Iscrizione in Serie D, è un’ecatombe? Credevamo peggio…

Prime Day

Bonus Cultura su Amazon

di Matteo Troiani | 13.7.2018 | 18.58

Risultati immagini per pallone e soldi

Se la Serie C piange, in Serie D c’è poco da stare allegri. Sono scaduti da pochi minuti i termini per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie D 2018-2019. Dalle ore 18.01 infatti non è più possibile inviare la documentazione online perchè il sistema stesso della Lega Nazionale Dilettanti respingerà ogni inoltro.

Stanti le cose, sarebbero quattro i club che non hanno inviato la domanda di iscrizione online al prossimo campionato di Serie D. Si tratta di Fondi, Igea Virtus, Akragas e Villabiagio. Stiamo parlando di società – relativamente alle prime tre – che hanno conosciuto i fasti della Serie C1 e C2, club di una certa importanza e con un bacino di spettatori invidiabile – limitatamente ai barcellonesi e agli agrigentini – che avrebbero fatto gola a qualsiasi dirigenza. Invece la dura realtà dei fatti impone che queste quattro società non giocheranno in Serie D il prossimo campionato. Non stanno meglio Pomigliano, Nocerina, Gela e Campobasso che hanno presentato domanda di iscrizione incompleta e che quasi sicuramente sarà bocciata dalla Co.Vi.So.D. Servirebbe solo un miracolo per ripianare la situazione.

Finora abbiamo rigorosamente usato il condizionale perché mancano comunicazioni ufficiali da parte della Lega Nazionale Dilettanti. C’è da augurarsi una celere puntualità in merito ai club esclusi dal campionato di Serie D per non aver depositato in tempo la domanda di iscrizione. Per tutti gli altri si dovrà attendere l’analisi della Co.Vi.So.D. che potrebbe bocciare le istanze presentate in modo incompleto entro il 20 luglio. Ci sarà poi tempo fino al 26 del mese per presentare ricorso da parte dei club bocciati. Una vera ecatombe per il momento.

Ovviamente è ancora presto per tracciare bilanci perché a mano a mano gli uffici stampa delle società coinvolte in questa situazione drammatica e imbarazzante comunicheranno la realtà dei fatti. Aveva cominciato la Lupa Roma nel primo pomeriggio e per questo non l’abbiamo inserita tra le ”pericolanti”. Poi è stata la volta dell’Akragas e del Villabiagio. Per le altre potremmo essere chiari a breve.

akragas calcio, Agrigento, Sport

«Alessi vattene, meritiamo rispetto». E poi ancora: «Meglio radiati che svergognati».I tifosi dell’Akragas rispondono così, con due scritte apparse ieri mattina nelle pareti esterne dello stadio, all’ultimatum del presidente in carica che si era detto disponibile a iscrivere la squadra al campionato di Serie D e garantire un supporto, con un contratto di sponsorizzazione, a condizione che la holding iraniana da tempo in trattativa con la dirigenza, desse un segnale concreto di volere concludere l’acquisizione.

In ogni caso nessuno ha risposto al suo appello e così sarà decretata la scomparsa del club. Nessun commento da parte del presidente Silvio Alessi alle esternazioni dei tifosi che hanno imbrattato le pareti della struttura per contestarlo. Non sono arrivate neppure dichiarazioni ufficiali sulla vicenda che, tuttavia, appare chiara. Purtroppo, nel giro di pochi anni, otto per l’esattezza, l’Akragas ripiomba nel dimenticatoio. Come sono lontani tempi in cui gli agrigentini arrivarono a sfiorare la serie B con i vari Elvy Pianca, Arcoleo, Lojacono e Mujesan. ltri tempi, altro Akragas.


L’Igea Virtus si è iscritta regolarmente al prossimo campionato di Serie D

Trattativa conclusa all’ultimo minuto tra la vecchia dirigenza e il dott. Grillo. Il club barcellonese era tra le società siciliane più a rischio iscrizione insieme all’Akragas
La società Asd Igea Virtus Barcellona comunica che, in data odierna, è stata inviata la documentazione necessaria per l’iscrizione al campionato di Serie D 2018/2019.
Tale iscrizione è stata perfezionata dalla vecchia società e dal nuovo socio, dott. Filippo Grillo, nelle mani del quale, a breve, passerà l’intera proprietà.
Poiché la trattativa è nata solo nelle ultime ore, non è stato possibile completare, per motivi tecnici, la fideiussione bancaria che sarà prodotta nei prossimi giorni.
A breve il club giallorosso comunicherà i dettagli di questo passaggio societario in una conferenza stampa in data e luogo da stabilire e che saranno successivamente comunicati.

Comunicato stampa Asd Igea Virtus Barcellona


Centocinquantanove su centasessantadue aventi diritto. Sembrava una situazione catastrofica e invece sono soltanto due le società che si sono definitivamente chiamate fuori dai giochi: Akragas e Villabiagio più il Fondi abbandonato al proprio destino dal nuovo Presidente dell’Aprilia Racing Club. Le altre si sono salvate all’ultimo momento oppure si salveranno entro il 26 luglio. Credevamo peggio.

Annunci

Tiscione a Latina: è qui la festa…

di Basilio Gaburin | 13.7.2018 | 18.54

Risultati immagini per filippo Tiscione calciatore

 

Aveva ragione chi l’ha visto a Latina: quasi fatta per Filippo Tiscione in nerazzurro che ha battuto sul foto-finish la concorrenza del Catanzaro. Così scrive il club di Piazzale Prampolini a proposito del grande colpo di mercato:

Definita la parte burocratica del tesseramento dell’attaccante Filippo Tiscione. Si spengono cosi le voci di mercato che davano il professionista palermitano altrove. In realtà il pressing del DS Emanuele Germano e del presidente Antonio Terracciano arriva a definire questo colpo di mercato che rafforza ulteriormente il reparto di attacco del Latina Calcio 1932. Anche Filippo Tiscione ha preso parte agli allenamenti di oggi in vista della gara di domani contro la Roma. In arrivo dalla Ternana con un contratto biennale ancora in tasca, Tiscione scende di categoria per rappresentare un ulteriore valore della rosa di Mister Carmine Parlato che comincia ad avere una ossatura importante.

Un in bocca al lupo al giocatore di Palermo è doveroso così come il benvenuto nella nostra città. Il suo estro, la sua bravura, la sua velocità e le sue doti tecniche – avevamo scritto in altro articolo – servirà alla causa nerazzurra.

 

Latina: Angelo Alario risponde presente!

di Redazione | 13.7.2018 | 17.39

Alario

Il centrocampista Angelo Alario ha rinnovato con il Latina Calcio 1932. Lo comunica il club nerazzurro attraverso i propri canali social informando, tra l’altro, che il diciannovenne napoletano è già da oggi a disposizione di Mister Carmine Parlato presso l’ex Fulgorcavi per preparare al meglio la gara amichevole di domani alle 18,30 contro la Roma. Definito anche per lui l’ingaggio dopo le buoni prestazioni dello scorso anno: si tratta di un’altra importante conferma per la regola degli under nel campionato di serie D che si unisce alle altre dei giorni scorsi. Soddisfazione sia del DS Emanuele Germano che per Alario che vestirà ancora la casacca nerazzurra.

Prime Day

 

Tiscione è stato visto a Catanzaro. Può essere un sosia?

di Matteo Troiani | 13.7.2018 | 15.03

Risultati immagini per filippo Tiscione calciatore

La Ternana Calcio poche ore fa comunicava ufficialmente che il trentaduenne calciatore Filippo Tiscione ha risolto consensualmente il contratto che lo legava alla Società rossoverde. Il nome del palermitano Tiscione nei giorni scorsi era stato accostato a quel Catanzaro che sta allestendo una squadra per tentare di vincere il campionato meridionale della serie C. Questa mattina, invece, è stato dato per certo vicino alla firma con il Latina. L’estrosa (e tascabile) ala sinistra, nella seconda parte della stagione appena conclusa, ha militato nelle fila del Matera con Gaetano Auteri in panchina. A Latina troverebbe Parlato e una Serie D “a vincere” mentre al Catanzaro lotterebbe per riconquistare la serie B con quell’Auteri che a Matera lo ha fatto rinascere come giocatore dopo le esperienze in chiaro scuro di Akragas e Fondi. Qualcuno giura di averlo visto all’Aereoporto Civile di Lamezia Terme intorno a mezzogiorno mentre qualcun altro giura di averlo visto, più o meno alla stessa ora, dalle parti dello Stadio Francioni. Ci saranno due Tiscione oppure uno dei due è un sosia? Può anche darsi che abbia il dono dell’ubiquità ma – a parte gli scherzi – un giocatore come Filippo Tiscione servirebbe davvero al Latina vuoi per la sua esperienza maturata tra i campi in puzzolana della D, vuoi per tutte le altre caratteristiche che gli hanno permesso di giocare fino in serie B.


 

Risultati immagini per booking

A Teramo importante stage di calcio per giovani leve

 

di Redazione | 13.7.2018 | 9.53

Risultati immagini per calcio dilettanti

Riceviamo e pubblichiamo

Importanti società di calcio professionistiche e dilettanti italiane, in collaborazione con le principali scuole calcio di tutta Italia, nelle giornate del 16-17-18 luglio 2018 organizzano uno Stage presso la città di Teramo allo scopo di valutare leve calcistiche 2000, 2001, 2002, 2003, 2004 per soddisfare le richieste di prime squadre e settore giovanili di club di Serie C, Serie D ed Eccellenza. Allo stage interverranno importanti Osservatori e Procuratori di calcio 

Per info:

Risultati immagini per osservatori di calcio

 

Legge di Bilancio 2018: la LND chiede abrogazione del regime co.co.co. per le prestazioni sportive

di Redazione | 12.7.2018 | 23.51

Risultati immagini per lnd

Potrebbero esserci delle importantissime novità per quanto riguarda i tesseramenti nei campionati dilettantistici.

