Sconfitta in terra salentina per le girls del Latina

Vittoria di prestigio per la Salento Women Soccer che batte 1-0 il Latina e riscatta il passo falso con la Roma XIV. Il successo è meritato: le giallorosse, nell’arco dei quasi cento minuti di gioco, hanno più volte portato pericoli alla porta difesa da Natalucci. Oltre al gol del successo, firmato dalla solita Serena D’Amico, giunta all’ottavo centro stagionale, la squadra allenata da Vera Indino ha colpito una traversa sempre con D’Amico e poi si è vista annullare una rete per fuorigioco.

Booking.com_logo. per pubblicità

E’ stata però una clamorosa svista dell’assistente numero 1 Carlo Alberto Tomasi, della sezione di Taranto, considerato che il pallone è stato spinto alle spalle del portiere Natalucci da un difensore della formazione pontina e di conseguenza si è trattato delle più classica delle autoreti. Alla terna, in giornata non particolarmente felice, è sfuggito pure il gesto violento compiuto – a palla lontana – dall’inglese Williams ai danni della giovanissima Coluccia.

zalando logo er pubblicità

SERIE B FEMMINILE – DICIASSETTESIMA GIORNATA

SALENTO WOMEN SOCCER 1
LATINA 0
Marcatrice: nel pt 40′ D’Amico.

Salento Women Soccer: Mariano, Ouacif, Felline, Zaccaria, Costadura, Coluccia, Pinto, D’Amico, Cazzato, Lazoi (6′ st Bruno), Vitti (16′ pt Guido).
In panchina: Errico, Viva, Aprile. Allenatrice Vera Indino.

Latina: Natalucci, Gambarotta, Testa, Di Fazio, Silvi, Maiorca (6′ st Williams), Ietto, Bellato (35′ st Di Federico), Filippi, Chiodetti, Stokan.
In panchina: Pisa, Furci, Messore, Cusella, Rizzato. Allenatore Luigi Colantoni.

Arbitro: Fucci di Salerno.

 

Fonte: ufficio stampa Salento Women Soccer

Risultati immagini per latina calcio femminile

Annunci

Rivolto a tutti i genitori: sport insufficiente per 81 ragazzi su 100

Rivolto a tutti i genitori: sport insufficiente per 81 ragazzi su 100

Risultati immagini per sport e salute per gli adolescenti

Un fenomeno da non sottovalutare e da non mettere subito nel dimenticatoio visto che non ci sono leggi specifiche che redarguiscano i genitori meno attenti

di Salvatore Condemi

Questa notizia dovrebbe far inorridire chiunque ma per noi genitori dovrebbe essere motivo di riflessione e d’allarme. E’ di oggi, infatti, la notizia secondo la quale nel mondo l’81% degli adolescenti tra gli 11 e i 17 anni fanno poca attività fisica, andando così incontro a effetti negativi sulla salute con un rischio di morte maggiore del 20-30%. L’allarme non arriva dal medico condotto sotto casa bensì dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) in un documento aggiornato nel quale si spiega che l’inattività fisica è un fattore chiave per lo sviluppo di patologie cardiovascolari, diabete e cancro. L’Oms sta lavorando ad un nuovo Piano d’azione globale, per ridurre del 10% la percentuale di persone inattive fisicamente entro il 2025.

