La Juve Stabia passa a Fondi

La Juve Stabia passa a Fondi

Il Fondi si illude ma nella ripresa Fabio Caserta mette le cose a posto

di Basilio Gaburin

Partita dai due volti quella disputata al Purificato di Fondi tra la Racing di Sanderra e la Juve Stabia di Fabio Caserta. Dopo un primo tempo inguardabile è seguito una seconda parte dove la Juve Stabia ha preso in mano  le redini dell’incontro ed ha spazzato via le strenue resistenze di una squadra che non ha fatto nulla per impensierire la retroguardia delle vespe.

La cronaca. Al minuto 18 prima svolta importantissima della gara: da calcio d’angolo battuto dalla sinistra dell’attacco del Fondi, il portiere Branduani va a vuoto e mette nei guai Viola che , nel tentativo di rinviare, mette nella propria porta per il più classico degli autogol e il vantaggio del Racing Fondi. 

Il primo tempo si apre e si chiude con questo episodio sfortunato. Un primo tempo inguardabile sia da una parte che dall’altra; in special modo tra gli ospiti, sembra che il terzetto di trequartisti (D’Auria, Sorrentino e Strefezza) spedito in campo da Mister Caserta non funzioni. E’ tra l’altro brutta, senza mordente e soprattutto senza gioco la Juve Stabia vista in questa prima fase. Il Fondi, spinto da un Addessi indiavolato, è vero che sia andato in vantaggio in modo molto fortunoso ma è pur vero che sia stata l’unica a far qualcosa per vincere e conquistare i 3 punti in paio nel primo tempo è stato solo il Racing e non certamente la Juve Stabia di mister Caserta.

Nella ripresa entrano nella Juve Stabia Canotto e Vicente, escono Sorrentino e D’Auria che avevano convinto molto poco nella prima frazione di gioco, e mister Caserta passa dal 4-2-3-1 al 4-3-3 per rinvigorire le speranze delle vespe di ripristinare il risultato di parità. Ad inizio ripresa subito Mastalli si vede ribattere da un grande intervento del portiere Elezaj la possibilità dell’1-1. Al 52° bella serpentina di Paponi in area e passaggio al centro per Mastalli che quasi sulla linea di porta non riesce a ribadire in rete. Juve Stabia che però preme alla ricerca del pareggio e sembra una squadra trasformata rispetto al primo tempo.

Al 59° Juve Stabia sfortunatissima: da Viola dalla sinistra cross perfetto per Mastalli che in girata al volo di sinistro colpisce il palo alla destra di Elezaj. Sei minuti più tardi bel tiro di Viola dal limite su sponda di Paponi ma Elezaj fa buona guardia.

Al 70° esce Strefezza, entra Melara, un cambio solo di uomini con il modulo tattico che non cambia e resta 4-3-3 per le vespe di Caserta e Ferrara. Tre minuti più tardi entra Simeri ed esce Viola e Caserta torna al 4-2-3-1 con cui aveva iniziato la partita. Al 76° altra azione clamorosamente fallita dalle vespe di Castellammare dopo quella di Mastalli. Ripartenza di Melara, ottimo passaggio al centro per Simeri che fallisce una grande occasione facendosi parare il tiro da Elezaj.

Un minuto dopo arriva il meritatissimo pareggio della Juve Stabia. Al 78° infatti cross al centro dell’area di rigore, la palla perviene a Simeri che si gira molto bene col tacco, e di punta di destro colpisce imparabilmente per Elezaj per l’1-1 della Juve Stabia. Quattro minuti più tardi è il Fondi a far gridare al gol con un siluro dai 35 metri di Vasco che colpisce in pieno la traversa.

Nel finale succede di tutto: c’è prima la traversa di Corvia al minuto 87, la seconda per il Fondi, e sul ribaltamento dell’azione la Juve Stabia va meritatamente in vantaggio: ancora uno scatenato Melara, ex Benevento, a fare la differenza sulla fascia destra e a mettere un cioccolatino al centro per Simeri che di testa batte imparabilmente Elezaj per il 2-1 delle vespe di Castellammare. Grande riscatto per l’attaccante Simeri, uscito tra le lacrime dopo il pareggio 1-1 con la Paganese, gara in cui l’attaccante napoletano aveva fallito due clamorose occasioni ed era stato beccato dal pubblico stabiese.

Decisiva la mossa dell’ingresso di Melara di mister Caserta che permette alla Juve Stabia di ribaltare completamente il risultato e di centrare così la prima vittoria del 2018. Ad un primo tempo abulico dei ragazzi del duo Caserta-Ferrara, ha fatto da contraltare una grande ripresa in cui un grande Melara che ha fatto davvero la differenza nella ripresa, ha propiziato entrambi i gol del ritrovato Simeri. Ora la Juve Stabia è attesa dal match interno di domenica 18 febbraio contro il Bisceglie alle ore 16:30. Il Fondi invece, dopo il pareggio ottenuto in modo fortunoso a Reggio Calabria giusto la settimana scorsa, con questa ennesima sconfitta interna, si trova sempre più impelagata nella zona calda dei playout e fermo a quota a 23 con il duo Bisceglie e Reggina che distano ben quattro lunghezze e con un Rende – Fondi dove i gli uomini di Sanderra non possono sbagliare. 

Annunci