Latina, ecco Samuele Guddo, portiere per caso

di Redazione | 31.7.2018 | 18.14

Risultati immagini per samuele guddo palermo

Il Latina Calcio 1932, attraverso i propri canali social, rende noto di aver ingaggiato dal Palermo il portiere Samuele Guddo. Classe 1999, il ragazzo ha sempre i pali nella città siciliana totalizzando 59 presenze.

Andiamo a scoprire più da vicino Samuele Guddo, il nuovo portiere del Latina. Non è che si sappiano tante cose sul suo conto se non che ha lo stesso valore di mercato dell’altro portiere nerazzurro Andrea Bortolameotti, stimato intorno ai 75mila euro che, in Serie D, non sono certamente pochi. Ecco cosa disse in un’intervista rilasciata a “Mondoprimavera.com”: «Non ci crederete ma all’inizio non ero portiere ma difensore centrale. Poi durante un torneo, ricordo che il portiere s’infortunò e quindi noi difensori abbiamo sorteggiato chi dovesse passare tra i pali. E’ toccato a me e da quel momento non sono più uscito dai pali. La prima gara in Primavera è stata davvero emozionante. Eravamo contro l’Inter, pure in diretta televisiva. Marson era con la prima squadra e solo il giorno prima ho saputo di dover giocare».

Il benvenuto a Samuele, portiere per caso, è quindi d’obbligo.

Risultati immagini per samuele guddo palermo

 

Annunci

Avellino fuori dalla serie B e la reazione a cascata

di Redazione | 31.7.2018 | 16.51

Risultati immagini per avellino calcio

“…Visto che, alla stregua di quanto emerso dalla discussione orale e dalla documentazione prodotta dalla ricorrente, quest’ultima, sotto il profilo sostanziale apparirebbe in possesso dei requisiti di idoneità e sostenibilità finanziaria; considerato, peraltro, che il C.U. n. 49 nel quale è indicata una scansione procedimentale enormemente ristretta, ma nondimeno vincolante, non è stato impugnato nei termini previsti, il Collegio non può valutare la legittimità di tali criteri formalistici e respinge il ricorso”.

Le ultime righe del comunicato sono irrimediabilmente chiare: l’Avellino è fuori dalla Serie B. E pur avendo tutti i requisiti di idoneità e sostenibilità finanziaria, non ha impugnato nei termini previsti il provvedimento di bocciatura. Sembra paradossale ma è così. La società è in regola ma non può iscriversi al campionato di serie B perché, in concreto, ha sbagliato tecnicamente il ricorso. Un’autorete clamorosa che però nulla vieta il ricorso al Tar. L’Avellino può appellarsi al Tribunale Amministrativo e far valere le proprie ragioni. Il Collegio di Garanzia del Coni può aver offerto un assist importante nel dichiarare “il possesso dei requisiti di idoneità e sostenibilità finanziaria”.

L’esclusione degli irpini, ancorché sommaria, apre le porte a Novara, Catania e Siena pronte al grande ed auspicato balzo in B. Ovviamente i tre ripescaggi in cadetteria aprono le porte ad altrettante squadre di D pronte a brindare per il salto di categoria. Un po’ come una reazione a cascata o effetto domino. Al momento sarebbero cinque le società che hanno presentato domanda per il ripescaggio in terza divisione ma a tutt’oggi non si sa quali saranno le premiate. E’ sicuro per la Cavese, facile per l’Imolese, probabile per il Como, possibile per il Messina. E forse anche per la Juventus che si presenterebbe con una squadra B. Ma al 31 luglio siamo ancora nel campo delle ipotesi.

Serie D – Il calciomercato del Girone G: due talenti vicinissimi al Latina

di Basilio Gaburin | 31.7.2018 | 9.53

Risultati immagini per calciomercato

Non ci sono grandissime novità sul fronte calciomercato in una serie D che deve fare i conti su budget esigui e spesso – anzi troppo spesso – risicati. Oramai, tra l’altro, le squadre sono pressoché assemblate anche se qua e là serve qualche puntello, com’è giusto che sia.