Risultati immagini per sport e salute per gli adolescenti

Lo sport rappresenta per i ragazzi un momento di svago, ma, allo stesso tempo, è e dev’essere un momento importante per la loro crescita.
Grazie allo sport i ragazzi possono stabilire delle stabili relazioni con i loro coetanei e condividere un obiettivo comune: quello di imparare a rispettare le regole nonché di gioire dei successi e di accettare le sconfitte anche più cocenti. Praticare uno sport – che sia di squadra o individuale poco importa – significa sottoporre il ragazzo e, nel fatto specifico, l’adolescente ad allenamenti costanti e quindi a sviluppare lo spirito di sacrificio e la fortificazione del carattere.
Lo sport – qualsiasi esso sia – è anche il modo più esplicito per far esprimere le emozioni, per far sentire liberi e anche per scaricare le tensioni. Per i ragazzi di questa generazione, poi, è anche lo strumento per creare relazioni, per socializzare e per divertirsi. Infatti, basta un luogo aperto per creare un’opportunità di gioco di squadra: una partita di calcio, di palla a volo, di basket, di rugby. E proprio per questo motivo, spesso capita di vedere nei parchi come, anche ragazzi che non si conoscono tra loro, riescono a condividere un momento di gioco e a divertirsi insieme. Succedeva a noi ”matusa” – anche se facevamo parte attiva della vita di quartiere o della parrocchia piuttosto del circolo dopolavoristico del papà – figuriamoci ai nostri figli sempre davanti ad un computer o allo smartphone di ultima generazione.

Insomma, lo sport ha e deve avere un ruolo fondamentale per la crescita dei nostri ragazzi al pari del percorso scolastico. Il medico condotto per essere uno scienziato oltre che un medico innovativo, non deve chiedere a mio figlio ”se” pratica sport, ma che ”tipo di sport” pratichi dando, quindi, per scontato che ogni ragazzo ne debba praticare uno: deve (e sottolineo deve) praticarne uno fondamentale per una sana crescita. Nel caso di risposta negativa, il genitore deve essere messo opportunamente messo al corrente dei rischi a cui va incontro il ragazzo e segnalato alle autorità sanitarie con delle norme rigidi e ben strutturate.

Risultati immagini per sport e salute per gli adolescenti

Booking.com_logo. per pubblicità

Benacquista Latina, peccato!

Benacquista Latina, peccato!

Booking.com_logo. per pubblicità

Eurotrend Biella vs Benacquista Assicurazioni Latina Basket  81-78 (21-26, 36-44, 57-63)

Eurotrend Biella:  Ferguson 10, Chiarastella 5, Bowers 13, Uglietti 6, Tessitori 10, Rattalino 4, Wheatle 20, Pollone M. n.e., Pollone L., Ambrosetti n.e., Sgobba 13. Coach Carrea.

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Hairston 15, Tavernelli 9, Laganà 12, Saccaggi 9, Allodi 4, Pastore 8, Di Ianni, Jovovic n.e., Tricarico n.e., Ambrosin n.e., Raymond 21. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

Note:  Biella tiri da due 55% (23/42) tiri da tre 36% (9/25) tiri liberi 53% (8/15). Latina tiri da due 57% (27/47) tiri da tre 31% (5/16) tiri liberi 60% (9/15).

Arbitri: Cappello Calogero di Porto Empedocle (AG), Centonza Michele di Grottammare (AP), Perrocco Alberto di Ponzano Veneto (TV)

biella-raymond

I nerazzurri della Benacquista Assicurazioni Latina Basket in occasione della 21^ giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West hanno fatto visita all’Eurotrend Biella sul parquet del Forum giocando con grande grinta e determinazione fino agli ultimi istanti. Pur conducendo per lunghi tratti del match i nerazzurri non sono riusciti a compiere l’impresa di espugnare un campo caldo e difficile come quello di Biella, arrendendosi non certo senza lottare, e solo in volata, ai padroni di casa con il risultato di 81-78 di fronte a un pubblico di circa 3400 persone. Gli uomini di coach Gramenzi escono a testa alta dal confronto con una delle formazioni di vertice del campionato con Bj Raymond miglior realizzatore del match con 21 punti realizzati, oltre ai 7 rimbalzi conquistati. Doppia cifra anche per Hairston con 15 punti e 8 rimbalzi e Laganà che di punti ne ha firmati 12, uniti a 3 assist. Tavernelli e Saccaggiche di punti ne hanno messi a referto 9 ognuno, hanno anche distribuito rispettivamente 6 e 3 assist ai compagni.

