Barraco resterà in Sicilia? La Palmese sulle sue tracce

Risultati immagini per Dario Barraco calciatore

Secondo quanto raccolto da Goalsicilia.it potrebbe non essere ancora in Sicilia il futuro di Dario Barraco. Il forte esterno, nell’ultima stagione protagonista ad Acireale, avrebbe avuto contatti con il Latina, sua ex squadra, e con il Marsala. Sondaggi anche da parte di altre due compagini, una delle quali è siciliana e giocherà in Serie D. Difficilmente la 32enne ala destra – romana di nascita e oramai in Sicilia da circa tre anni – varcherà lo Stretto. Ambienti vicini al Presidente acese, infatti, parlano di un possibile avvicinamento tra le parti anche perché l’Acireale sta assemblando una squadra con ambizioni di promozione dopo il salvataggio dal fallimento con una sorta di azionariato popolare che, evidentemente, da quelle parti sta dando buoni frutti. Ma l’Acireale e – perché no? – il Latina si devono guardare dalle continue lusinghe che giungono dalla società del Dottor Giuseppe Carbone, Presidente della Palmese – girone meridionale della serie D – che sta facendo modo e maniera per portarselo a Palmi, cinquanta chilometri a Nord da Reggio Calabria.

Annunci

Serie D – Ecco il Nola

di Matteo Troiani | 26.6.2018 | 16.04

Ieri sera il nuovo Nola si è presentato alla città, in Piazza Duomo tanti tifosi e curiosi che volevano scoprire il progetto tecnico per la stagione sportiva 2018/19. Il Presidente De Lucia ha annunciato che sarà Serie D, entusiasmo dunque a mille e primi dettagli sulla rosa che sarà tra conferme e volti nuovi.

L’idea del nuovo Nola è abbastanza chiara, nelle prossime ore sarà perfezionata la trattativa con Nuzzo per il titolo di Serie D salvo ripensamenti dell’ultimissima ora. La società intende regalare a tutta la città un autentico sogno ad occhi aperti che affonderà le proprie basi in un progetto tecnico – imprenditoriale a dir poco avveniristico e futuribile.

Confermati Olivieri (nuovo capitano), Vaccaro e Mocerino, sono stati poi annunciati gli acquisti di Colarusso e Pepe (ex Cervinara) che saranno subito a disposizione di mister Liquidato.

Il nuovo Nola riparte, quindi dalla D, da una nuova società, con quattro grandi colpi di mercato ed un sogno nel cuore: guardare già verso il 2025, l’anno del centenario, strizzando l’occhio alla Lega Pro.

Latina, c’è ancora tempo

di Basilio Gaburin | 26.6.2018 | 15.51

Risultati immagini per tifosi latina calcio

In settimana si attendono gli annunci da parte del Latina. Sarà dunque una settimana particolarmente intensa dopo i dieci giorni che sono trascorsi dalla presentazione di Carmine Parlato che ha visto insediarsi sulla panchina nerazzurra. Dopo l’acquisizione a tiolo definitivo dell’ex Aprilia, Andrea Casimirri, i dirigenti del sodalizio pontino si stanno guardando attorno per non mandare a vuoto colpi importanti. Biondi, ad esempio. Difficilmente, l’ex Rieti, si farà scappare l’opportunità di fare il salto nel professionismo con una Sambenedettese molto ambiziosa. Poi soltanto una ridda di nomi che vengono accostati giornalmente alla importante maglia nerazzurra. Come l’argentino Cuffa e il difensore Dionisi entrambi pedine inamovibili del Rieti dello scorso anno per i quali Parlato stravede. Bisognerà vedere se i due esperti calciatori ambiscono a seguirlo nella città della bonifica e se la società di Terracciano si può permettere un esborso simile. Voci indicano Olivera lontano ma non troppo da Latina che andrebbe a sposare la causa apriliana del nuovo co-Presidente Antonio Pezone. Circolerebbero altri due nomi abbastanza suggestivi: Dario Barraco e Gianluca Galasso, 70 anni in due, che consegnerebbero all’undici pontino tantissima esperienza e moltissima furbizia ma pochissima corsa. Staremo a vedere, tanto c’è ancora tempo. Non troppo, ma ce n’é.