In casa Latina il più è fatto. Serve tutt’al più, come riferito dal DS Emanuele Germano nell’ultima conferenza stampa, un under esterno alto di fascia sinistra ed un factotum nella zona nevralgica del campo, sempre under. Due figure difficili da reperire in questo frangente di sessione estiva in quanto i ragazzi talentuosi, nella maggior parte dei casi, sono già accasati. L’unica soluzione sarebbe quella d’attingere alle società di Promozione ed Eccellenza. E’ da intendersi come un azzardo oppure una scommessa vera e propria ma chi ha talento sa giocare sia in prima categoria che nel massimo campionato dilettantistico. E se dovesse andar bene si potrebbe dire ‘’è nata una stella’’.

A proposito di azzardi, l’Albanova ha tesserato il centrocampista classe 2000, Alessandro Madonna, piede destro, lo scorso anno tra le fila della Maddalonese, Eccellenza Campana.

L’Anzio riparte da Tommaso Volpi. Dopo le esperienze maltesi ed una fugace apparizione a Foligno, l’allenatore laziale torna in sella nella sua regione e lo fa divenendo direttore tecnico dell’Anzio, formazione attualmente in eccellenza ma in odore di ripescaggio in serie D per l’ottima posizione nella speciale graduatoria.

Inizia a prendere forma il nuovo Lanusei. Dopo l’arrivo dello spagnolo Jorge Merino e di Bernardotti – senza dimenticare l’importante riconferma di Gianluca Cacciotti – il sodalizio sardo continua ad ospitare laziali d’esportazione. È il caso del classe ’98 Daniele Nannini. Cresciuto nel settore giovanile della Roma e reduce dalle formative esperienze con Flaminia, Lupa Roma e Monterosi, andrà a rimpolpare il pacchetto di centrocampisti in forza a mister Gardini che lo ha fortemente voluto dopo averne testato affidabilità e qualità con oltre 50 presenze negli ultimi due anni in D.

Risultati immagini per serie d

‘’Liberaci dal male’’: anche questo sarà un cast d’eccezione

di Salvatore Condemi | 30.7.2018 | 20.07

Casting affollato all’Agriturismo “La Selva” di Cassino. Come sempre. Anche per il prossimo lavoro di Daniele Santamaria Maurizio e Manuel Kerry con la sua Human Value Film Production si sono presentati in gran numero presso la suggestiva location cassinate scelta ad hoc dalla produzione.

D’altronde, il binomio costruito dal regista e dal produttore esecutivo ed il successo ottenuto con “Undicesimo Comandamento non deviare”, “Bologna 2 Agosto, i giorni della collera” e tutti i lunghi e cortometraggi partoriti dalla mente istrionica e visionaria del regista pontino, richiamare decine e decine di aspiranti attori, comparse e figuranti è facile, facilissimo. Personaggi ovviamente variegati ma pur sempre normali la cui aspirazione sarebbe quella di recitare, magari entrando dalla porta di servizio nel mondo della celluloide anche grazie a piccolissime parti e comparsate. Si vede di tutto: dall’operaio al professionista, dalla casalinga all’infermiere passando per coloro che in teatro e nel cinema hanno già lavorato. O ci stanno lavorando. Come sempre. Il film: difficile, difficilissimo, un tema importante, scottante, attualissimo. Un cortometraggio drammatico infarcito di tanto thrilling e di quel noir che non guasta mai laddove si consuma il secondo capitolo della ‘’trilogia del male’’ il cui sfondo è la perenne lotta tra il bene e il male e quello che rappresenta la via giusta contrapposta a quella sbagliata e con l’esoterismo che la fa da padrona. Sette religiose – appunto – ramificazioni contorte, storie devianti, vicende cupe ed avvenimenti morbosi si intrecciano in un contesto abbastanza provinciale ed apparentemente sonnacchioso come lo può essere il basso Lazio. Non vogliamo anticipare nulla anche se la storia in sé è intrigante come ogni opera partorito dalla mente dell’artista pontino e prodotto da quel vecchio lupo di spettacolo qual è Kerry. E non ci rimane che ritornare al Casting. Abbiamo assistito a delle performance selettive di prim’ordine: una ragazza di diciassette anni ci ha estasiato con un pezzo scritto da lei; un ragazzo frusinate ha recitato talmente bene in siciliano da somigliare a Totò Riina che bastava chiudere gli occhi per sentirne la presenza (ancorché ingombrante) del Capo dei Capi; una ragazza di Bologna ha recitato magnificamene Stanley Kubrik e la sua Eyes Wide Shut. Splendido. Da questo semplicissimo esempio nasce la consapevolezza che il cast, anche questa volta, sarà d’eccezione. D’altronde se Antonio Lanni, Attore con la A maiuscola, ha deciso di farne parte, la consapevolezza aumenta a dismisura. E’ certezza allo stato puro