 

biella-hairston

La partita –  I primi due punti del match sono firmati da Raymond, ma è immediata la replica di Tessitori (2-2 al 1′). Hairston mette a segno la schiacciata del 2-4, ma nell’azione successiva commette anche il suo primo fallo. La partita è dettata da ritmi veloci e Uglietti pareggia i conti (4-4 al 2′). La Benacquista rimette la testa avanti con un bel canestro realizzato da Laganà dopo aver agguantato un rimbalzo offensivo, ma Bowers risponde nell’area opposta ed è nuovamente parità (6-6 al 3′). Latina si affida ancora all’atletismo di Hairston (6-8) e al bell’assist di Laganà per il canestro di Saccaggi(6-10 al 6′). Biella non demorde e trova la via del canestro con Tessitori, ma nell’area opposta è di nuovo egemonia statunitense con Hairston che firma il nuovo + 4 nerazzurro (8-12 a 5:20″ dal termine del primo periodo). Time-out per coach Carrea. Al rientro sul parquet è ancora una volta Tessitori a prendere per mano i padroni di casa (10-12) e in rapida successione vanno a canestro anche Saccaggi per Latina e Chiarastella per Biella (12-14 al 6′). Ritmi rapidie con 3:08″ sul cronometro le due formazioni sono sul 14-19 con Laganà abile a conquistare il rimbalzo scaturito dal secondo tiro libero sbagliato di Hairston e realizzare il canestro. Ruotano gli uomini su entrambe le panchine e Biella riduce il divario a 3 lunghezze con Sgobba (16-19 all’8′). L’Eurotrend ha esaurito il bonus e Raymond è preciso dalla lunetta (16-21) ma anche in azione e al 9′ firma ulteriori due punti per il + 7 della Benacquista (16-23). Rattalino riduce il divario, Laganà realizza un libero, ma Sgobba segna la tripla del -3 biellese (21-24). È Giovanni Allodi a determinare il punteggio di  21-26 fine primo quarto con due punti realizzati al termine di una bellissima azione di squadra.

biella-hairston-2In avvio di seconda frazione Biella realizza immediatamente 4 punti consecutivi per il -1 (25-26 all’11’). Latina non riesce ad arginare le azioni offensive avversarie e i rossoblu trovano la tripla del vantaggio con Wheatle (28-26 al 12′). Time-out per coach Gramenzi. Al rientro sul parquet i nerazzurri realizzano un tiro libero con Hairston, ma poi è lo stesso americano, su assist di Tavernelli, a firmare il canestro del nuovo vantaggio pontino (28-29 al 13′). Il playmaker della Benacquista dispensa un ulteriore assist, questa volta per il capitano che firma la tripla del 28-32 al 14′. L’Eurotrend riduce a 3 i punti di svantaggio con un libero di Wheatle (29-32 al 16′). I pontini sono trascinati ancora una volta da Josh Hairston che porta i suoi sul +5 (29-34) mentre sul fronte opposto Wheatle va nuovamente in lunetta e realizza ancora 1/2 (30-34 con 4:02″ da giocare). Capitan Pastore realizza un bel gioco da tre punti e Latina torna sul + 7 (30-37 al 17′). Entrambe le formazioni perdono palloni preziosi e sono sfortunate nelle conclusioni. Botta e risposta tra gli americani Hairston dal pitturato e Bowers dall’arco (33-39 al 18′). Il numero 1 della Benacquista commette il suo secondo fallo e, prima che Ugliettii vada in lunetta, coach Gramenzi chiama time-out. Al rientro in campo Uglietti non concretizza i liberi e i nerazzurri prima con la tripla di Saccaggi su assist di Laganà e poi il canestro dello stesso numero 9 pontino che recupera un prezioso pallone e firma il canestro del 33-44 con 28″ da giocare. Risponde Bowers con la sua seconda realizzazione dalla lunga distanza, mentre non va a segno la tripla di Tavernelli a fil di sirena, si va, quindi, negli spogliatoi sul punteggio di 36-44.