Risultati immagini per barraco Latina

 

Ecco chi è Rocco Commisso, l’emigrato a New York

di Salvatore Condemi | 26.6.2018 | 11.25

Chi è Rocco Commisso, l'ex pizzaiolo italoamericano che vuole comprarsi il Milan

Nonostante la pesante mazzata che dovrebbe precludere le competizioni europee ed una multa che si avvicina ai 30 milioni di Euro, il Milan resta appetibile. Eclissatisi i cinesi che per l’ennesima volta hanno dimostrato di non essere – come sempre – affidabili, adesso scendono in campo due americani: i Ricketts e Rocco Commisso anche se il bottino potrebbe andare in mano al fondo Elliott. Il nuovo socio – che subentrerà a Li Yonghong – entrerà quindi a condizioni ‘’a perdere’’.

Ci sono due trattative parallele per l’acquisto del Milan ridotto in brandelli dopo un anno di gestione cinese. Da una parte i Ricketts, finanzieri americani e proprietari della squadra di baseball dei Chicago Cubs, venuti allo scoperto venerdì scorso quando hanno confermando il loro interesse alla società di Via Turati. Nelle stesse ore il fondo Elliott sborsava i 32 milioni che l’attuale proprietario del Milan avrebbe dovuto versare per l’aumento di capitale. A entrare a gamba tesa nei negoziati è Rocco Commisso, l’imprenditore americano di origini calabresi con la passione innata per il calcio, tanto è vero che ha acquisito la squadra dei ‘’Cosmos’’ qualche giorno prima che il Milan diventasse rovinosamente cinese.

La partita resta serratissima. Tuttavia, ‘’Cumpari Roccu’’ Commisso – sponsorizzato dalla banca d’affari Goldman Sachs – gioca d’anticipo: nelle scorse ore è sembrato che volesse acquistare l’intera società puntando a trattare direttamente con il presidente del Milan. La famiglia Ricketts – assistita da Morgan Stanley – vuole invece entrare nel club rossonero solo dopo la definizione dei rapporti tra Elliott e il famigerato uomo d’affari (che entro ottobre avrebbe dovuto restituire al fondo americano i 303 milioni con i quali ha acquistato il club nell’aprile del 2017). Una cosa è certa: difficile che Li Yonghong possa trovare un socio disposto a entrare con una quota di minoranza. All’orizzonte si profila l’arrivo di un azionista destinato ad assumere un progressivo controllo. Ed ecco, appunto, ”Cumpari Rocco” Commisso.

La domanda è d’obbligo: chi è costui? 69 anni, calabrese di Marina di Gioiosa Jonica, a 45 chilometri dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, arrivato negli Usa all’età di 12 anni, oggi vanta un patrimonio di 4,5 miliardi di Dollaroni. L’uomo che può salvare il Milan ma che non ha voluto sentir parlare della Reggina, è uno che si è fatto da solo. Il calcio? Una semplice passione ma mica tanto visto che ha acquisito il Cosmos. Di lui si sa che lavorava 40 ore a settimana nella pizzeria del Bronx gestita dal padre e nel tempo libero studiava: riuscì a frequentare una delle migliori università americane, la Columbia, grazie ad una borsa di studio ottenuta proprio per le sue doti calcistiche. Oggi è un miliardario a capo della società televisiva via cavo MediaCom (con un fatturato di 2 miliardi di dollari) e della squadra di calcio Cosmos. Un vero italoamericano, ”Cumpari Roccu” Commisso che ostenta la sua ”favola” a ogni piè spinto. Oggi vive nel New Jersey e nel passato ha gestito varie discoteche dove sono passati vari personaggi noti come Little Tony, I Camaleonti, Gianni Nazzaro e I Cugini di Campagna. Mai Mino Reitano a quanto è dato sapere.

Non è la prima volta che Commisso prova a comprare una squadra di calcio italiana. In passato ha detto che avrebbe investito volentieri solo nella Juve di cui è tifosissimo: “Pensavo a un ruolo alla Gheddafi, ma gli Agnelli non hanno bisogno dei miei soldi”. Fu proprio la sua fede bianconera a farlo rinunciare all’acquisto della Samp 17 anni fa. Seguirono altri affari sfumati: il Palermo, il Catania, il Pescara e si è interessato anche all’affare Roma ai tempi della cordata Di Benedetto, prima del ”regno” di Pallotta.

”Mai pensato di acquisire la squadra di Reggio Calabria. Io non ho mai visto una sola partita della Reggina in vita mia, perché dovrei comprarla?” ebbe a dire un po’ di tempo fa quando qualcuno inventò l’accostamento. Chiunque, ovviamente, può fare ciò che gli pare con il proprio danaro così com’è libero di pensarla come meglio gli aggrada. Rocco Commisso, ad ogni buon conto, che si è arricchito grazie agli yankees (anche se le pezze al culo non ce le ha mai avute a quanto è dato sapere) per la maggior parte dei reggini rimarrà sempre ”Cumpari Roccu”, l’eterno emigrante. Forse è meglio così: i soldi fanno venire le vertigini e noi a Reggio Calabria ci accontentiamo di poco: nove anni di serie A ogni 100…

Il calciomercato non stop della Serie D

Risultati immagini per calciomercato

di Mateo Troiani | 25.6.2018 | 23.57

Risultati immagini per carmine parlato rieti

Come abbiamo avuto modo di informare, nel Latina potrebbero arrivare dal Rieti il centrocampista classe ’81 Matias Cuffa ed il difensore classe ’85 Matteo Dionisi. I due seguirebbero Mister Carmine Parlato.

Al Taranto piace il giovane portiere classe 2000 Bartolomeo Scarano, ultima stagione nella Vis Afragolese ma deve battere la concorrenza della Sarnese

Turris: tesserato il centrocampista classe ’90 Domenico Aliperta, ex Altamura con 6 realizzazioni

Il Flaminia riconferma l’attaccante classe ’94 Cristiano Ingretolli e l’esterno classe ’97 Antonio Ferrara

Lentigione: in entrata il centrocampista classe ’98 Cristian Crescenzi mentre lasciano i portieri Andrea Spurio e Jean Marie Borges
L’Adrense per la difesa ha preso il classe ’93 Nicola Calcagnotto ex Calvi Noale ed il classe ’92 Gianlulca Meneghello, ultima stagione nel Matelica. In entrata anche l’attaccante esterno classe ’92 Davide Rossi, ultimi quattro campionati nella Pergolettese
Nella Lavagnese  ecco il difensore classe ’98 Leonardo Vinasi, ultimo anno diviso tra Savona e Varesina
Il Lecco ingaggia il difensore classe ’93 Fabrizio Carboni, ex Gozzano
Nell’Arzignano rinnova il capitano Filippo Fracaro mentre dalla Massese arriva il classe ’90 esterno offensivo Angelo Lombardi
Alla Trestina arrivano tre conferme: si tratta dell’attaccante Mattia Ridolfi, del difensoreKevin Marconi e del centrocamista Silvio Vinagli
Il Cjarlins Muzane per la difesa ha preso il classe ’93 David Cudicio, ex Tamai
Al Trento arriva la punta classe ’92 Davide Bosio, ultima stagione nel Fiorenzuola con 16 realizzazioni
Sasso Marconi: dal Trento per rinforzare la difesa ecco il classe ’85 Aron Giacomoni

Il Montevarchi ha trovato l’accordo con la punta classe ’92 Vieri Regoli, ultime due stagione nel San Donato Tavernelle
La Pergolettese ingaggia ingaggia Matteo Lucenti
All’Imolese prolunga il centrocampista classe ’86 Michele Valentini
Il Bra ha raggiunto l’accordo con la punta classe ’92 Francesco Casolla, ultima stagione nel Dro Alto Garda con 13 reti
Sanremese: ingaggiato il centrocampista offensivo classe ’87 Daniele Molino, ultimo anno a Como con sette reti.
Francavilla: rinnovo per attaccante esterno classe ’92 Ezequiel Pablo Banegas

Risultati immagini per calciomercato