Serie D, niente ripescaggi? A sentire Criscitiello…

Risultati immagini per michele criscitiello

Parole dure quelle pronunciate (non più di due ore fa) da Michele Criscitiello, direttore di TuttoMercatoWeb, che, nel suo editoriale ha parlato di Serie C e, di rimando, anche di Serie D:Chi lotta per non retrocedere dalla C alla D pensa: vabbè tanto anche se scendo con tutte quelle che falliranno sarò ripescato. Quelle che in D non arriveranno prime, pensano: vado a fare i play off e poi chiedo il ripescaggio. In D, invece, siamo all’assurdità: si lotta per fare i play off ma anche se li vinci stai bello e beato a casa tua. Come tutti gli anni, perché poi devi mettere 350.000 a fondo perduto, oltre l’iscrizione per partecipare al campionato di serie C.Non è certamente un fulmine a ciel sereno quello fiondato dal braccio destro di Alfredo Pedullà. Questa è storia trita e ritrita che, però, quest’anno sarà rigida norma da rispettare. E’ un po’ come dire ”Siore e Siori si scende!!!” si, perché da quest’anno, forse, non ci saranno i ripescaggi. Stando alle indiscrezionicontinua Criscitielloil Signor Gravina ha deciso di bloccare i ripescaggi e nello stesso tempo tornare a 60 società di C. Come farà? Sinceramente non lo sappiamo ma un uccellino ci ha raccontato che i ripescaggi non ci saranno e, in C, saranno ammesse 7 squadre B con licenze di serie A. Ciò significa che 7 club di A potranno fare le seconde squadre per partecipare alla Lega Pro già dal prossimo anno.

Insomma, rivoluzione – se di rivoluzione si possa trattare – per così dire ”immediata” e più ampio spazio alle società che hanno gli ”sghei” per evitare situazioni come Vicenza, Modena, Akragas, Arezzo e molto probabilmente Matera e Andria viste le condizioni in cui versano i presidenti Columella e Montemurro. Gravinaprosegue il noto giornalista di Sportitaliaha delle belle idee, ma deve passare ai fatti altrimenti anche lui sarà etichettato come quello delle parole al vento. La C ha bisogno di riforme e di equilibrio economico. In basso, invece, c’è bisogno di una ristrutturazione dei campionati di serie D per evitare che i campionati siano già finiti a febbraio per 15 squadre su 18″. Questo è quanto e non possiamo esimerci dal tributare uno scrosciante applauso a Michele Criscitello che ha pienamente centrato il discorso. Società come Como, Pavia, Pro Patria, Lumezzane, Lecco, Forlì, Mantova, Savona, Campobasso, Taranto, Nocerina, Cavese, Turris, Vibonese, Acireale, Messina e Latina hanno un blasone, una storia ed un bacino di tifoseria che non hanno nulla (ma proprio nulla) da spartire con la Serie D, per cui, più che ”scimmiottare un sistema rodato da svariati lustri in altre entità calcistiche come Spagna, Inghilterra, Belgio, Germania e chi più ne ha più ne metta, sarebbe il caso di rivedere quello che c’è (o che c’è già stato) rimettendo in piedi (la tanto cara) Seconda Divisione o C2 come dir si voglia. Il Signor Gravina non si rende conto che così facendo si allontana maggiormente la gente dagli stadi e, parimenti, si abbassa ulteriormente un livello tecnico da far spavento sia in D che, soprattutto, in Serie C. E si guardi all’indotto che sarà di pertinenza esclusiva delle sette società di Serie A che faranno, ovviamente, la parte del leone. E gli altri? Avranno soltanto le briciole. Ovviamente. Ed il Latina? Al Latina non saranno fatti sconti a meno che non si riesca a vincere l’attuale campionato. Utopia allo stato puro visti l’assottigliarsi delle gare a disposizione e il considerevole gap che divide la squadra nerazzurra da Rieti e Albalonga, quest’ultimo prossimo avversario al Francioni (verosimilmente) giovedì 22 marzo prossimo venturo. Facendo un discorso di più ampio respiro, ci sembra una nefandezza bella e buona quella di far disputare degli incontri di play off che non serviranno ”praticamente” a nulla se non a mettere in vetrina i giovani che durante il campionato non hanno trovato troppo spazio nelle rispettive società. Insomma: il solito pastrocchio all’italiana.