biella-saccaggiAl rientro dal riposo lungo in 30 secondi un errore al tiro per parte, poi è Tessitore a sbloccare il punteggio con la schiacciata del 38-44 al 21′. Chiarastella riduce ulteriormente il divario con la tripla del -3 biellese (41-44) ma replica immediatamente Tavernelli per il 41-46 al 22′. Hairston commette il suo terzo fallo ai danni di Tessitori ed è proprio Tessitori a riportare Biella sul -3 (43-46 al 23′). l’Eurotrend gioca con grinta e al 24′ con un gioco da tre punti firmato Bowersarriva a -1 (46-47). Latina si scuote con i due punti di Raymond che ristabiliscono un possesso pesante di distanza (46-49 al 25′). L’inerzia del match è ancora nelle mani dei rossoblu che con Wheatle torna nuovamente a un solo punto dagli ospiti (48-49). Gramenzi cambia Hairston per Allodi. Al 26′ Tavernelli commette fallo su Sgobba e prima che il giocatore di Biella vada in lunetta per i due liberi a sua disposizione, la panchina latinense chiama time-out. Il gioco riprende e Scobba non concretizza dalla lunetta, Raymond conquista il rimbalzo difensivo ed è proprio lui a mettere a segno due punti preziosi nel pitturato opposto (48-51 a 3:37″ dalla sirena). Una palla persa per parte poi è ancora il numero 42 americano Raymond, su assist di Saccaggi, a firmare il +5 (48-53). Per Biella è Wheatle dall’arco a riportare i suoi sul -2 (51-53) e Ferguson, con il suo primo canestro della serata, permette ai padroni di casa di riconquistare la parità(53-53 al 28′). Tavernelli reagisce subito con la tripla del 53-56 e Raymond, chirurgico dalla lunetta porta la Benacquista sul 53-58 al 29′. Ed  è ancora Raymond a rispondere al canestro di Sgobba, con una bellissima tripla per il 55-61 a 11″ dal termine del quarto. Con 3″ da giocare Saccaggi non concretizza i liberi a sua disposizione, ma è abile capitan Pastore a mettere a segno a fil di sirena il canestro del 57-63.

biella-raymond-2L’ultimo quarto si apre con alcune conclusioni sfortunate ambo le parti, poi sono Allodi per Latina e Bowers per Bielal a smuovere il punteggio (59-65 al 31′). L’Eurotrend torna sul -3 con la tripla di Sgobba (62-65 al 32′) su assist di Wheatle, che nell’azione successiva stoppa il tiro di Allodi e corre in contropiede subendo il fallo di Tavernelli. Time-out per coach Gramenzi prima che il giocatore biellese vada in lunetta per realizzare i due liberi che valgono il -1 dei padroni di casa (64-65 al 33′). Inerzia Eurotrend con Sgobba che mette a segno la sua terza tripla per il vantaggio dei rossoblu (67-65 al 34′). Il regista nerazzurro Tavernelli ristabilisce la parità (67-67). Si gioca sul filo dell’equilibrio, poi i 5 punti consecutivi di Marco Laganà riportano la Benacquista avanti (69-72 al 36′). Time-out per coach Carrea. Si torna sul parquet e i locali si affidano ancora una volta a Wheatle, che mette a referto 4 punti consecutivi per il nuovo vantaggio dei padroni di casa (73-72 al 37′). La Benacquista rimette la testa avanti con la tripla di Raymond su assist di Saccaggi (73-74) ma replica Ferguson (75-74 al 38′). Le due formazioni con 69 secondi al termine commettono entrambe errori al tiro, poi è decisiva la tripla di Ferguson che con 50″ sul cronometro fissa il punteggio sul 78-74. Time-out per la panchina nerazzurra. Il gioco riprende con un canestro immediato di Saccaggi (78-76 con 45″ da giocare). Wheatle per Biella, Tavernelli per Latina (78-76 a 17″ dal termine). Biella perde palla, Latina non riesce a trovare la via del canestro e commette fallo su Bowers. Time-out per coach Carrea. Al rientro in campo con 4″ sul cronometro Hairston commette fallo su Ferguson che realizza un solo libero (81-78). Tavernelli prova la tripla del pareggio che non va a segno, ma la Benacquista esce a testa altissima dal Forum, pur arrendendosi ai padroni di casa con il risultato finale di 81-78.

biella-laganaIl prossimo appuntamento con la Benacquista Assicurazioni Latina Basket è in programma  sabato 17 febbraio alle ore 20:30 sul parquet del PalaBianchini, dove i nerazzurri riceveranno la formazione della Leonis Eurobasket Roma (in questo turno impegnata nel posticipo di domani alle ore 20:30 in casa con Siena). Il derby dell’andata disputato al palazzetto dello sport di Roma aveva sorriso ai capitolini con il punteggio di 85-79.

