo il ‘’gentile’’ rifiuto del latinense Antonio Aprile, la società Unione Sportiva Massese 1919 con una nota ufficiale ha reso noto quello di cui sotto traccia si parlava con insistenza negli ultimi giorni. Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 25 luglio, i nuovi acquirenti – si tratta di una cordata italo-svizzera – sono arrivati allo stadio e hanno tranquillizzato tutti, comunicando già chi saranno allenatore, direttore generale e direttore sportivo. Nomi importanti e conosciuti che fanno ben sperare nella prossima e imminente costruzione della squadra.

Gli italo-svizzeri, con molta concretezza, hanno subito fatto capire che come massima priorità c’è la squadra e iniziare a fare calcio, tanto che hanno rimandato la loro presentazione e dell’organigramma societario a dopo il ritiro, ma si sono fatti vedere per mettere in chiaro che la Massese ha una nuova proprietà, con disponibilità economiche e un progetto serio e già partito, progetto che ha convinto ed è stato avallato dai sempre presenti tifosi che, come già detto più volte, rimarranno in società con una quota minoritaria.
Di seguito il comunicato nel quale vengono presentati allenatore, dg e ds:

Unione Sportiva Massese 1919 è lieta di comunicare che è stato raggiunto un accorto verbale per la cessione della società. I nuovi acquirenti, italo-svizzeri, si sono presentati nella giornata di oggi a Massa dove hanno preso visione dell’impianto sportivo, prendendo contatto anche con la nuova amministrazione e ponendo infine le basi per la prossima stagione.

Già in fase di programmazione anche il ritiro che partirà, salvo problemi, mercoledì 1 agosto e terminerà il 13, presso Careggine (LU). Dopo il ritiro i giocatori avranno due giorni di riposo, al rientro ci sarà la presentazione della nuova società con tutti i giocatori, con conferenza stampa aperta al pubblico.

Questi i primi nomi ufficializzati che faranno parte del nuovo staff della Massese:

  • Allenatore Caneo Bruno, che vanta diverse panchine con Mantova, Cecina, Peloro, Savona, Rende e Parma (U19), dal 2006 al 2011 ha fatto poi il vice di Gasperini con Genoa e Inter, si è rimesso in gioco con la Civitanovese per approdare a Massa dopo un’ultima stagione che l’ha visto fare il vice di Alberto Cavisin in Serie C a Santarcangelo.

– Paolo Taveggia sarà invece il direttore generale, di lui si ricordano sopratutto le stagioni dall’86 al ’92 dove era direttore generale del Milan di Arrigo Sacchi con cui vinse praticamente tutti i migliori titoli sportivi per club, dal Campionato Italiano alla Coppa Intercontinentale, passando ovviamente dalle vittorie della Coppa Campioni.

  • Infine Gianni Rosati sarà invece il direttore sportivo, nel suo passato, tra le tante squadre, si ricordano Reggina e Fermana.

Risultati immagini per serie d

Annunci