Latina, chi sbaglia paga…

Partita da due volti al Quinto Ricci dove, limitatamente ai primi 45 minuti di gioco, Aprilia e Latina hanno dato vita ad un derby senza esclusioni di colpi. Il secondo tempo, invece, è stato soporifero e senza troppi spunti particolari se non il rigore realizzato da Casimirri che ha pareggiato il gol di Tribuzzi. I soliti errori difensivi hanno penalizzato un Latina che avrebbe meritato di più.

amazon_it_default_468x60 Rettangolare


La squadra di casa si presentava con un 4-3-3 composto da Saglietti; Cioè, Montella, Sossai, Bencivenga in difesa; Fortunato, Pace L., Sterpone asulla mediana; Casimirri, Bosi, Fortuna in attacco. Venturi ha portato in panchina: Del Moro, Tassinari, Pace F., Di Palma, Cuscianna, Di Magno, Utzeri, Carpentieri, Romani.
Modulo speculare per il Latina di Pascucci che schierava: Maltempi; Lagnena, Porfiri, Cossentino, Atiagli; Bardini, Catinali, Cittadino; Tribuzzi, Iadaresta, Palazzo. In panchina: Testa, Milizia, Rizzo, Alario, Siscan, Natale, Olivera, Scibilia, Pagliaroli.
Arbitra il Signor Piacenza di Bari coadiuvato dai Signori Zanette di Conegliano Veneto e Dal Bosco di Verona.

Il Latina nel primo quarto d’ora vanta una maggior possesso palla e sfiora il gol con Palazzo (6′) il cui tiro si alza incredibilmente sopra la traversa e successivamente con Cossentino (12′) il cui fendente, su perfetto assist di Iadaresta, si perde a lato con Saglietti fuori causa.

L’Aprilia c’è e punge al 18′ allorquando Fortunato crossa al centro per Sterpone che non fa di meglio che mandare la sfera alta sulla traversa. Tre minuti più tardi (21′) la squadra di casa protesta per un evidente fallo commesso in area da Lagnena ai danni di Casimirri. Piacenza dice di continuare.
Al 27′ Latina in vantaggio: Lagnena semina il panico sulla corsia destra e crossa un perfetto assist per la testa di Tribuzzi che insacca alle spalle del portiere di casa.
Altro episodio dubbio in area nerazzurra al 29′: Casimirri salta un difensore ed in progressione calcia sul braccio largo di Atiagli. L’arbitro Piacenza allarga le braccia facendo cenno di continuare poiché giustamente il terzino nerazzurro respinge con la coscia.
Al 34′ nitidissima occasione del Latina che va vicinissimo al raddoppio con Cossentino il quale manda alto in rovesciata un pallone che era stato salvato sulla linea dalla difesa biancazzurra dell’Aprilia. Al 42′ Tribuzzi tutto solo davanti alla porta sguarnita e senza alcun avversario nelle vicinanze, manda inspiegabilmente a lato un pallone da spingere in rete con l’alito.
La seconda parte della gara si apre con il rigore concesso alla squadra di casa per un evidentissimo fallo di Catinali su Cuscianna. Sul dischetto si presentava Casimirra che faceva fuori Maltempi con un beffardo cucchiaio. Al 59′ uno pari e tutto da rifare per il Latina dopo un primo tempo da incorniciare.
Poi il niente fino al 93′.

Dopo aver dominato in lungo e in largo nei primi 50 minuti di gioco, i nerazzurri si fanno riacciuffare da un buon Aprilia che sicuramente non avrebbe meritato la sconfitta viste le occasioni avute. Il Latina, ovviamente, dovrebbe recitare il mea culpa per le troppe occasioni sprecate. Delusione cocente per i circa 500 tifosi nerazzurri che hanno seguito il Latina nella vicina trasferta di Aprilia

OTTIENI IL RIMBORSO

È UN TUO DIRITTO

Tutela Consumatori a tutela dei vostri interessi

La nostra società si occupa di difendere il consumatore. Il nostro obiettivo principale è quello di aiutare a far ottenere, ai nostri clienti, i rimborsi dovuti dalle finanziarie rivenienti da: cessioni del quinto dello stipendio e/o pensione. Il nostro team è composto principalmente da avvocati specializzati in contrattualistiche, dottori commercialisti, ex consulenti bancari e periti.

Clicca qui oppure Telefona al numero 3491263086

Annunci