img_20180730_103536758094818781764362.jpg

Serie D – Offerto Fontanella al Locri. Due anni fa sarebbe dovuto arrivare al Latina

di Basilio Gaburin | 28.7.2018 | 16.15

Risultati immagini per mario fontanella calciatore

Il Ladispoli si rafforza con un attaccante di grande esperienza. Jacopo Camilli, classe ’86, ritorna dagli Stati Uniti dove ha militato nel Miami United. Camilli nella sua lunga carriera ha vestito le casacche di Pro Calcio Tor Sapienza, Villanova, Flaminia Civitacastellana e Lupa Frascati.

Nel Trastevere rinnova per il quarto anno la punta classe ’96 Davide Lorusso dato per certo alla Reggina qualche settimana fa. Con l’arrivo dell’esperto Maritato in amaranto, al giovane attaccante romano non è rimasto che continuare con la squadra capitolina benché molte siano state le richieste all’Agente del calciatore.

Nell’Ostiamare rinnova il centrocampista classe ’93 Cristian Bellini.

Il Monterosi ha tesserato il centrale classe ’93 Eugenio Giannetti, la scorsa stagione diviso tra Civita Castellana e Dro’

Isernia: arriva il difensore classe ’93 Daniele Frabotta, ex Olympia AGNONESE
Viareggio: ingaggiati i centrocampisti classe ’93 Federico Virga, ex Albissola e Yuri Papi
Portici: dal Gladiator preso il centrocampo Simone La Torre
Città di Messina: in difesa ecco il,classe ’86 il brasiliano Ronaldo Trevisan Da Silva
Vis Afregolese: tesserato il centrocampo classe ’91 Vincenzo Pontillo, la scorsa stagione nella Turris
Virtus Francavilla: confermati i centrocampisti il classe ’98 Vincenzo De Santis ed il classe ‘ 86 Giacinto Ferraiuolo
Gravina: a centrocampo preso il,classe ’86 Elio Nigro, ultima stagione nell’Ebolitana
Gela: per la guida tecnica accordo con Karel Zeman ex tecnico di Reggina e Santarcangelo
Palmese: preso il difensore classe ’85 Raffaele Gambuzza, ex Team Altamura
Savoia: arriva il centrocampista under classe ’99 Gaetano Maranzino, ex giovanili Spal
Crema: ecco la punta esterna classe ’93 Davide D’Apollonia
Marsala: preso il portiere classe 2001 Mario Giappone, ex giovanili Palermo
Bari: come guida tecnica arriva la candidatura dell’ex commissario tecnico di Cuba Lorenzo Mambrini.

E finiamo con il Locri che per rinforzare il reparto offensivo ha ingaggiato la punta classe ’88 Attilio Angotti, ultimo campionato in Eccellenza con il Soriano dove, in 27 presenze, ha siglato ben 22 reti. Da lunedì la squadra amaranto si radunerà agli ordini di Mister Scorrano per dare inizio al pre-campionato presso lo Stadio di Gioiosa Ionica per l’ampliamento del proprio. Aggregato in prova ci sarà anche Moka Thea, 18 reti nellultimo campionato in Eccellenza Lazio con il Roccasecca. Un Procuratore della nostra città ha proposto al DS Francesco Anastasio pure Mario Fontanella, l’attaccante di origini napoletane che tantissime reti ha segnato con il Valletta nel campionato maltese. Il professionista lo aveva proposto due anni fa anche al Latina ma poi non se ne fece più nulla. L’interessamento verso il calciatore classe ‘89 la dice lunga sulle ambizioni della squadra calabrese della Presidente Antonella Modafferi (nella foto sotto).

Risultati immagini per antonella modafferi locri

Ripescaggio? Per il momento la strada non è percorribile

di Salvatore Condemi | 28.7.2018 | 13.54

Volti abbastanza sereni quelli di Mister Parlato e del DS Germano in una conferenza stampa tutto sommato tranquilla dove i protagonisti non hanno detto nulla di nuovo o di quanto non si sarebbe potuto immaginare.