Donatella Schirra
Ufficio Stampa
Latina Basket

zalando logo er pubblicità

 

Ravenna s’impone sul Latina

Ravenna s’impone sul Latina

 

Bunge Ravenna-Taiwan Excellence Latina 3-0 (25-17, 25-18, 28-26)
Bunge Ravenna: Vitelli 5, Orduna 2, Marechal 6, Diamantini 8, Buchegger 17, Poglajen 20; Goi (L), Raffaelli, Pistolesi, Gutierrez. Ne: Mazzone, Georgiev, Marchini (L). All. Soli
Taiwan Excellence Latina: Sottile 2, Ishikawa 5, Rossi 2, Starovic 2, Savani 8, Le Goff 5; Shoji (L), Maruotti 8, Gitto 2, Corteggiani 9, Huang. Ne: De Angelis, Kovac. All. Di Pinto
Arbitri: Pozzato, Zanussi
Durata set: 25‘, 24‘, 34‘; totale 1h23’
Spettatori: 1721 (incasso 7530 euro).
Ravenna: battute vincenti 13, battute sbagliate 10, muri 10, errori 18, attacco 44%
Latina: bv 2, bs 11, m 4, e 21, a 41%
MVP: Cristian Poglajen

Ravenna – La Bunge Ravenna supera in tre set la Taiwan Excellence nella 22ma giornata della Superlega UnipolSai. Sono stati i servizi, 13 ace, a mettere in difficoltà i pontini ad iniziare dalla ricezione. Di Pinto le ha provate tutte per cercare le contromosse e nel terzo set è riuscito a tenere il campo fino ai vantaggi.
Inizia bene la Taiwan Excellence che si porta subito sullo 0-3, con il servizio di Marchal (due ace) il sorpasso sul 7-4, poi Poglajen allunga 11-6, con gli ace di Ploglajen e Diamantini la Bunge si porta 20-12, Di Pinto prova a inserire Maruotti e Le Goff a muro accorcia le distanze sul 20-15, ma sono due ace di Buchegger a chiudere il set 25-17. Di Pinto inserisce Gitto nel secondo set e Maruotti sul 3-0, ma sono i padroni di casa allungano con gli ace di Poglajev e Vitelli e i muri di Buchegger e Vitelli sull’11-4, ancora un ace di Buchegger e un muro di Diamantini per il 16-7, dentro Corteggiani, ma ancora una ace di Vitelli per la chiusura sul 25-18. Di Pinto conferma Corteggiani, Maruotti e Gitto in campo, s’inizia in equilibrio, due ace di Buchegger per il 9-7, poi sui servizi di Marechal (un ace) l’allungo sul 16-11, doppio cambio con Huang e Savani, Savani a muro e due ace di Le Goff per il pareggio sul 19-19, un muro di Ishikawa porta avanti i pontini 23-24, si va ai vantaggi con un ace di Poglajev che chiude 28-26.

