La Casertana affonda il Racing

La Casertana affonda il Racing

Risultati immagini per d'angelo allenatore casertanaMister D’Angelo manda in campo lo stesso undici col quale ha battuto a domicilio il Siracusa con l’intento di rincorrere il settimo risultato utile consecutivo e quel posto nei play off che la Casertana meriterebbe per cui vedremo all’opera: Forte, Finizio, Lorenzini, D’Anna, Pinna, Carriero, Alfageme, De Rose, Polak, Romano, Turchetta. Un 3-5-2 armonico che prevede De Rose in cabina di regia, il rientrante Carriero che viene piazzato come centrale di centrocampo e D’Anna, con tutta la sua esperienza, sulla sinistra.

Dall’altra parte, Sanderra deve fare di necessità virtù, viste le mancanze per squalifica di De Martino, Vastola e Vasco ed è costretto cambiare tre pedine: Nolè per Mastropietro, Corticchia preferito a Lazzari e Quaini per Addessi. Questo l’undici iniziale per i rossoblu pontini: Elezaj, Ghinassi, Quaini Corticchia, Ricciardi, Galasso, Mangraviti, Nolè, Polverini, Corvia, Paparusso. Un 3-5-2 speculare che prevede Nolé sacrificato alla marcatura di D’anna. Oltre a Corvia, ovviamente, quale uomo d’ordine.

Padroni di casa in campo con un inedito completo verde, ospiti con maglia, pantaloncini e calzettoni bianchi in una serata fresca e piovigginosa che rende il terreno di gioco gibboso, sconnesso e scivoloso.

Segnaliamo una sola azione di una certa importanza, esattamente al 18′, proposta dalla squadra di casa che giunge al tiro dopo una buona triangolazione tra De Rose e Turchetta con il tiro del numero 27 casertano che si perde sul fondo di poco. Poi solo semplici schermaglie a centrocampo che fanno soltanto sbadigliare lo scarso pubblico del Pinto per cui solo un episodio potrebbe far cambiare le sorti di una partita bloccata. La prima parte di gioco si chiude con il risultato ad occhiali più che giusto. Un solo ammonito: Quaini dopo 10′ di gioco per un fallo su Corvia.

Durante l’intervallo salta il gruppo elettrogeno e l’Alberto Pinto rimane al buio per una ventina di minuti e la partira, così, riprende con circa 15′ di ritardo. 

Risultati immagini per casertana - Racing Fondi

La ripresa ha inizio con i falchetti che spingono per andare in vantaggio. Nel giro di pohissimi minuti, prima Carriero (2′) e poi Alfageme (4′) non riescono ad essere precisi sotto porta. Al 6′ è D’Anna a sfiorare la segnatura con un tiro cross dalla destra che fa la barba alla traversa difesa da Elezaj. La squadra di Sanderra soffre maledettamente le sortite offensive della Casertana ma, invece di immetere un centrocampista oppure un difensore per irrobustire la difesa, sostituisce Nolé per Lazzari per cui non cambia nulla dal punto di vista tattico. E le sofferenze continuano. D’Angelo vuole vincere ed al 20′ sostituisce il mediano Romano per l’attaccante Padovan. La sostituzione apporta i frutti sperati precisamente al 27′, allorquando il Capitano Luis Alfageme di testa sfrutta nel migliore dei modi un calcio di punizione calciato da Pinna dalla fascia sinistra con i difensori di Sanderra che, nell’occasione, hanno fatto da spettatori non paganti.

Lo svantaggio non ha il potere di svegliare i sudpontini che cincischiano senza mai varcare la propria metà campo. La Casertana è di tutt’altra caratura tecnica e non permette alcuna velleità a Corvia e compagni, imbarazzanti come non mai. E con il risultato di una rete a zero si conclude una partita che ha messo maggiormente in evidenza tutti i limiti tecnici del Racing Fondi che, pur avendo gente del calibro di Lazzari, Addessi e soprattutto Corvia, pare inanimata, svuotata, quasi inesistente. Il prossimo turno vedrà la Casertana, lanciatissima verso i play off, impegnata sul difficilissimo campo di Reggio Calabria che domenica pomeriggio ha fatto tremare il Catania. Il Fondi, invece, ospiterà il Cosenza che questa sera è stato sconfitto dal Lecce tra le mura amiche. 

 

  di Basilio Gaburin per Latinasport e RegginaUnicoAmore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci