Comunque vada sarà una vittoria

di Salvatore Condemi | 10.5.2018 | 22.58

Immagine correlata

Signore e Signori, eccoci. Domenica comincia l’avventura dei play-off dopo un anno passato a leccare ferite, fasciare teste, rimembrare tempi gloriosi e sognare l’effimero. Basta per favore. La dura e cruda e realtà dimostra che quel Latina non c’è più. Oggi ce n’è un altro ma vivo. Vivo ed altezzoso più che mai. E tra alti e bassi, tinte sbiadite, urla e spintoni, barche storte e quant’altro, è arrivato dove sarebbe dovuta arrivare: a domenica 13 maggio.

Ma vi immaginate se nessuno avesse avuto l’intraprendenza ed il coraggio, in un estate torrida, di mettere insieme i cocci e ripartire da zero? Il calcio nella città pontina sarebbe sparito. Forse per sempre. Errori ce ne sono stati a iosa, lo sappiamo tutti. Strafalcioni ne sono stati commessi, eccome se sono stati commessi. Dabbagini ne sono stati fatti a quantità industriali, senza dubbio. Ma domenica il Latina ci sarà sul campo di gioco di Piazza Monsignor Guerrucci di Albano Laziale e, credeteci, sarà già una grande vittoria. Anche se dovesse scaturirne una sconfitta, i latinensi avranno modo di gonfiare il petto e gridare al mondo ”io c’ero, Latina c’era”. Come sempre. Nel bene o nel male, con il sole o con la pioggia, in salute o in malattia. Sarà una vittoria di ognuno di voi, figli di questa città dimenticata, abbandonata, depredata e rivoltata come un calzino. Sarà una vittoria di ognuno di voi, figli di una città che vive d’orgoglio, di dignità, di laboriostà, di voglia di fare. Sarà una vittoria di ognuno di voi, figli di una città fiera e capace di non chinare la testa, di non sottomettersi, di non temere nessuno e di non prestare il fianco a chicchessia.

Vincere e vinceremo: echeggia ancora il motto che fu ai tempi di Littoria. Si sentirà ancora, eccome se s’eleverà al cielo! Basterà esserci, essere vivi, coscienti. Basterà scendere in campo. Il resto saranno calcoli matematici, corse contro il tempo e carte bollate per riprendere la corsa interrotta l’anno scorso di questi tempi. Josè Saramago disse: “La sconfitta ha qualcosa di positivo: non è definitiva. In cambio la vittoria ha qualcosa di negativo: non è mai definitiva”. L’anno scorso di questi tempi credevamo di non dover più assistere ad un incontro di calcio al Francioni mentre domenica, ad Albano Laziale, avremo la possibilità di ritornare nel calcio che conta. Mai abbattersi. Ci siamo stati, ci siamo e ci saremo.

Risultati immagini per tifosi del Latina

 

Annunci

La Vibonese sul piede di guerra

di Salvatore Condemi | 10.5.2018 | 19.02

 

Risultati immagini per vibonese calcioI media calabresi – e non solo – stanno insistentemente parlando del “caso Vibonese”. Si è aggiunto, infatti, un nuovo capitolo alla storia infinita che ha visto la Vibonese Calcio alla prese con la giustizia sportiva dopo il mancato ripescaggio tra i professionisti. A riaprire la querelle è intervenuto un pronunciamento della Corte Federale d’Appello che ha annullato una precedente sentenza di inammissibilità del ricorso. Nello specifico, la CFA ha giudicato fondato il ricorso del club rossoblù ma a quel tempo (stiamo riferendoci a gennaio di quest’anno) si è ritenuto ‘’paradossale’’ farlo ritornare in terza serie d’ufficio per non creare un secondo precedente dopo quello del Catania di tanto tempo fa. Per far calmare le acque, si è addirittura parlato di un maxirisarcimento alla società del Presidente Pippo Caffo. La decisione che pone la parola fine a questa controversia, spetta al Tribunale Nazionale Federale che si pronuncerà nel merito. La società calabrese ovviamente non ci sta e punterà dritta alla riammissione nella terza divisione calcistica nazionale a prescindere dall’esito dello spareggio promozione col Troina.