Ringraziando il cielo gli infortuni, che sono la cosa da tenere in considerazione, sono stati pochissimi tranne alcuni affaticamenti muscolari. Sul versante del gruppo, stiamo facendo di tutto per conoscerci meglio e il più rapidamente possibile. Abbiamo iniziato il 18 con due allenamenti al giorno, i ragazzi si stanno ben comportando’’. Così esordisce il tecnico nerazzurro per parlare di questo ritiro pre-campionato caratterizzato dal forte caldo. ‘L’importante è mangiare bene, dormire bene e avere un campo. La Fulgorcavi è un bellissimo centro, la società mi ha messo a disposizione la palestra, la piscina e quindi ho tutto l’occorrente per mettere al servizio della squadra ciò che serve. L’unica cosa è il caldo, faremo in modo di soffrire, calcisticamente parlando ma l’allenamento lo facciamo nel tardo pomeriggio e la mattina alle 9 dove il caldo è meno intenso. La cosa più importante è avere a disposizione ciò che mi serve e di questo ringrazio la società’’. Sul fronte squisitamente tecnico, Parlato sostiene di aver finora provato sempre e solo il 4-3-1-2: ‘Vedremo se questo vestito calza bene ma allo stesso tempo proveremo altri atteggiamenti tattici consoni alle caratteristiche dei ragazzi. Ancora è presto per valutare perché la condizione fisica non c’è e non abbiamo ancora messo abbastanza partite e allenamenti nelle gambe. Lavorando mi renderò conto se posso valutare un’alternativa al modulo di base. Teniamo in alta considerazione che il gioco del calcio ha dei principi semplici: fare gol e non prenderli. I moduli non contano troppo, conta come viene interpretato l’atteggiamento tattico’’.

Con Emanuele Germano si è parlato soprattutto di ripescaggio. “Questa società è nata da poco e deve fare un percorso di crescita. Questo percorso si fa solo lavorando, sempre e duramente. Oggi non ci sono i presupposti per una domanda di ripescaggio perché i parametri che ci impone la Lega sono altissimi. Dobbiamo ragionare sul presente e sul campionato di Serie D. È vero anche che la situazione in cui oggi ci sono i vari ripescaggi, se dovesse cambiare qualcosa a livello di impostazione dei parametri, questa società sarà pronta. Ad oggi non voglio illudere nessuno, la strada non è percorribile. Se tolgono i 300.000 euro valuteremo…’’

Per quanto riguarda il calciomercato: ‘Gli obiettivi principali sono stati raggiunti. Manca qualche tassello tra gli under, valuteremo strada facendo cosa ci propone il mercato. Qualora ci fosse l’occasione giusta, ci faremo trovare pronti. Per ora serve un under basso a sinistra e qualcuno sparso per il campo’’.

Nel giro di poche ore ecco tre nuovi Bari

di Redazione | 27.7.2018 | 20.31

Risultati immagini per bari città

Questa mattina è nata la Società Sportiva Dilettantistica Bari che ha di fatto rilevato il titolo sportivo del Bari in questo momento nelle mani di Decaro. La gestione di questo nuovo soggetto sportivo sarà affidata a Gianvito Giannelli, Marcello Danisi e Gianni Di Cagno. L’obiettivo della società è di realizzare un piano triennale partendo da un capitale sociale pari a 640mila euro. Gli otto imprenditori aderenti al progetto sono: Sebastiano Ladisa (FINLAD S.r.l.), Angelo Disabato (ARIETE Soc. Coop.), Francesco Rossiello (ASSITRADE S.r.l.), Eugenio Bernard (F.lli Bernard S.r.l.), Giuseppe Volpe (La Lucente S.p.A.), Raffaele Catalano (ASSIDEA S.r.l.), Domenico Di Paola (Merula S.r.l.) e Antonio Maria Vasile.

Passano poche ore ed arriva una seconda Associazione Sportiva che si chiama As Bari 1908, costituita nel primo pomeriggio di oggi niente popo’ di meno che a Milano. Il capitale è così diviso: il 70% in mano all’Avvocato Fulvio Monachesi ed il 30% all’Avvocato Emiliano Nitti. A riportarlo tuttocalciopuglia.com che ha pure indicato Perinetti nel possibile ruolo di Direttore Sportivo.

E, per non farsi mancare nulla, nel tardo pomeriggio è nata una terza società facente capo a Nicola Canonico: l‘Asssociazione Sportiva Dilettantistica Bari 1908 (ASD Bari 1908). Nel progetto anche alcune vecchie glorie come Totò Lopez (assumerebbe il ruolo di vicepresidente), Sandro Tovalieri e Pietro Maiellaro.

Risultati immagini per bari tifosi