La nuova Serie D ancora in alto mare

di Redazione | 12.6.2018 | 15.37

Risultati immagini per serie D

Al momento sarebbero 163 le società aventi diritto all’iscrizione alla quarta serie nazionale. Ma il numero, per forza di cose, avrà un brusco taglio per via delle tante rinunce, dei fallimenti in atto, delle fusioni e dei ripescaggi sia dalla Serie D alla C sia delle società retrocesse dalla D in Eccellenza. Questa la situazione attuale regione per regione anche se abbiamo da segnalare alcune note.

  • ABRUZZO presente con sette società: Avezzano, Pineto, L’Aquila, Francavilla, Vastese, San Nicolò e Giulianova
  • BASILICATA con tre sodalizi: AZ Picerno, Francavilla e Rotonda
  • CALABRIA con cinque: Cittanovese, Roccella, Palmese, Locri e Castrovillari
  • CAMPANIA con dodici aventi diritto: Nocerina, Ercolanese, Gelbison, Portici, Cavese, Gragnano, Sarnese, Pomigliano, Turris, Frattese, Savoia e Sorrento. Bisogna attendere la situazione di Cavese e Nocerina che, verosimilmente, potrebbero richiedere il ripescaggio in serie C.  
  • EMILIA ROMAGNA con quattordici: Fiorenzuola, Forlì, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Romagna Centro, Sammaurese, Sasso Marconi, Vigor Carpaneto, San Marino, Axys Zola, Savignanese, Modena e Santarcangelo
  • FRIULI VENEZIA GIULIA con tre società: Cjarlins, Tamai e Chions
  • LAZIO con quattordici: Albalonga, SFF Atletico, Trastevere, Latina, Aprilia, Cassino, Lupa Roma, Monterosi, Ostiamare, Flaminia, Vis Artena, Anagni, Racing Fondi e Ladispoli. In questo ‘’raggruppamento’’ bisogna attendere le decisioni del Presidente Pezone che ha manifestato la volontà di lasciare le redini del Racing Fondi. In poco meno di un mese è veramente difficile trovare un possibile acquirente e regolarizzare l’iscrizione al campionato a meno che le eventuali parti non abbiano già trovato accordi segreti.    
  • LIGURIA con sei: Lavagnese, Ligorna, Savona, Sestri Levante, Sanremo, Fezzanese
  • LOMBARDIA con ben ventisette società fa la parte del leone in questa serie D: Mantova, Rezzato, Pontisola, Pergolettese, Darfo Boario, Virtus Bergamo, Lecco, Crema, Bustese, Caravaggio, Ciliverghe Mazzano, Scanzorosciate, Ciserano, Cavenago Fanfulla, Sondrio, Villa d’Almè, Como, Caronnese, Pro Sesto, Folgore Caratese, Inveruno, Arconatese, Pavia, Olginatese, Seregno e OltrepoVoghera. Le società potrebbero diventare 25 in quanto per Pergolettese e Crema si potrebbe prospettare una clamorosa fusione. Caso Como: nulla vieta che i lariani possano ambire al ripescaggio. Situazione nebulosa al Cavenago Fanfulla e Caravaggio.
  • MARCHE con cinque: Castelfidardo, Matelica, Recanatese, Sangiustese e Montegiorgio
  • MOLISE con tre: Isernia, Campobasso e Agnonese
  • PIEMONTE con sette partecipanti: Stresa, Pro Dronero, Chieri, Borgosesia, Bra, Borgaro e Casale
  • PUGLIA con sette: Taranto, Cerignola, Altamura, Gravina, Nardò, Fasano ed Omnia Bitonto. Per assurdo in Puglia potrebbero rimanere in sei giacché il Taranto potrebbe richiedere il ripescaggio in serie C.
  • SARDEGNA con cinque: Budoni, Latte Dolce, Lanusei, Castiadas, Torres. A Sassari si potrebbe prospettare la fusione tra Latte Dolce e Torres per cui le squadre potrebbero diventare quattro.
  • SICILIA con nove ma che potrebbero diventare sei: Troina, Igea Virtus, Messina, Acireale, Gela, Sancataldese, Marsala, Città di Messina ed Akragas. Quella siciliana è una situazione particolare in quanto il Troina ha diritto – e ripetiamo ha tutti i diritti – a chiedere l’ammissione in serie C per aver vinto il campionato in luogo della Vibonese che, adendo le vie legali, ha ottenuto il diritto ad iscriversi alla serie superiore già durante il torneo 2016/17. Messina e la matricola Città di Messina, inoltre, hanno già avviato le pratiche per la fusione. L’Akragas, infine, potrebbe non riuscire a presentarsi ai nastri di partenza entro i termini tecnici se i possibili acquirenti non si presentino prima dell’istanza di fallimento.  
  • TOSCANA con diciassette sodalizi: Ghivizzano, Massese, Ponsacco, Real Forte Cerqueta, San Donato Tavarnelle, Scandicci, Seravezza, Viareggio, Sangimignano, Aglianese, Sinalunghese, Prato, Gavorrano, Montevarchi, Pianese, Sangiovannese e Tuttocuoio
  • TRENTINO ALTO ADIGE con quattro aventi diritto: Levico, Trento, Virtus Bolzano e Sankt Georgen
  • UMBRIA con tre: Trestina, Villabiagio e Bastia
  • VENETO con dodici società: Adriese, Ambrosiana, Arzignano Chiampo, Belluno, Campodarsego, Clodiense, Delta Porto Tolle, Este, Legnago Salus, Union Feltre, Cartigliano e Sandonà
Annunci