Tutti pazzi per la ‘’Freccia Nera’’ Mokka Thea

Torres, Castiadas, Finale Ligure e Sestri Levante in fila per ingaggiare il veloce attaccante. Il Procuratore: ”Vedremo, aspettiamo una chiamata anche dalla Serie C”

di Salvatore Condemi | 6.7.2018 | 8.19

La Torres ha annunciato gli ingaggi di due punte che arrivano direttamente dalla nazione ellenica. Si tratta del classe 1995 Vangelis Xagoraris e del classe 2000 Kostantinos Morfakis. La promessa di aiutare la Torres nel suo percorso di crescita è stata mantenuta dall’ex rossoblù Theofilos Karasavvidis. Vangelis Xagoraris ha vestito le maglie di Apolon Under 20, Ilysiakos, Acharnaikos ed Ae Mylopotamou. Di Morfakis, invece, non si hanno molte notizie.

Risultati immagini per pino tortora allenatore

L’allenatore del Sassari, Pino Tortora

A Sassari, inoltre, potrebbe giungere l’ex attaccante del Roccasecca (Eccellenza Lazio gir. B) Thea Mokka l’attaccante ventenne in predicato di essere ingaggiato dal Finale Ligure ma che piace tanto al tecnico sassarese Pino Tortora. La Torres dovrà battere l’aggressiva concorrenza del Castiadas pronto a fare follie per il velocissimo attaccante originario della Guinea Africana che piace anche a Finale Ligure e Sestri Levante. Raggiunto telefonicamente Daniele Deri, Procuratore del ragazzo, si è espresso così: “Stiamo valutando tutte le richieste che ci stanno pervenendo. Il ragazzo scalpita e vorrebbe giocare in Italia in qualsiasi categoria ma non ci pensiamo minimamente a gettarlo nella mischia in una D a perdere. Sassari e Castiadas sarebbero piazze importanti così come il Latina. Ma se il Racing Club Aprilia andasse in C…

Mister Ferazzoli potrà contare sull’intelligenza tattica e la qualità sopraffina del cervello di centrocampo classe ’84 Mario Barone che ha rinnovato l’impegno contrattuale con il club laziale. Il “Pirlo” della D è uno specialista di promozione dalla quarta serie in C e vanta trascorsi con Massese, Sambenedettese, Lupa Castelli, Sora, Nocerina e Neapolis. Continua quindi la costruzione di un Albalonga sempre più completo e competitivo.

Marco Manetta, che nell’ultima stagione ha collezionato 27 presenze col club peloritano del Messina, sarebbe ad un passo dal tornare nel Lazio e precisamente nel Cassino di Mister Urbano. Il difensore centrale nato a Roma 27 anni fa, ha accumulato molta esperienza tra serie C e quarta serie nelle fila dell’Olbia, Isola Liri e Città di Castello.

A proposito del club peloritano, non sembra trovare pace il Messina. Le ultime dichiarazioni rilasciate dal patron Pietro Sciotto, e riportate da Messinasportiva.it, potrebbero gettare nello sconforto i tifosi biancoscudati. Queste le parole di Sciotto sconfortato dalla rottura coi propri tifosi: “I club già ai primi di giugno mi hanno sfiduciato e poi sono stati esposti una ventina di striscioni, anche fuori dall’azienda di famiglia, con l’invito esplicito ad andarmene. Anche per questo motivo ho messo la squadra in vendita, ma non vi sono state offerte credibili. Con un ambiente ostile e il rischio di un boicottaggio non ha senso proseguire. Non pretendo le scuse da parte di nessuno, ma spero in un ripensamento dei tifosi, che dovrebbero comprendere gli sforzi che ho compiuto. Se entro pochi giorni non avrò risposte positive, rinuncerò all’iscrizione. L’entusiasmo l’ho perso per strada, spero di recuperarlo nei prossimi mesi se deciderò di proseguire. Non mi sono fermato e in queste settimane ho dato seguito ai contatti volti alla definizione di una nuova dirigenza e dello staff tecnico. Unione col Città di Messina? Forze fresche in società sono ben accette, ma chiaramente serve anche un loro impegno economico. Se ad investire sarò soltanto io, voglio avere la paternità delle scelte’’.

Annunci