Latina, colpito e annientato dal Lanusei

amazon_it_default_120x600 PerpendicolareCommentare una siffatta “imbarcata” è difficile se non improbabile. Basterebbe semplicemente dire che il Lanusei ha riportato con i piedi per terra un Latina piccolo piccolo, imbarazzante, fors’anche neppure giunto al Lixius per disputare una partita che doveva obbligatoriamente vincere. E’ una disfatta su tutti i fronti – o se volete – un annientamento completo, una sbandata che deve far riflettere sul fatto che questo Latina non sa soffrire, non sa gettare il cuore oltre l’ostacolo oppure – purtroppo – non si è ancora calato completamente nello spirito della serie D dove anche l’ultimo della classe diventa o può trasformarsi in Real Madrid.

La cronaca impone un racconto scarno, essenziale e riportato alla concessione del rigore per i nerazzurri che Iadaresta sbaglia ed una sforbiciata dello stesso centravanti campano che il portiere manda in angolo. Poi il nulla, il buio, la scomparsa dal terreno di gioco degli uomini di Pascucci che vengono trafitti dapprima (26′) da Papini che realizza un rigore concesso per fallo di Nelson sullo stesso Papini. E dopo soltanto cinque minuti (31′), Ladu se ne va in contropiede e porge a Kovadio il quale trafigge Maltempi senza difficoltà. Al 31′ Lanusei due, Latina zero. Terzo gol al 64′: Camilli si fa beffe di Atiagli e di Cossentino e fa secco Maltempi con una palombella da posizione impossibile. E per finire in bellezza, è Masia ad anticipare l’uscita di Maltempi, realizzando la quarta rete ogliastrina quando oramai le lancette segnano il 90′. Una vera e propria Waterloo calcistica, peggio delle cinque frustate ricevute dal Budoni pochi mesi fa. Un’umiliazione di cui la squadra nerazzurra deve farne tesoro.

Adesso la squdra di Pascucci non deve fare la corsa su Albalonga, Atletico e Trastevere (rispettivamente 8, 4 e 2 punti di ritardo) ma deve necessariamente guardarsi le spalle dal ritorno del Cassino che oggi, battendo a domicilio il Trastevere, si colloca pericolosamente a due sole lunghezze dal Latina.

di Matteo Troiani | 7.4.2018 | 17.07

img_20180404_1503595133405532182711018.jpg

Carlo Aldegheri prima e dopo
Ho perso 36 kg in 4 mesi facendo un programma semplice, sicuro perché controllato dallo staff scientifico Bioimis, che ha aumentato la mia vitalità e giorno per giorno ha aumentato la mia carica di energia. Chiedimi come telefonando a 3491263086
Annunci