Annunci

IL FONDI SPINGE L’ANDRIA NEGLI INFERI

Risultati immagini per Fondi - Fidelis Andria 1-0

di Basilio Gaburin per latinasport.info e regginaunicoamore

Alla fine ad esultare è il Racing Fondi grazie al gol di Mastropietro che si avvicina a grandi falcate verso la salvezza complice la sconfitta interna della Reggina ad opera del Monopoli. Mister Sanderra si affida a Corvia e Mastropietro in avanti e ad un grande Conticchia con il compito di andare a mordere le caviglie degli avanti avversari. Papagni schiera Quinto al centro della difesa e affida le chiavi dell’attacco a Lattanzio e Scaringella. Modulo speculare per entrambi le compagini che scendono in campo al Purificato con un 3-5-2 abbastanza abbottonato.

Al 26’ i padroni di casa passano in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, la difesa respinge sui piedi di Mastropietro che non ha alcuna difficoltà a depositare la palla in rete. Al 33’ i laziali vanno vicino al raddoppio con Corticchia che tutto solo in area di rigore spara alto sulla traversa.

Ad inizio ripresa la Fidelis prova subito ad imporre il proprio gioco e si rende pericolosa con un calcio di punizione di Matera che termina di poco alto sulla traversa. Al 55’ arriva però la doccia fredda per i pugliesi: Lancini si inserisce in area di rigore Vastola lo atterra ma per il Sig. Annaloro di Collegno è simulazione del calciatore ex Brescia che si becca la seconda ammonizione e finisce anzitempo negli spogliatoi. Al 62’ nonostante l’inferiorità numerica i pugliesi vanno vicino al pari ancora con Matera che dal limite dell’area impensierisce Elezaj. Aldo Papagni corre ai ripari ed inserisce Cappiello e Croce per Scaringella e Matera. Dall’altra parte Sanderra manda in campo Nolè e l’ex Vasco per Mastropietro e Corticchia. Al 73’ i laziali si rendono pericolosi con Lazzari che dal limite dell’area calcia ma Maurantonio risponde con un prodigioso intervento. Al 85’ ancora provvidenziale il portiere ex Taranto sul  perfetto mancino dalla distanza di Addessi. Dopo 5’ di recupero il sig. Annaloro di Collegno decreta la fine delle ostilità. Sconfitta pesante per i biancazzurri che scendono in penultima posizione. Con questa vittoria, invece, gli uomini di Sanderra si avvicinano sempre più alla Reggina ed al Catanzaro rispettivamente a 29 e 31 punti ed un calendario da far tremare i polsi.

 

RACING FONDI (3-5-2): 25 Elezaj 6; 28 Polverini 6, 2 Ghinassi 6.5, 24 Mangraviti 6; 17 Vastola 6.5, 8 De Martino 6, 13 Ricciardi 6 (77′ – 7 Addessi s.v), 11 Corticchia 6 (70′ – 6 Vasco 5), 31 Paparusso 6; 16 Mastropietro 6.5 (69′ – 27 Nolè 6), 30 Corvia 6 (63′ – 20 Lazzari 6).
A disposizione: 1 Cojocaru, 3 Pompei, 4 Maldini, 5 Quaini, 6 Vasco, 7 Addessi, 9 Pezone, 18 Galasso, 20 Lazzari, 21 Stikas, 27 Nolè, 29 Sakaj.
Allenatore: Stefano Sanderra.6.5

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): 1 Maurantonio 5.5; 19 Celli 6, 25 Quinto 5.5, 14 Tiritiello 6; 20 Di Cosmo 6 (88′ – 3 Lobosco s.v), 11 Matera 6 (63′ – 9 Croce 6), 8 Piccinni 5.5, 7 Longo 5.5, 32 Lancini 5 10 Lattanzio 6, 13 Scaringella 5 (63′ – 16 Cappiello 5.5).
A disposizione: 22 Cilli, 3 Lobosco, 5 Colella, 9 Croce, 16 Cappiello, 17 Esposito, 18 Ippedico, 24 Liguori, 26 Scalera, 28 Taurino, 34 Turi.
Allenatore: Aldo Papagni.5.5

ARBITRO: Riccardo Annaloro di Collegno 5

Risultati immagini per Fondi - Fidelis Andria 1-0

OTTIENI IL RIMBORSO

È UN TUO DIRITTO

 

Tutela Consumatori a tutela dei vostri interessi

La nostra società si occupa di difendere il consumatore. Il nostro obiettivo principale è quello di aiutare a far ottenere, ai nostri clienti, i rimborsi dovuti dalle finanziarie rivenienti da: cessioni del quinto dello stipendio e/o pensione. Il nostro team è composto principalmente da avvocati specializzati in contrattualistiche, dottori commercialisti, ex consulenti bancari e periti.

