www.latinasport.info testata giornalistica online

All'interno del sito è possibile trovare notizie sugli sport seguiti a Latina e non solo. L'aggiornamento è continuo anche tramite link specifici. Le fonti sono i media locali e i siti internet delle Federazioni e delle Società Sportive

Di Giovanni per Monterosi-Latina

img-20180120-wa00091740455869.jpgSarà il signor Nicola Di Giovanni della sezione di Caserta a dirigere l’incontro tra Monterosi e Latina in programma domenica 6 maggio alle 15.00. La giacchetta nera casertana sarà coadiuvata da Paolo Cipoletta (sezione di Avellino) e Carmine Castiglione (sezione di Frattamaggiore). Terna arbitrale tutta campana quindi per l’ultimo impegno del Latina nella regular season che darà il modo di constatare lo stato di forma dei giocatori di Mister Pascucci prima del big – match playoff.

Queste le altre gare in programma nell’ultima giornata (34°a) del Girone G di Serie D:

Anzio-Flaminia
Arbitro: Crezzini di Siena
Assistenti: Spina di Palermo – Mazzarà di Messina

Aprilia-Albalonga
Arbitro: Acampora di Ercolano
Assistenti: Testa di Isernia – Carpano di Siena

Budoni-Ostiamare
Arbitro: Vingo di Pisa
Assistenti: Marrazzo di Bergamo – Piatti di Como

Lanusei-Sassari Latte Dolce
Arbitro: Foresta di Nola
Assistenti: Cubicciotti di Nichelino – Fissore di Nichelino

Monterosi-Latina 1932
Arbitro: Di Giovanni di Caserta
Assistenti: Cipoletta di Avellino – Castiglione di Frattamaggiore

Nuorese-Cassino
Arbitro: Vitulano di Firenze
Assistenti: Roca di Foggia – Betta di Bolzano

Rieti-Lupa Roma
Arbitro: Spataru di Siena
Assistenti: Garatti di Crema – Monella di Chiari

SFF Atletico-San Teodoro
Arbitro: Morabito di Taurianova
Assistenti: Pintaudi di Pesaro – Belsanti di Bari

Trastevere-Tortolì
Arbitro: Barbiero di Campobasso
Assistenti: Testa di Campobasso – Iocca di Isernia

 

Annunci

Gravina: “I ripescaggi non si possono bloccare”

di Salvatore Condemi | 4.5.2018 | 13.08

Risultati immagini per gabriele Gravina lega serie c

 

Non tarda ad arrivare la replica di Gabriele Gravina, numero uno della Lega di C all’indomani delle esternazioni di Malagò: “Il progetto delle seconde squadre era il mio. Lo hanno semplicemente tirato fuori da un cassetto che stava chiuso da circa quattro anni. A questo stava lavorando la Lega Pro“.

Dalle colonne di Repubblica, il Presidente della Lega Pro ha fatto il punto della situazione, spiegando come poter realizzare questo nuovo progetto:Dipende da molti fattori. Intanto, ci tengo a precisare che non ci potranno essere club in sovrannumero. Questo, è vietato dalle norme. Poi, come sappiamo, i ripescaggi non si possono bloccare. Tutto questo, forse a Malagò non glielo hanno spiegato bene“.

Non è così facile come sembra. E su questo, Gabriele Gravina, mette il punto: “Bisogna attendere prima che gli organici siano completi. Il formato della Lega Pro, al momento, è di sessanta squadre. Quindi, se ci sarà qualche squadre che verrà meno, in quel caso ci saranno posti disponibili per le seconde squadre di Serie A“.

Risultati immagini per malagò figc

https://www.amazon.it/?tag=latinasport61-21&linkCode=ur1

L’Axed perde e fa infuriare il Presidente

L’Axed perde e fa infuriare il Presidente

Latina Calcio A5Una Luparense con molte assenze (senza Ramon, Honorio, Tobe, Victor Mello e Jefferson, priva in panchina di David Marìn e Lovo) riesce a sconfiggere l’Axed Latina in gara-1 dei quarti di finale scudetto, portandosi in vantaggio nella serie con i pontini. In terra patavina l’assoluto protagonista è Rafinha, autore di una tripletta.

Pronti via e dopo appena 1’37’’ Taborda porta in vantaggio la Luparense. L’Axed non di disunisce e Raubo al 6’20’’ pareggia i conti. Passano due minuti e all’Axed Latina viene concesso un penalty per fallo di Miarelli su Del Ferrraro: 1 a 2. Successivamente Rafinha rimette il punteggio in parità e ritorna avanti grazie ancora a Rafinha al 10’54’’ che sfrutta una disattenzione dei pontini da palla ferma. Il primo tempo termina così 3-2 per la Luparense.

Nella ripresa dopo appena 1’ i patavini trovano la quarta rete con il solito Rafinha e dopo soltanto un minuto si portano sul 5-2 con Jesulito.  I nerazzurri non ci stanno e trovano la rete dapprima con Espindola (2’55”) e con Paulinho (11’51’’) fissando il risultato sul 5-4 per i padroni di casa. Domenica alle 20.30 al PalaBianchini si gioca gara 2.


LUPARENSE-AXED LATINA 5-4 (3-2 p.t.)
LUPARENSE: Miarelli, Borja Blanco, Jesulito, Rafinha, Taborda, Duric, Lara, Pavanetto, Moufaddal, Longobardo, Leofreddi, Etilendi. All. Marìn (squalificato, in panchina Battistella)
AXED LATINA: Basile, Diogo, Espindola, Battistoni, Maluko, Aiello, Del Ferraro, Raubo, Bernardez, Paulinho, Pilloni, Landucci. All. Kitò Ferreira
MARCATORI: 1’37” p.t. Taborda (LU), 6’20” Raubo (LA), 8′ rig. Diogo (LA), 9’09” Rafinha (LU), 10’54” Rafinha (LU), 0’46” s.t. Rafinha (LU), 2’25” Jesulito (LU), 2’43” Espindola (LA), 11’51” Paulinho (LA)
AMMONITI: Rafinha (LU), Paulinho (LA), Bernardez (LA)
ESPULSI: al 13’17” del s.t. Bernardez (LA) per somma di ammonizioni
ARBITRI: Ciro Oliviero (Pesaro), Dario Di Nicola (Pescara), Alberto Volpato (Castelfranco Veneto) CRONO: Daniel Borgo (Schio)


Questo il duro intervento del presidente dell’Axed Latina Gianluca La Starza dopo il ko in gara 1 dei quarti di finale play off contro la Luparense:Avevamo un’occasione più unica che rara le squalifiche della Luparense erano tali e tante che un’occasione così non si ripeterà forse mai più. Abbiamo gettato al vento la possibilità di portare a casa un risultato positivo, quantomeno un pareggio, che ci avrebbe consentito di giocare gara 2 davanti al nostro pubblico in tutte altre condizioni psicologiche. Abbiamo sbagliato su tutta la linea l’ interpretazione sia tattica che mentale della gara, non siamo mai stati in partita. Ho provato momenti di imbarazzo per una gestione della partita veramente sbagliata in tutti i sensi. Devo dire che in alcuni frangenti ho provato veramente vergogna per lo sbaraglio totale in cui ho visto i giocatori affrontare ogni situazione di gioco, credo che se la Luparense avesse vinto con 5 gol di scarto non avrebbe rubato nulla. Sono veramente amareggiatoconclude il presidentedomenica al PalaBianchini mi aspetto un atteggiamento tattico e mentale completamente diverso  perché così rischiamo veramente di fare una brutta figura davanti al nostro pubblico e questo sia chiaro non potrei tollerarlo”.


di Salvatore Condemi|04.05.2018|0.11


https://www.amazon.it/?tag=latinasport61-21&linkCode=ur1


 

Ultras catanesi aggrediscono inermi cittadini

Una storia che ha dell’incredibile. Una storia che ci fa comprendere come e quanto sia cambiato il mondo del calcio e, nello specifico, di quello ultras. Anni e anni fa una situazione simile non sarebbe successa perché, allora, la “guerra” la si faceva tra opposte fazioni senza coinvolgere inermi cittadini.

La Polizia di Stato, infatti,

ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Lamezia Terme (Catanzaro), nei confronti di un gruppo di ultras del Catania che il 29 aprile scorso, durante la trasferta a Matera, ha aggredito inermi cittadini agli imbarcaderi di Messina e dato fuoco con un fumogeno, dopo averla inseguita in autostrada, a un auto i cui occupanti erano stati erroneamente scambiati per tifosi del Siracusa e che sono stati anche picchiati e rapinati vicino alla stazione ferrovia di Lamezia Terme.

L’assalto degli “ultras” è stato interrotto dall’intervento di un agente della Polizia ferroviaria e da altri poliziotti arrivati alla stazione di Lamezia. E’ così stato fermato l’autista del pulmino sul quale viaggiavano gli ultras. I reati ipotizzati nei confronti degli indagati sono, a vario titolo, rapina impropria, danneggiamento aggravato, incendio, lesioni aggravate, violenza privata, tentato omicidio, utilizzo di oggetti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione abusiva di materiale esplodente. Le indagini sono state condotte dagli uomini del commissariato di Lamezia Terme e delle Digos di Catanzaro, Catania ed Enna.

F.te Ansa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: