Lorusso dal Trastevere alla Reggina: è quasi fatta

Il ventunenne Davide Lorusso, attaccante romano di 184 centimetri per 73 chili di peso, bravo di testa che di piede, gli ultimi due anni al Trastevere – Girone G della Serie D lo stesso del Latina – dove ha siglato 28 reti in 37 presenze totali, piace molto a Massimo Taibi, Direttore Sportivo della Reggina che lo porterebbe subito per metterlo a disposizione di Mister Roberto Cevoli. Secondo indiscrezioni rivelate dal sito di Alfredo Pedullà, le due società sarebbero ai dettagli.

Annunci

Lagnena si accasa alla Turris

Nicola Lagnena, difensore centrale, classe ’86 e torrese di nascita, con una fugace apparizione nel Latina durante lo scorso campionato di Serie D, è un giocatore della Turris. L’ex centrale nerazzurro potrà essere subito a diposizione di Mister Grimaldi. Il DS corallino Governucci ha intanto riportato a Torre del Greco anche la punta centrale Marzio Celiento, classe ’89 che ha realizzato reti per Frattese, Paganese, Cavese e Cassino.  Lo riporta l’Ufficio Stampa del sodalizio Corallino.

Risultati immagini per nicola lagnena

Serie D – Castiadas, il no di Cerbone. Pascucci verso il Monterosi. Luca Cavallo all’Acr Messina?

di Basilio Gaburin | 14.6.2018 | 10.21

Risultati immagini per luca cavallo allenatore

 

Ufficiale il divorzio tra il Monterosi ed il tecnico Marco Savini. Giunto in corsa, nella stagione conclusa lo scorso mese, l’allenatore è riuscito a risollevare le sorti della squadra portandola al tranquillo nono posto finale. La società biancorossa, con in testa il presidente Luciano Capponi ed il direttore sportivo Emiliano Donninelli, è al lavoro per programmare la nuova stagione. Nei prossimi giorni verrà comunicato il nome del nuovo allenatore col quale poi verrà definita la rosa che partirà per l’inizio della preparazione. Giorni fa il profilo maggiormente seguito corrispondeva a Carlo Pascucci ex allenatore del Latina.

Sembrava ormai cosa fatta l’approdo del tecnico Raffaele Cerbone al Castiadas ed, invece, negli ultimi giorni gli scenari starebbero cambiando. Secondo quanto riportato da sardegnasport il tecnico campano potrebbe rimanere sulla panchina del Budoni che ha guidato alla salvezza in questa stagione.

La nuova Nocerina nella giornata di ieri si è presentata a stampa e città. La carica di presidente del club molosso sarà assunta da Danilo Leone, con Corrado Del Giudice responsabile generale e Vincenzo Calce assumerà l’incarico di direttore generale. Per l’occasione si è parlato anche di progetto sportivo e del mercato con Del Giudice che ha assicurato: “Costruiremo una squadra più che competitiva. Sarà una squadra all’altezza della piazza. Posso dire che saranno confermati Vitolo, Giacinti, Cavallaro, Mautone e Manzo. Nei prossimi giorni formalizzeremo con i giocatori che vogliamo confermare. Per il resto stiamo contattando i migliori, per il momento ci sono richieste fuori mercato con attaccanti che chiedono 70.000 euro. Fateci lavorare, non penso che questa società possa far male“.

Messina Città di Messina non si fonderanno come auspicato dal secondo club cittadino una volta conquistata la promozione in Serie D. Il Presidente Pietro Sciotto dovrà continuare da solo l’avventura all’Acr Messina con la speranza e – soprattutto – la necessità di trovare nuove sponsorizzazioni per il club che possano permettere una serena programmazione. Per quanto riguarda la panchina in pole position ci sarebbe Luca Cavallo ex bandiera di Taranto, Pescara e Genoa.

Dopo aver riportato la Fezzanese in serie D dopo solo una stagione di esilio in Eccellenza è confermato sulla panchina spezzina il tecnico Gabriele Sabatini.

Congedatosi dal tecnico Alessandro Grandoni, artefice del miracolo salvezza, lo Scandicci si affida a Lorenzo Vitale come responsabile dell’area tecnica e nominato Claudio Davitti come tecnico della prima squadra dopo la grandissima cavalcata di questa stagione con gli Allievi blues.

Tiene banco in casa Grumentum la questione allenatore. I biancazzurri non hanno ancora individuato la guida tecnica per la prossima stagione. Al momento il direttore sportivo in pectore Mastroberti avrebbe ridotto a tre i candidati: Volini, Fortunato e Finamore.

La società LG Trino comunica, con una nota stampa diramata attraverso i propri canali ufficiali, di aver affidato la guida della squadra ad Andrea Caricato. L’allenatore chivassese, classe 1974, è stato mister del Brandizzo in Promozione e poi Corneliano Roero, Pro Settimo & Eureka e Rivoli in Eccellenza.

Il Romagna Centro comunica, con una nota ufficiale, di aver affidato la conduzione della prima squadra per la stagione sportiva 2018/2019 al tecnico Giuseppe Angelini, nato a Rimini (RN) il 14 marzo 1965.