 

Clicca qui oppure Telefona al numero 3491263086

Benacquista: che grinta!

latina_vs_siena07La 24^ giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West ha visto la Benacquista Assicurazioni Latina Basket ricevere sul parquet del PalaBianchini la Soundreef Siena e conquistare una preziosa vittoriasul risultato finale di 86-79 sostenuta da un pubblico partecipe, che ha incitato la squadra per tutta la durata della partitaUna gara in cui i nerazzurri non hanno mai perso la concentrazione, nemmeno nei momenti in cui sono stati in svantaggio di 10 lunghezze. Trascinata da una prestazione eccellente di BJ Raymond che ha messo a referto 31 punti tirando con buonissime percentuali e chiudendo il match con 42 di valutazione la Benacquista ha disputato una buona partita di squadra in cui tutti gli 8 giocatori scesi sul parquet hanno dato il loro prezioso contributo, alcuni in termini di punti realizzati, altri per le azioni difensive che hanno contenuto gli attacchi avversari.

 

latina_vs_siena06La partita – I primi punti del match sono di marca senese, ma è pronta la risposta di Hairston (2-3). Ancora a segno Siena con 4 punti consecutivi (2-7 al 2′) con i nerazzurri che sono sfortunati nelle conclusioni, fino al bel canestro di Saccaggi su assist di Hairston (4-7 al 3′). Gli ospiti mettono a segno un libero, Raymond ed Ebanks centrano la retina entrambi  dalla lunga distanza (7-11) è nuovamente Saccaggi a realizzare due punti preziosi per la Benacquista che si porta sul -2 al 4′ (9-11). La Soundreef mette a segno un mini break di 4-0 (9-16) e con 5:37″ sul cronometro coach Gramenzi chiama time-out. Al rientro sul parquet Vildera subisce fallo e va in lunetta incrementando il vantaggio senese (9-18). Botta e risposta tra Hairston e Kyzlink e Siena conquista il vantaggio in doppia cifra (11-21 al 5′). Raymond riduce il divario dei suoi firmando la sua seconda tripla della serata, ma sul fronte opposto Saccaggi Lorenzo (fratello del nerazzurro Andrea) risponde per le rime (14-24 al 6′). Raymond è preciso dalla lunetta, così come Kyzlink e con 3:27″ da giocare il tabellone segna 16-26. Un bell’assist di Raymond dopo un prezioso recupero di palla, per il canestro di Allodi che riporta Latina sotto la doppia cifra di svantaggio (18-26) ed è ancora Allodi a centrare la retina dall’arco per il -5 (21-26 all’8′). Siena reagisce e torna sul +7 (21-28) ma Raymond è chirurgico dalla lunetta (23-28 al 9′). Nel corso dell’ultimo minuto la Benacquista non riesce a trovare la via del canestro a differenza della compagine toscana che ne firma altri 4 e chiude il primo quarto avanti 23-32.

In avvio di seconda frazione Siena è la prima a segnare, ma è pronta la risposta di Di Ianni (25-34 all’11’). Un belgioco da 3 punti di Giovanni Allodi per il -7 della Benacquista (28-34 al 12′). Nessuna delle due formazioni riesce a trovare più la via del canestro e con 6:14″ sul cronometro la panchina senese chiama time-out. Il gioco riprende con la rimessa in favore della Benacquistache è sfortunata al tiro, ma difende con energia. Al 15′ arrivano i primi punti in maglia nerazzurra di Alex Ranuzzi per il -4 di Latina(30-34). Allodi commette fallo su Sandri che dalla lunetta realizza i due liberi (30-36) ma risponde capitan Pastore dai 6.75 per il -3 (33-36 al 16′). La Soundreef conquista ulteriori punti dalla lunetta con Vildera, ma è nuovamente Pastore a segnare dall’arco (36-38) cui risponde Kyzlink con la stessa moneta (36-41 al 17′). La Benacquista non demorde, gioca con buona intensità e su un ottimo recupero di palla di Pastore, Raymond firma i due punti che portano i nerazzurri nuovamente a un solo possesso di distanza (38-41 al 18′). Time-out per Siena. Al rientro in campo i pontini continuano a difendere forte, ma la formazione ospite riesce a centrare la retina per il 38-43 a 1:25″ dal termine del periodo. Time-out per coach Gramenzi. Il gioco riprende con Tavernelli che realizza un bel gioco da tre punti (41-43 al 19′) risponde Siena (41-45 con 50″ da giocare). Ultimi secondi di gioco concitati con Tavernelli preciso dalla lunetta (43-47 con 40″) e immediata replica di Kyzlink (43-47 con 30″). Allodi su assist di Pastore firma il nuovo -2 nerazzurro (45-47 con 6″). Sulla rimessa senese dopo il canestro di Allodi è bravo Tavernelli a rubare palla, ma il tiro dall’arco a fil di sirena s’infrange sul ferro e si va negli spogliatoi sul punteggio di 45-47.

