Il Fondi passeggia sui resti dell’Akragas

29/04/2018 – 20:19

di Basilio Gaburin

 

 

 

La gara si era mostrata abbastanza equilibrata sino alla fine del primo tempo, poi è arrivata la rete del vantaggio di Vastola, e per il Fondi è stato facile segnare altre due reti con Adessi e Pompei. Sul finire dell’incontro, un calcio di rigore battuto da Camarà, che avrebbe permesso all’Akragas di alleviare il passivo, è stato neutralizzato dal dischetto dal portiere ospite Elazaj. Cala sipario su una stagione tutta da dimenticare per i siciliani, ma l’attenzione, adesso, riposta sulla holding iraniana, che nei prossimi giorni dovrebbe sciogliere la riserva per subentrare all’attuale dirigenza.

 

 

Per quanto riguarda i pontini, invece, l’avventura continua con l’ultima partita col Bisceglie al Purificato. Ultimo impegno di un campionato permeato di gravi errori e di grande pressapochismo che hanno inevitabilmente portato una squadra di buon livello a disputare i play out con la Paganese, ieri vittima sacrificale del Lecce che ha raggiunto l’obiettivo della Serie B con una giornata d’anticipo. Bisogna comprendere se la società tirrenica avrà ancora come timoniere Antonio Pezone, il quale, secondo indiscrezioni di corridoio, sembra intenzionato a sbarcare ad Aprilia. Chi vivrà vedrà ma per il momento il Fondi deve spendere le ultime risorse per tentare di rimanere in questa categoria.

Annunci