C’era una volta il Fondi

di Salvatore Condemi | 18.6.2018 | 8.19

Antonio Pezone non più tardi di dodici mesi era andato a Fondi credendo di scovare Nizza e Savoia e invece ha trovato un terreno talmente arido da far naufragare un ingarbugliato progetto prima che vedesse i propri albori. C’è anche da dire che l’istrionico e vulcanico Presidente della Racing è un ottimo imprenditore ma non ha molta dimestichezza con il calcio. Questa, se permettete, è una verità tanto irrefutabile quanto sconcertante comprovata da antecedenti buchi nell’acqua.

Il dato certo è che sarà ancora un estate molto movimentata nella cittadina pontina visto che sembra oramai scontata la cessione del titolo sportivo del Racing Fondi da parte dell’attuale proprietario che risulta una persona sagace, dirompente, eclettica e dalle grande risorse umane e, come detto, imprenditoriali. Pezone, tra l’altro, ha manifestato apertamente l’intenzione di abbandonare il progetto in quanto ‘’non ci sono i presupposti per fare calcio se non in perdita’’ vista la scarsissima affluenza dalle parti dello stadio Purificato. Le sue parole hanno attirato l’interesse di qualche dirigente del Terracina evidentemente interessato a rilevare il titolo sportivo che darebbe l’agio ai tigrotti di ripartire dalla quarta serie ma siamo ancora ‘’a caro amico’’ con tutte le incombenze relative all’iscrizione al campionato che si sta sempre più avvicinando. La stessa cosa sta succedendo con il Gaeta di Felice Melchionna che, proprio in questi giorni, ha abbandonato al proprio destino la navicella gaetana chiamata a risolvere le conseguenti problematiche del caso.

Nel frattempo il primo addio è quello relativo al Direttore Sportivo Morrone che da grande professionista qual è ha lasciato l’incarico non avendo raggiunto l’obbiettivo prefissato ad inizio stagione. Attendiamo ovviamente notizie più certe nei prossimi giorni poiché, in caso di cessione del titolo sportivo, il calcio fondano dovrà essere rifondato ripartendo dalle categorie inferiori. Un’altra ipotesi sarebbe quella relativa ad uno scambio di titolo che ovviamente interessa poco ad Antonio Pezone il quale continuerebbe a mantenere in vita il settore giovanile del Racing nel centro sportivo di sua proprietà. La soluzione ottimale sarebbe quella di ‘’scovare’’ un titolo almeno di Prima Categoria. Insomma: c’era una volta il Fondi e adesso non c’è più.

Annunci