Risultati immagini per carlo pascucci allenatore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carmine Parlato ci piace: ‘’La pressione? Ce l’ha l’operaio non chi gioca al calcio…’’

di Salvatore Condemi | 13.6.2018 | 23.59img-20180613-wa00058307130534357008423.jpg

Quelle espresse da Carmine Parlato non sono sembrate parole di semplice circostanza. E’, invero, parso molto determinato e convinto della scelta fatta:Per me è un onore essere qua. E so che devo fare in modo di impegnarmi straordinariamente per un obiettivo ancora più straordinario. Da parte mia l’impegno sarà totale, con la professionalità che possa unire la maggior parte di tutti voi verso ciò che vogliamo raggiungere’’.

D’altronde, l’ex allenatore ‘’scudettato’’ ha un palmares di tutto rispetto e sa perfettamente che Latina ed il Latina chiedono molto da lui. Ed è parimenti cosciente che da oggi in poi non può permettersi di sbagliare nulla:Il Latina ha fame e la società ha voglia di raggiungere al più presto i traguardi desiderati. Con il direttore e la società faremo la nostra strategia e cercheremo di portare quegli elementi che hanno la giusta mentalità per questa piazza. Devono essere uomini, avere il rispetto per la città e la tifoseria, impegnarsi al massimo per chi viene allo stadi o a vederli. Le partite si possono vincere anche senza dare il massimo alcune volte, ma chi arriva qui deve sapere che arriva in una società seria, in una città in cui il calcio è uno degli aspetti trainanti e rispettare la maglia che indossa. I profili che cerchiamo devono avere le giuste caratteristiche sia sotto il profilo tecnico che caratteriale. L’importante, più dei “vecchi”, è trovare giovani all’altezza perché rivestono un ruolo molto importante’’.

Carmine Parlato, da buon napoletano, è un fine dicitore ma anche questa espressioni è parsa molto sincera: ‘’Non nascondo che giocando contro il Latina quest’anno, ho visto le emozioni che il calcio ti sa dare e una piazza come Latina entra nel cuore di ogni calciatore e di ogni allenatore. Questo deve essere unito ad un impegno straordinario, oggi tutti siamo orientati a vedere il calcio a Latina in un’altra categoria e non vogliamo accettare la realtà di oggi. È facile fare il tifo per una squadra di A o di B, più difficile è farlo in D ma a Latina il tifo che ho visto è tra i migliori in tutta Italia’’. D’altra parte, lui, Carmine Parlato, deve molto al Latina perchéè stato l’inizio delle mia carriera da calciatore che poi mi ha fatto arrivare sempre più su. Ero molto giovane ma ricordo ancora i derby col Frosinone e solo a vedere e ricordare tutta quella gente e tutti quei tifosi allo stadio, ha fatto in modo di rivivere quelle emozioni e cercare di provare a rivederle’’.

E, per finire, ci ha colpito una frase che sintetizza la sua comprovata serietà professionale e il suo personale concetto del calcio: ‘’La pressione? Ce l’ha l’operaio che si alza alle 6 di mattina e torna alle 6 del pomeriggio per arrivare a fine mese. Noi siamo professionisti. La maggior parte dei giocatori devono passare per piazze come Latina altrimenti non saranno mai calciatori veri. Ben venga la pressione allora’’.

Sì, Carmine Parlato comincia a piacerci.

Serie D – Nel giro di pochi giorni ecco il Modena FC pronto ai nastri di partenza

di Salvatore Condemi | 13.6.2018 | 23.58

I dirigenti del Modena Fc 2018

La società di Romano Amadei, Romano Sghedoni, Carmelo Salerno, Gianlauro Morselli e Paolo Galassini, grazie al certosino lavoro del notaio Aldo Barbati, ha abbandonato il nome con cui era stata costituita, Pro Modena, per diventare Modena Fc 2018. Ecco quindi rinascere il Modena Fc post fallimento. Nelle prossime settimane, non appena la procedura fallimentare lo consentirà, Modena Fc 2018 potrà finalmente acquistare materialmente anche il suo passato – 105 anni di storia senza macchia – dai cimeli al glorioso marchio da esibire soprattutto sulle magliette gialloblù. Subito dopo la firma del contratto approntato dal Comune, il Modena ha iniziato i lavori per rientrare in sede di viale Monte Kosica. Il dg Doriano Tosi, invece, resta concentrato sulla costruzione della squadra che dovrà affrontare il campionato di serie D. Tre i giocatori che il Modena si è già assicurato: la bandiera Armando Perna, il difensore centrale ex Lentigione Stefano Berni e il bomber ex Pergolettese Carlo Ferrario. Tantissime le trattative: per il centrocampo il primo innesto sarà quasi sicuramente Marco Spinosa (’91, Massese), mentre in settimana è in programma un nuovo incontro con l’Atalanta per parlare del ritorno di Federico Chiossi (’99) Un under di qualità sarà Andrea De Pietri Tonelli (’98, Castelvetro). Per l’attacco il nome caldo resta quello di Fabio Lauria (’86, Sanremese).

Risultati immagini per modena fc 2018