Il Presidente dell’Albalonga, Bruno Camerini: «Presenteremo domanda di ripescaggio»

Il Presidente dell’Albalonga, Bruno Camerini: «Presenteremo domanda di ripescaggio»
Vitha Group Logo
Per info telefona al 3491263086

di Basilio Gaburin | 21.5.2018 | 10.56

L’Albalonga non si ferma più. Non sappiamo bene a che ”pro” ma batte il Trastevere e si aggiudica i playoff del Girone G di Serie D davanti a pochi intimi.
Le cronache parlano di una gara abbastanza equilibrata sbloccata da Cardillo del Trastevere e pareggiata a tre minuti dal novantesimo da Pagliarini. Nei tempi supplementari l’Albalonga raddoppia con Pagliarini e mette la parola fine all’incontro con Nohman.


Questa è una nota diffusa pochi minuti fa dall’Area comunicazione SSD Albalonga sulla propria Pagina Facebook.

L’Albalonga conclude la sua fantastica stagione con la “ciliegina” della vittoria dei play off di serie D. Nella finale col Trastevere la squadra azzurra si è imposta per 3-1 dopo i tempi supplementari: decisivo il fresco ex Pagliarini, autore del gol dell’1-1 con cui i ragazzi di mister Mariotti hanno guadagnato i supplementari dopo il vantaggio a inizio ripresa firmato da Cardillo, poi ancora Pagliarini a metà del secondo tempo supplementare ha realizzato il gol del sorpasso e infine Nohman ha messo il punto esclamativo. Sicuramente orgoglioso lo storico presidente castellano Bruno Camerini, sempre molto pacato nelle reazioni e nelle analisi post partita. «Questa è sicuramente la miglior stagione della lunga storia dell’Albalonga. Già aver ottenuto 70 punti nella fase regolare del campionato rappresentava per distacco il miglior punteggio mai ottenuto dal nostro club in serie D e ora si è aggiunta anche la vittoria dei play off che tra l’altro, se fosse valsa la regola in vigore per i play out, non avremmo nemmeno dovuto disputare col Latina visto il distacco di nove punti alla fine del campionato. Bagni nelle fontane come altri presidenti? Non ne farò» scherza il presidente che poi parla dell’ultimo atto dei play off, non senza una piccola vena polemica. «Credo che sul risultato finale non ci siano dubbi e questa finale ha confermato che la seconda squadra del girone G è l’Albalonga. Abbiamo nettamente meritato il successo già nei tempi regolamentari, ma in special modo nei supplementari quando c’è stata una sola squadra in campo. Abbiamo visto un simpatico manifesto diffuso dal Trastevere prima della gara con riferimento a Oriazi e Curiazi, diciamo che abbiamo riscritto la storia e stavolta i Curiazi hanno trionfato. Meno simpatico è stato l’atteggiamento di alcuni esponenti del club capitolino, mentre noi abbiamo ricevuto i complimenti del commissario di campo per la consueta educazione e ospitalità offerta sul nostro campo. E’ stata la quarta partita stagionale contro il Trastevere e abbiamo vinto tre volte, mentre l’unica sconfitta è maturata alla prima giornata e tra l’altro con una rimonta grazie a due gol negli ultimi tre minuti di partita». Ora inizia una fase di attesa per l’Albalonga. «Aspetteremo la formazione delle classifiche dei ripescaggi per la Lega Pro: la nostra volontà è quella di fare domanda» conclude Camerini.

L'immagine può contenere: 1 persona, spazio all'aperto

Annunci