Fabio Soli schiera Orduna al palleggio e Buchegger opposto; Vitelli e Diamantini centrali, Marechal e Poglajen schiacciatori; Goi libero. Vincenzo Di Pinto risponde con Sottile in regia e Starovic opposto, Le Goff e Rossi al centro, Savani e Ishikawa di banda, Shoji libero.
Muro di Rossi, due errori di Buchegger (0-3), muro di Diamantini (2-3), contrattacco di Buchegger, ace di Marechal e primo tempo di Diamantini, 6-4 e Latina ferma il gioco. Ace di Marechal (7-4), contrattacco di Poglajen (9-5), Poglajen di prima intenzione (11-6) e sul 12-7 timeout richiesto da Di Pinto. Errore di Vitelli (12-9), errore di Savani e ace di Poglajen (16-10), muro di Poglajen e ace di Diamantini (20-12), dentro Maruotti e Gitto, fallo di seconda linea di Marechal e muro di Le Goff (20-15), doppio ace di Buchegger (24-16) e Vitelli chiude con un primo tempo il parziale 25-17.
Di Pinto inserisce Gitto e conferma Ishikawa, contrattacco di Buchegger, ace do Poglajen e muro di Vitelli, 3-0 e timeout Latina. Ace di Vitelli (5-1), dentro Maruotti, muro di Buchegger, errore di Ishikawa e muro di Vitelli, 11-4 e Di Pinto ferma il gioco. Ace di Buchegger (13-5), muro di Diamantini (16-7), dentro Corteggiani, contrattacco di Corteggiani, 19-13 e Soli chiede tempo. Ace di Vitelli (23-15), contrattacco di Corteggiani (23-17) e un errore al servizio di Maruotti per il 25-18.
Confermati Corteggiani e Maruotti nel terzo set, errore di Ishikawa (2-0), pipe di Maruotti e contrattacco di Corteggiani (2-3), errore di Buchegger (4-6), doppio ace di Buchegger, 7-6 e timeout richiesto da Latina. Errore di Maruotti (9-7), contrattacco di Ishikawa (11-11), due contrattacchi di Buchegger, 14-11 e Di Pinto ferma il gioco. Ace di Marechal ed errore di Coretggiani (16-11), doppio cambio con Huang e Savani in campo, muro di Savani e ace di Le Goff, 18-16 e Soli chiede tempo.  Si torna in campo con un altro ace di Le Goff (18-17), dentro Raffaelli, contrattacco di Savani (19-19), errore di Savani (21-19), contrattacco di Savani, 21-21 e timeout di Ravenna. Muro di Ishikawa (23-24), errore di Maruotti (27-26) e ace di Poglajen che chiude sul 28-26.

Cristian Savani: “C’è stata questa invenzione di Vincenzo che ha rimesso in piedi la gara nel terzo set. Siamo una squadra che può fare molto meglio ma che non lo stiamo dimostrando in questo momento. C’è l’orgoglio di noi giocatori di non arrivare nelle ultime posizioni e riscattarci nel torneo che vale un posto in Europa. Siamo un po’ tutti i difficoltà in questo momento e come squadra dobbiamo reagire tutti insieme”

Vincenzo Di Pinto: “Nei primi due set non c’è stata partita, per merito in particolare dell’ottima battuta dei nostri avversari, faticando moltissimo. Nella terza frazione abbiamo cambiato modo di giocare, trovando delle buone soluzioni ed esprimendoci meglio di Ravenna, che è riuscito a spuntarla ancora grazie al suo servizio. Adesso il nostro obiettivo è quello di mantenere questa posizione di classifica, pensando una partita alla volta, e poi vedere a cosa possiamo puntare”.

Fabio Soli: “Anche se siamo un po’ in riserva di energie, come tutte le altre squadre del campionato, è impossibile non pescare le risorse fisiche e mentali in un momento così importante della stagione. Oggi abbiamo avuto un grandissimo aiuto dal servizio, vincendo bene i primi due set, mentre nel terzo siamo stati bravi a trovare le soluzioni necessarie per contrastare un avversario schierato in modo molto diverso e ad avere la giusta dose di pazienza nel giocare al meglio alcuni scambi molto lunghi”.

Marco Vitelli: “vincere non è mai facile, loro sono un’ottima squadra con dei buoni giocatori, noi siamo stati bravi a chiuderla al terzo set. Abbiamo tanta voglia, ad iniziare dagli allenamento, e stiamo cercando di mettercela tutta per centrare i playoff”.

Risultati immagini per booking

 

da  | Feb 11, 2018 |