Al rientro dagli spogliatoi un canestro per parte e al 21′ il punteggio è 47-49. Hairston firma i due punti del pareggio nerazzurro (49-49 al 12′). Sandri, preciso dalla lunetta sul fallo di Ranuzzi, riporta i suoi avanti (49-51). La Soundreef incrementa il divario con Ebanks dalla lunetta e Kyzlink dal pitturato (49-55 al 13′). Coach Gramenzi chiama time-out prima che Ebanks vada nuovamente in lunetta sul fallo subito da Ranuzzi e consenta a Siena di portarsi sul +8 (49-57 a 6:41″ dal termine del quarto). Trascorrono altri 40″ prima che Hairston smuova il punteggio di Latina (51-57) ma gli ospiti replicano subito (51-60 al 24′). Un bel canestro di Raymond riduce a 7 lunghezze il divario (53-60). I toscani si affidano a Ebanks, i pontini ad Hairston (55-62 al 26′). La Benacquista continua a lottare e al 27′ il tabellone segna60-62 grazie alla tripla di Raymond che costringe Siena al time-out. Alla ripresa del gioco Vildera realizza per il 60-64, Hairston per il nuovo -2 (62-64 al 28′). Una buona difesa e il canestro di Hairston ristabiliscono la parità a 1:30″ (64-64). Ebanks subisce fallo e dalla lunetta realizza per il +2 senese (64-66). Con 1:02″ sul cronometro Siena va nuovamente in lunetta, stavolta con Borsato e torna avanti di 4 lunghezze (64-68). Quando mancano 50″ alla sirena del terzo periodo è il turno di capitan Pastore in lunetta che concretizza un solo libero (65-68). Non si realizzano altri canestri e il quarto termina con gli ospiti avanti 65-68.

latina_vs_siena08L’ultima frazione si apre con un altro viaggio in lunetta della Soundreef che stavolta realizza un solo punto (65-69) ma Sandri e Kyzlink puniscono la difesa nerazzurra e al 32′, visto il parziale di 6-0 firmato Siena, il punteggio è 65-74. Time-out per la panchina della Benacquista. Si torna sul campo di gioco, ma i pontini faticano sia in attacco, che in difesa. al 33′ Allodi concretizza un solo libero ed è il primo punto del periodo per Latina (66-74). Con 6:41″ da giocare il capitano nerazzurro firma la tripla del 69-74. Ci sono 5:38″ sul cronometro quando Siena chiama il suo secondo time-out, con il punteggio fermo sul 69-74. Le squadre tornano sul parquet: Latina non riesce a conquistare punti, Siena commette fallo in attacco e al 35′ il tabellone segna ancora 69-74. BJ Raymond dalla lunetta porta la Benacquista sul -3 (71-74 a 4:41″ dalla sirena finale). Pastore realizza il canestro del -1 nerazzurro(73-74 al 36′). Sostenuta da pubblico eccezionale la Benacquista trova il canestro del vantaggio con Raymond (75-74 3:30″ dal termine). Ebanks concretizza un solo libero sul fallo subito da Saccaggi per la nuova parità (75-75 al 37′). I pontini difendono con grande intensità e attaccano energicamente e con 2:09″ Raymond concretizza due liberi (77-75). 1:57″ alla sirena finale, Ebanks in lunetta, ancora parità (77-77). 1:43″ Hairston realizza il +2 nerazzurro (79-77). Hairston va in lunetta a 1:03″, ma realizza un solo libero che vale il +3 dei suoi (80-77). Time-out per Siena. Il gioco riprende con la rimessa degli ospiti, Ebanks commette infrazione di passi, Raymond realizza il canestro dell’82-77 con 25″ sul cronometro. Kyzlink, su fallo subito da Pastore, va in lunetta con 19″ da giocare e tira 3 liberi di cui ne realizza 2 (82-79) Time-out Latina. Si torna in campo, Ebanks commette il suo quinto fallo, Raymond è chirurgico dalla lunetta (84-79 con 17″). Il match si conclude con l’ulteriore canestro di Raymond che decreta la fine del match e la vittoria nerazzurra sul risultato finale di 86-79.

Il prossimo appuntamento con i nerazzurri è in programma per domenica 18 marzo alle ore 18:00 sul campo della Metextra Reggio Calabria (oggi vittoriosa su Biella) per mandare in scena un altro scontro diretto in termini di classifica. Il match dell’andata  aveva visto la vittoria dei latinensi con il risultato finale di 93-91.

Benacquista Assicurazioni Latina Basket vs Soundreef Siena 86-79 (23-32, 45-47, 65-68)

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Hairston 19, Tavernelli 5, Ranuzzi 2, Saccaggi 4, Allodi 11, Pastore 12, Di Ianni 2, Jovovic n.e., Ambrosin n.e., Raymond 31, Cavallo n.e. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

Soundreef Siena: Ebanks 26, Casella, Cepic n.e., Borsato 2, Vildera 8, Simonovic 2, Sandri 11, Saccaggi 6, Ceccarelli n.e., Lestini, Lurini n.e., Kyzlink 24. Coach Mecacci. Vice Monciatti.

Note: Latina tiri da due 57% (24/42) tiri da tre 27% (7/26) tiri liberi 85% (17/20). Siena tiri da due 48% (15/31) tiri da tre 38% (8/21) tiri liberi 83% (25/30). Usciti 5 falli: Saccaggi, Ranuzzi per Latina, Ebanks per Siena.

Arbitri: Scrima Maria Alberto di Catanzaro, Foti Daniele Alfio di Vittuone (MI), Capozziello Damiano di Brindisi.

Donatella Schirra
Ufficio Stampa
Latina Basket

IL PROSSIMO AVVERSARIO DELLA BENACQUISTA  

Nell’anticipo domenicale della 24^ giornata di Serie A2 la MetExtra Reggio Calabria continua a sognare. I ragazzi di Coach Calvani, di fronte ai 4000 del PalaCalafiore, superano facilmente l’Eurotrend Biella per 83-73 dominando dall’inizio alla fine dell’incontro.

Un match entusiasmante in cui la Viola tiene a bada le bocche da fuoco Piemontesi: saranno le triple di Fabi e di un indemoniato Roberts a spingere i nero-arancio sin dalle battute del match, Pacher e Baldassarre aggiungono qualità e quantità nella seconda parte di gara, respingendo i tentativi di rimonta della squadra ospite.

Per la Viola si tratta della nona vittoria nelle ultime undici gare.

Metextra Reggio Calabria – Eurotrend Biella 83-73 (30-16, 20-26, 18-14, 15-17)

Metextra Reggio Calabria: Chris Roberts 22 (3/5, 5/8), Andrew joseph Pacher 18 (4/5, 1/2), Patrick Baldassarre 16 (4/6, 2/3), Agustin Fabi 14 (2/7, 3/4), Riccardo Rossato 4 (1/2, 0/2), Lorenzo Benvenuti 4 (2/4, 0/0), Lorenzo Caroti 3 (1/2, 0/5), Allen Agbogan 2 (1/1, 0/0), Tommaso Carnovali 0 (0/0, 0/1), Celis Taflaj 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 22 – Rimbalzi: 30 4 + 26 (Andrew joseph Pacher 9) – Assist: 21 (Agustin Fabi 5)

Eurotrend Biella: Amedeo Tessitori 20 (5/7, 3/5), Jazzmarr Ferguson 12 (3/6, 2/8), Lorenzo Uglietti 11 (4/6, 0/2), Giorgio Sgobba 10 (3/5, 1/2), Timothy jermaine Bowers 9 (3/5, 1/5), Carl Wheatle 9 (3/6, 0/3), Albano Chiarastella 2 (1/1, 0/3), Luca Rattalino 0 (0/2, 0/0), Luca Pollone 0 (0/0, 0/0), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/0), Andrea Ambrosetti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 16 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Lorenzo Uglietti 8) – Assist: 15 (Jazzmarr Ferguson 5)

Uff. Stampa Viola Reggio Calabria