Lati oscuri, l’eterna lotta tra il bene e il male secondo Daniele Santamaria Maurizio

Il nuovo film del regista pontino interpretato da Valentina Ghetti, prodotto da Manuel Kerry e Human Value Film Production con la Cooproduzione di Daniela Deserti. La sceneggiatura è affidata a Marco Testa in uno scenario incantevole qual è quello di Bassiano

Risultati immagini per Gerda Wegener, Les delassements d’ Eros, 1925

C’è un metodo empirico che permetta scientemente di concepire il bene e il male e di discernere tra l’uno e l’altro? C’è qualcuno che può arrogarsi il diritto di giudicare chi ha ragione e chi ha torto e cos’è una ”cosa” giusta rispetto ad una sbagliata? Domande vecchie quanto il mondo che è fatto di bene e di male, di ragione e di torto, di giusto e sbagliato. Nella filosofia moderna, il male è inteso come imperfezione, come impurità, come pecca, come  contrapposizione alla normale coscienza morale del mondo. Ma l’uomo, secondo molti studiosi, è “cattivo per natura” mentre il bene è lo scopo ultimo a cui tende l’essere vivente che, per altro, è sempre di difficile realizzazione. La domanda, allora, dev’essere questa: nella sottilissima linea che divide il bene dal male, dove finisce uno e dove inizia l’altro in considerazione del fatto che il male è da sempre contemplato quale “inclinazione naturale e innata dell’essere umano”?

Lati oscuri”, cortometraggio noire nato dalla mente istrionica e geniale del regista Daniele Santamaria Maurizio e dall’intuitiva produzione esecutiva della Human Value Film Production di Manuel Kerry, pone questa domanda ad ogni singolo spettatore del film e ne esige una pronta e decisa risposta. Il film, in concreto, è un confronto tra  il bene e il male, tra le cose giuste e quelle sbagliate. La prima è l’emblema della tranquillità dell’essere e della sua libertà. La seconda è un nascondersi continuo e sempre più profondo. La prima è la strada indicata da Dio con i suoi colori caldi, l’altra é quella segnata dal Diavolo con i colori  freddi e oscuri della tentazione di Satana. Nel mezzo le paure e le crisi esistenziali dell’individuo. Appunto: il lato oscuro.  E’ una storia vera o forse no. E’ una storia comune a chissà quanti. E chissà quanti di noi, vedendo le vicende di Oriana interpretata da Valentina Ghetti  si riconoscerà il quella normalissima insegnante e aspirante sindaco.  Un film che non vi deluderà, che vi terrà incollati alla poltona, che vi farà sussultare, che vi farà riflettere. Dov’è il bene, cos’è il male? Qual è il lato oscuro di ognuno di noi?

Abbiamo già detto di Daniele Santamaria Maurizio, non certamente nuovo a queste performanti lavorazioni. Oltre alla produzione esecutiva di Manuel Kerry  e della Human Value Production, il film è cooprodotto da Daniela Deserti, mentre la la sceneggiatura è affidata all’esperienza di Marco Testi. La protagonista principale che interpreta Oriana è Valentina Ghetti che non ha bisogno certamente di presentazioni particolari visto che ha lavorato con mostri sacri della televisione e del teatro. Di grande spessore la sua interpretazione nel ruolo di Rosetta Riccadonna in  ”Cesare Mori, il Prefetto di ferro” e ”Classe Z” dove interpreta la professoressa Bonelli. A teatro l’abbiamo potuta ammirare con ”Le dissolute assolte, ovvero le donne del Don Giovanni e ”La Gabbia di carne entrambi diretti da Luca Gaeta; ”Darkness” di Roberto D’Alessandro; ”Nemiche mie, come tutto ebbe inizio di Francesco Bellomo. Un cast d’eccezione per un film d’eccezione le cui riprese inizieranno il 7 maggio e finiranno il 12 maggio nella meravigliosa location di Bassiano, in provincia di Latina.

Risultati immagini per valentina ghetti attrice

 

 

Annunci

L’Altletico cambia Presidente

L’Altletico cambia Presidente

Attraverso uno scarno comunicato apparso sul proprio sito, la ASD ”SFF Atletico” porta a conoscenza che durante l’ultima Assemblea Societaria è stato deciso di nominare Presidente il Sig. Dario Barnabei, il quale resterà temporaneamente in carica fino alla prossima assemblea che si svolgerà il 30 giugno 2018. Nell’ultima di campionato, la compagine di Scudieri si è sorprendentemente arresa in Sardegna al Sassari Calcio Latte Dolce. La formazione di casa si porta in vantaggio al 20´pt con la rete di Usai. L´Atletico ha poi l´occasione per pareggiare il risultato con un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara ma Nanni sbaglia dal dischetto. Nel finale del secondo tempo il Sassari raddoppia con Scanu, mentre un minuto più tardi lo SFF Atletico accorcia le distanze con il neo entrato Tortolano.

Domenica prossima lo SFF Atletico disputerà al “Paglialunga” di Fregene il match contro l´Albalonga in uno scontro tra la seconda e la terza in classifica. Nell’altro incontro di cartello, Trastevere e Latina si contenderanno il quarto posto mentre il Rieti viaggerà alla volta di Budoni per riprendere la sua corsa trionfale dopo l’inattesa sconfitta casalinga con il Monterosi. 
di Redazione | 19.4.2018 | 10.46

Scopri la soluzione BIOIMIS per te Telefona al 3491263086