www.latinasport.info testata giornalistica online

All'interno del sito è possibile trovare notizie sugli sport seguiti a Latina e non solo. L'aggiornamento è continuo anche tramite link specifici. Le fonti sono i media locali e i siti internet delle Federazioni e delle Società Sportive

In Sudtirol non si conosce la geografia italiana

Risultati immagini per heidi

di Salvatore Condemi | 6.6.2018 | 14.06

Questa sera il Sudtirol, squadra di Bolzano, dovrà disputare la semifinale play off per andare in B contro una squadra calabrese, il Cosenza ”delle meraviglie”.

L’Alto Adige, piccolo quotidiano di Bolzano e letto soprattutto nelle zone limitrofe, ha presentato così la sfida: “Il Cosenza non è squadra composta da giocatori di Oxford, ma da giocatori che sanno muoversi nei territori sconnessi e rudi dell’Aspromonte dove le buone maniere non sono proprio di moda”.

Un autogol clamoroso che fa partire i calabresi dal preziosissimo punteggio morale di uno a zero. E che fa trasparire una sottile ignoranza geografica dei bolzanini in considerazione del fatto che Cosenza si trova – caso mai – alle pendici della Sila e non dell’Aspromonte che – tra l’altro – non riguarda neppure i reggini perché Reggio Calabria è disposta quale confine naturale tra il Mar Jonio ed il Mar Tirreno in uno scenario mozzafiato che tutto il mondo invidia e dove tutti vorrebbero ritornarci proprio per l’ospitalità tutta calabra, italica e mediterranea.

La mancanza di rispetto nei confronti dei cosentini va ben oltre le scuse che, ad ogni buon conto, non sono arrivate dalla società di casa che potrà contare su un incasso mai visto grazie alla presenza di tantissimi cosentini a seguito della squadra di Mister Braglia. A questo punto le scuse devono estendersi anche agli abitanti dell’Aspromonte costretti a convivere con pregiudizi stupidi e valutazioni fin troppo rigide e diametralmente opposte alle buone maniere ed all’educazione che contraddistingue tutti i calabresi, tutti gli italiani e tutti i popolo mediterranei che hanno fatto la storia.

Questa sera io da reggino puro non farò il tifo per Cosenza. Ma esulterò dovesse vincere la squadra silana. E siamo sicuri che anche Corrado Alvaro, autore del celeberrimo ”Gente in Apromonte“, da lassù darà una grossa mano d’aiuto agli italiani della Sila.

F.te Strill Sport

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: