Serie B – Palermo e Frosinone in finale

di Basilio Gaburin | 11.6.2018 | 0.06

Risultati immagini per palermo - venezia

La sfida valida per la semifinale di ritorno sorride al Palermo che vince 1-0 grazie all’autogol lampo di Domizzi che basta e avanza per l’uno pari dell’andata

La cronaca. Salta la fase di studio perchè dopo 5 minuti il Palermo va a segno: il tiro da fuori di Rispoli diventa un assist involontario per Trajkovski, Domizzi anticipa tutti, Audero para, ma la palla sbatte di nuovo sui piedi del difensore che si fa autogol. Uno a zero ed il Barbera esplode. La risposta del Venezia non si fa attendere: ci prova Pinato su uno schema da calcio piazzato, il diagonale però viene intercettato da Pomini. Poi chance per Murawski (botta centrale) e Bruscagin (conclusione sul fondo). Prima del riposo, Rispoli colpisce l’esterno della rete su un’invenzione di Coronado, uno dei più attivi. Più Venezia a inizio ripresa, costretto a rincorrere. Pomini dice no al colpo di testa di Modolo, ed al tiro di Stulac. L’estremo difensore del Palermo è in giornata di grazia: al 64’ mura con i piedi il colpo di testa a botta sicura di Geijo. Gioca solo il Venezia. La squadra di Stellone si limita a difendere in blocco e Pomini compie un altro intervento decisivo su Geijo con la mano aperta. I minuti scorrono fino all’85’, quando Pinato viene espulso per un’entrata dura e da dietro su Jajalo. Un rosso da regolamento che sa di condanna per il Venezia, anche perchè La Gumina guadagna e batte un calcio di rigore (fallo di Domizzi) che Audero para in tuffo. Il Palermo, in ogni caso, fa festa e resta in corsa per l’ultimo posto che vale il salto nel massimo campionato.


Risultati immagini per frosinone Cittadella

Sarà il Frosinone a contendere ai rosanero siciliani l’ultimo pass per la Serie A nella doppia sfida che mette in palio un posto in paradiso. La squadra di Longo ha fatto fuori il Cittadella nella semifinale di ritorno grazie al guizzo di Gori arrivato a inizio ripresa.  

 

La cronaca. In avvio le due squadre badano soprattutto a difendersi e a studiarsi fino al 29’ allorquando Bartolomei effettua un cross sul quale Strizzolo però non riesce ad agganciare il pallone per una questione di centimetri. I padroni di casa rispondono con Soddimo e Gori, ma Alfonso è attento e mantiene la porta inviolata sulle conclusioni dalla distanza. Nella ripresa si sblocca la contesa. Soddimo crossa rasoterra una palla che viene respinta proprio sui piedi di Gori che non sbaglia di potenza un rigore in movimento: uno a zero. Il Cittadella si fa sotto e sfiora il pareggio al 51’: Vigorito fa un mezzo miracolo respingendo il tiro in mischia di Lora e raggiungono il meritato pareggio con Kouamè che arpiona il pallone calciato da Chiaretti e in diagonale fredda Vigorito. Uno a uno che comunque manda agli spareggi la squadra di Longo in virtù del miglior piazzamento nella regular season. Frosinone continua a sognare il ritorno in Serie A.       

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...