Da più parti si dice che i calabresi abbiano la testa più dura delle rocce aspromontane e silane messe insieme. Partendo dalla consapevolezza della veridicità della “cosa”, aspettiamoci sviluppi clamorosi nel giro di pochi, pochissimi giorni. Addirittura prima di quanto si possa pensare. 

Nel caso di riammissione d’ufficio in Lega Pro della squadra rossoblu tirrenica, Gabriele Gravina avrà un buco in meno da ricoprire in Serie C. Anzi due perché il Troina non starà certamente con le mani in mano.

E resta il fatto che pur trascorrendo gli anni e nonostante passino le persone (valide o meno non tocca a noi giudicare), metodicamente i problemi restano irrisolti. La burocrazia, pesante, bieca e insulsa pone inspiegabili limiti temporali ed organizzativi che fanno rabbrividire. Dovrebbe risultare assurdo che ogni mese di aprile, vengano   puntualmente inflitti dei punti di penalizzazione a società non in regola falsando regolarmente i campionati. In buona sostanza, dovrebbe rivelarsi incredibile ed insensato che società ritenute non in regola rispetto alle norme NOIF vengano ammesse sistematicamente ad un campionato per poi essere soggette a delle costrizioni in corso d’opera. Purtroppo, però, questa è la regola che permette certe ”sviste”. Oggi è toccato alla Vibonese Calcio. E domani?

Risultati immagini per vibonese calcio      

 

Ecco il calendario Play Off e Play Out di Serie D: Latina ad Albalonga alle 16 di domenica 13 Maggio

L'immagine può contenere: testo

Adesso c’è l’ufficialità. Attraverso il Comunicato Ufficiale numero 138 del 7.5.2018, infatti, la Lega Nazionale Dilettanti ha comunicato il calendario della prima tornata “post season” del campionato 2017/2018. 

HomeTerminata la fase regolare del campionato, sono state ufficializzate le sfide valide per il Titolo di Campione d’Italia Serie D 2017/2018, gli abbinamenti dei Play Off e dei Play Out. Per quanto riguarda la corsa allo scudetto, le nove vincenti dei gironi sono state divise in tre triangolari secondo il criterio di contiguità geografica. Nel primo triangolare troviamo Gozzano, Pro Patria e Virtus Vecomp Verona, nel secondo Rimini, Albissola e Vis Pesaro, nel terzo Potenza, Rieti e la vincente dello spareggio tra Troina e Vibonese.


Queste le gare della prima giornata in programma domenica 13 maggio alle ore 16.00:

  • G1) Pro Patria- Virtus Vecomp Verona (riposa Gozzano);
  • G2) Rimini-Albissola (riposa Vis Pesaro);
  • G3) Potenza-Rieti (riposa vincente spareggio Troina-Vibonese).

Riposa nella seconda giornata la squadra vincente la prima gara, in caso di pareggio il sodalizio impegnato in trasferta.


Domenica 13 maggio alle 16.00 si giocano le partite del primo turno dei Play Off. Questo il programma:

  • Girone A: Como-Pro Sesto e Caronnese-Chieri;
  • Girone B: Rezzato-Darfo Boario e Ponte S. Pietro Isola-Pergolettese;
  • Girone C: Campodarsego-Adriese e Arzignano-Mantova;
  • Girone D: Imolese-Sangiovannese (il 20 maggio) e Forlì-Fiorenzuola;
  • Girone E: Unione Sanremo-Viareggio e Ponsacco-Real Forte Querceta;
  • Girone F: Matelica-L’Aquila e Avezzano-Pineto;
  • Girone G: Albalonga-Latina e Atletico-Trastevere;
  • Girone H: Cavese-Audace Cerignola e Altamura-Taranto;
  • Girone I: Perdente spareggio Troina/Vibonese-Igea Virtus (il 20 maggio) e Nocerina-Ercolanese.

Domenica 20 maggio alle ore 16.00 si giocheranno i Play Out secondo i seguenti accoppiamenti:

  • Girone A: Oltrepovoghera-Varese e Casale-Varesina;
  • Girone B: Lumezzane-Ciserano;
  • Girone D: Castelvetro-Mezzolara;
  • Girone E: Rignanese-Scandicci;
  • Girone F: S. Nicolò Teramo-Jesina;
  • Girone G: Lanusei-Nuorese;
  • Girone H: Turris-Aversa Normanna e Alto San Severo-Frattese;
  • Girone I: Palmese-Ebolitana

 

 

 

Iadaresta: “Il Latina ha un potenziale che nei play-off verrà fuori”

Risultati immagini per Pasquale Iadaresta”Avvocato” e ”Bomber” Pasquale Iadaresta, un nome ed una garanzia, persona seria e professionista affidabile. Così possiamo sintetizzare un calciatore che ha sempre dato il proprio contributo non solo al Latina Calcio 1932. Protagonista della conferenza stampa di metà settimana, ha parlato a tutto tondo di fronte alla platea di giornalista allo Stadio Francioni e si è raccontato da par suo: <<Il calcio mi dà ancor oggi la possibilità di vivere e di divertirmi. Da quando ho iniziato a giocare, ma proprio avendolo vissuto come un divertimento mi ha dato anche la forza di superare tante difficoltà. Sicuramente il calcio dilettantistico è diverso da quello professionistico, ti pone in una dimensione diversa. Fatto in un determinato modo e in determinate piazze, ti dà un’altra percezione. Qui a Latina si respira questa atmosfera>>.

<<Quest’annosostiene il bombersono stato benissimo a Latina e spero che sia l’inizio di un lungo percorso anche se credo sia ancora prematuro. Prima raggiungiamo un obiettivo che personalmente è il coronamento di tanti sacrifici. Tutti noi abbiamo dei trascorsi, andare via o finire una stagione con un obiettivo in tasca è diverso. Del futuro mi auguro di riparlarne dopo il 20>>.

<<Spero che quella di domenica sia una festadice Pasquale Iadaresta a proposito della prossima trasferta, una delle più importanti dell’annata pontinaGiocare ad Albano non è una iattura: mi ricordo che all’andata ci hanno seguito tantissimi tifosi nerazzurri. E’ stata forse la partita in trasferta più bella da giocare. Soprattutto nel secondo tempo, quando giocammo in 10, non si sentì l’inferiorità numerica. Spero che possiamo essere ripagati di tanti sacrifici, al di là delle difficoltà che abbiamo avuto quest’anno, ci manca qualcosa per dare un po’ di entusiasmo a una società e ad una piazza che ha fame di calcio. Ci teniamo molto a dare un input importante per la prossima stagione>>.

L’obiettivo è la Lega Pro. Sarebbe inutile nascondersi dietro il fatidico dito. A tal proposito, bomber-Iadaresta è diretto: <<Ho già vissuto un’esperienza simile. A Fondi abbiamo vinto Coppa Italia e play-off e siamo andati in Lega Pro tramite i ripescaggi. Vincere è diverso da non vincere, per un giocatore andar via con un risultato è diverso da andare via senza. Quando vinci e porti via i risultati tutto viene visto in maniera diversa. Conta portare un risultato a casa, non siamo felici se andiamo ad Albano senza sperare in qualcosa. Dobbiamo avere la volontà di andare oltre l’ostacolo, personalmente ci tengo molto alla conquista dei play-off. Dobbiamo lottare fino alla fine per conquistare i play-off>>.

<<Qual è il gesto tecnico in cui mi rivedrei e che racconterei da vecchio? Speriamo il gol di domenica prossimarisponde Iadaresta pungolato dai giornalistiInfatti ho spesso cercato la rovesciata e quest’anno sono riuscito a fare un bel gol. Se devo essere sincero, tanti colpi di testa fatti in terzo tempo sono la mia arma migliore da far vedere a qualcuno>>.

A proposito del fondamentale (ma non troppo) incontro di domenica ad Albalonga, la sua risposta è tutto un programma circa le prospettive: <<Quello che posso dire è che, soprattutto nella gara di ritorno, il Latina ha dimostrato di avere tutte le armi per poter vincere. L’Albalonga è una squadra che nella solidità e nella costanza ha creato le sue fortune. Questo testimonia che sono un vero gruppo ed hanno automatismi importanti. M anoi abbiamo dimostrato soprattutto nel girone di ritorno che con un pizzico di cattiveria, determinazione e coraggio in più, possiamo metterli in difficoltà. La nostra squadra ha un potenziale inespresso che al termine della stagione potrà venire fuori>>.


di Salvatore Condemi | 09.5.2018 | 23.56


Risultati immagini per Pasquale Iadaresta