Tanti Auguri Andrea

Pienamente riuscito l’intervento chirurgico per la riduzione delle fratture sull’orbita dell’occhio destro e dello zigomo destro del giovane portiere del Latina Calcio 1932, Andrea Bortolameotti.

Proprio stamattina l’equipe del dottor Nisii dell’ospedale San Camillo Forlanini di Roma ha proceduto ad impiantare delle placchette metalliche per facilitare la calcificazione dell’osso e per permettere il recupero in tempi brevi. Già domattina Bortolameotti lascerà il nosocomio romano per essere sottoposto a visita tra sette giorni e la successiva rimozione dei punti di sutura tra due settimane.

Appena l’occhio perderà il suo gonfiore e verrà riassorbito il relativo ematoma causato dall’incidente di gioco e dall’operazione, il giovane portiere tornerà in campo per la preparazione atletica distintamente dal gruppo di giocatori.

Nelle settimane successive, in base anche al recupero e alla visite a cui verrà sottoposto in modo costante, si deciderà quando potrà tornare ad allenarsi con tutta la squadra. Per il momento viene confermata la prognosi di 40 giorni prima di vederlo di nuovo tra i pali del Latina Calcio 1932.

Subito dopo l’intervento Andrea Bortolameotti era ottimista e soprattutto ha scherzato con il team medico dell’ospedale e del sodalizio nerazzurro.

Fonte: Latina Calcio 1932

Annunci

Latina, hasta la victoria siempre

Latina, hasta la victoria siempre

amazon_it_default_120x600 PerpendicolareAprilia è alle spalle ma alla tifoseria nerazzurra il pareggio di domenica scorsa non è certamente sceso lungo il gargarozzo. In altri tempi un pareggio fuori casa sarebbe stato salutato con orgoglio e ostentazione ma in questo particolare periodo storico della società nerazzurra è stato classificato quale inefficace brodino riscaldato. D’altronde la serie D non guarda in faccia nessuno sia che si chiami Pro Patria, Mantova, Taranto, Nocerina, Acireale, Messina oppure Troina, Trestina, Bra, Scanzorosciate, Crema, Colligiana o addirittura Mezzolara. La quarta serie è come le sabbie mobili: più ti dimeni e più ti portano sotto. Lasciamo stare il Rieti che ha speso centinaia di migliaia di euro per allestire uno squadrone tale da poter ben figurare anche nella Serie C. Guardiamo alle piccole realtà o, piuttosto, al Latina costretto risorgere dalle proprie ceneri. Chi avrebbe mai potuto presumere tutte le difficoltà che ha vissuto la squadra nerazzurra? Nessuno. Va bene che, per via delle vicissitudini che tutti ben conoscono, ha iniziato tardi ad allestire una compagine da sbattere sui terreni di gioco, va bene che all’inizio più di qualcuno ha remato contro, va bene che le idee non sono state poi così chiare, il Latina Calcio 1932 ha innegabilmente enormi problematicità anche a raggiungere quel quinto posto utile per disputare gli spareggi promozione, ammesso che ci siano o che possano servire a qualcosa. E’ inutile nasconderci dietro il dito facendoci prendere dalle smanie da super-tifosi. Bisogna, piuttosto, guardare la realtà. Ad Aprilia la squadra di Pascucci, limitatamente alla prima frazione di gioco, avrebbe dovuto fare un sol boccone dell’avversario quasi del tutto annichilito; nel contempo, però, avrebbe potuto soccombere sotto i colpi dei biancazzurri spinti dalla forza della disperazione. Quando una squadra costruisce tante palle gol, così come ha fatto il Latina ad Aprilia, e non riesce a portare a casa la vittoria, significa che qualcosa evidentemente non va. E non tutti gli attacchi sono costituiti da Iadaresta e Palazzo che domenica, guarda caso, hanno fatto storcere il muso ai più. E non è neppure la prima volta a soccombere oppure a non far quadrare il cerchio: a Civita Castellana i nerazzurri hanno riacciuffato il due pari dopo esser stati sotto, hanno pareggiato in modo scialbo a San Teodoro per non parlare del nulla di fatto con il Trastevere al Francioni, del due pari in casa con il Lanusei, della manita subita a Budoni. E via dicendo perché la lista sarebbe lunga. D’ora in poi ogni gara dev’essere giocata con il coltello tra i denti, col sangue agli occhi e con la giusta cattiveria agonistica. Ogni partita da giocare da qui alla fine del campionato dev’essere considerata una vera e propria finale senza se e senza ma. Già a partire da giovedì sera con l’Atletico. Attualmente, la squadra di Fregene, rappresenta la terza forza del campionato e, nonostante l’incredibile ”caduta” interna con il Tortolì, ha per il momento raggranellato 56 punti, 8 in più del Latina. All’arrembaggio allora, hasta la victoria siempre (almeno da qui alla 34a. giornata…)

OTTIENI IL RIMBORSO

È UN TUO DIRITTO

 

Clicca qui oppure Telefona al numero 3491263086

img-20171216-wa00091523362720.jpg

Da oggi i biglietti di Latina – Atletico

Da oggi i biglietti di Latina – Atletico

amazon_it_default_468x60 Rettangolare

img-20180120-wa00041162280108.jpg

Da oggi pomeriggio inizia la prevendita dei biglietti d’ingresso alla gara Latina – SFF Altletico in programma alle 19.00 di giovedì 29 marzo e valevole per la 29ma giornata del campionato di serie D – Girone G.

La vendita dei tagliandi, infatti, avrà inizio nel pomeriggio di oggi martedì 27 marzo 2018 e durerà fino a giovedì 29 marzo con il seguente orario:

martedì 27 marzo 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19,30;
mercoledì 28 marzo 2018 dalle ore 16,00 alle ore 19,30;
Giovedì 29 marzo 2018 dalle ore 14,30 alle ore 19,00

I minori di anni 14 non avranno bisogno del tagliando di ingresso ma potranno accedere alla struttura soltanto se accompagnati da un adulto ed esibendo un documento di identità all’ingresso che ne certifichi l’età.

I biglietti a prezzo ridotto saranno rilasciati dal botteghino soltanto esibendo un documento di identità che attesti l’età per i minori di anni 18 e per gli adulti con età superiore a 60 anni.

I biglietti possono essere acquistati anche on line dal sito www.bookingshow.com oppure presso i punti vendita bookingshow di Latina, con un supplemento di € 1,50 per diritti di prevendita.

OTTIENI IL RIMBORSO

È UN TUO DIRITTO

 

Tutela Consumatori a tutela dei vostri interessi

La nostra società si occupa di difendere il consumatore. Il nostro obiettivo principale è quello di aiutare a far ottenere, ai nostri clienti, i rimborsi dovuti dalle finanziarie rivenienti da: cessioni del quinto dello stipendio e/o pensione. Il nostro team è composto principalmente da avvocati specializzati in contrattualistiche, dottori commercialisti, ex consulenti bancari e periti.

 

Clicca qui oppure Telefona al numero 3491263086