La Lega Nazionale Dilettanti, infatti, si appresta a chiedere l’approvazione di un emendamento alla Legge di Bilancio 2018 per l’abrogazione del comma 358 dell’art.1. La norma obbliga le società e le associazioni sportive dilettantistiche senza scopo di lucro a contrattualizzare – in regime di co.co.co. – tutti coloro che rendono prestazioni sportive dilettantistiche alle stesse società/associazioni (atleti dilettanti, giudici di gara, allenatori dilettanti, componenti di commissioni, ecc.) che, in chiara sostanza, comporta soltanto oneri burocratici di cui beneficeranno solo gli studi di consulenza del lavoro, rendendo, per altro, sempre più difficile e gravosa la vita delle società dilettantistiche.

Risultati immagini per soldi e calcio

 

 

 

La scure della CoViSoc su tre società di B. Prevedibili stangate anche in C

di Redazione | 12.7.2018 | 20.51

Risultati immagini per giustizia sportiva calcio
La temutissima Commissione di Vigilanza delle Società calcistiche ha emanato la propria sentenza: per Avellino, Cesena e Bari niente serie B qualora non dovessero presentare la documentazione idonea, entro le ore 18.00 di lunedì 16 luglio. Va da sé che potrebbero esserci due punti di penalizzazione per ogni illecito commesso dalle società non in regola. Ed è solo l’inizio. Entro giovedì 19 luglio, esaminati i ricorsi, le Commissioni esprimeranno parere motivato al commissario straordinario della Figc che nella giornata di venerdì 20 luglio, deciderà sulle concessioni delle licenze nazionali. In caso di responso avverso, le società escluse avranno ancora la possibilità di ricorrere al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni il 26 luglio.
Il 20 luglio sarà la data fondamentale, dove la FIGC presenterà la decisione finale sulle iscritte. Da questo momento in poi, potrebbero presentarsi eventuali ripescaggi. E’ scontato che in serie C se ne verifichi almeno uno, considerando la fusione tra Vicenza e Bassano, che ha lasciato uno tassello libero nello scacchiere della terza serie italiana. In serie B, il quadro generale appare piuttosto complesso. Anche l’Avellino, come anticipato ieri, attende che si pronunci la Covisoc, per sapere se ha tutto in regola.

Bari e Cesena sembrano essere sull’orlo della fine, ed entrambe stanno cercando di arginare la critica situazione economica con riunioni e visite in FIGC. I pugliesi, secondo indiscrezioni, starebbero cercando disperatamente tre milioni. Dopo un cda agognante, sembrerebbe che si tenga in conto capitale il milione e mezzo investito dal presidente Giancaspro per il pagamento delle mensilità da marzo a maggio. Quest’ultimo, inoltre, resterebbe come socio di minoranza.
Capitolo Cesena: dopo la parvenza illusoria del fondo inglese, poi rivelatasi una strada non percorribile, non sembrano esserci novità positive. Oggi, però, è in programma un consiglio comunale riservato esclusivamente alla compagine bianconera. Inoltre, il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, è stato ieri in FIGC a Roma per dei chiarimenti. Tuttavia, la stessa FIGC rifiuterà la domanda della serie B di bloccare i ripescaggi. Dunque, in caso di iscrizione respinta di qualche club cadetto, ci saranno obbligatoriamente ripescaggi in serie C.
In serie C tremano Mestre, Reggiana, Matera, Fidelis Andria, Lucchese, Juve Stabia e Trapani. Problemi anche per Pistoiese, Cuneo, Triestina e Monza. Queste sono le società che la Covisoc ha escluso, in modo preliminare, dai rispettivi campionati di competenza. Anche queste società di Lega Pro hanno tempo sino alle 18.00 di lunedì prossimo per mettersi in regola.
Prive di qualsiasi fondamento le dichiarazione del presidente del Bisceglie, Nicola Canonico, che sostiene di voler eventualmente trasferire a Bari il titolo dei nerazzurri pugliesi. In virtù degli articoli 17 e 18 della carte federali sono scaduti tutti i termini. Canonico, con le sue dichiarazioni avventate, rischia di alimentare soltanto ulteriore confusione (esattamente quello che successe dodici mesi fa ad Antonio Pezone che avrebbe voluto trasferire il titolo sportivo da Fondi alla città di Latina presentando istanza con evidente ritardo).

Risultati immagini per lega pro serie c