Mimmo Praticò: ”La Reggina prima di tutto!”

Mimmo Praticò: ”La Reggina prima di tutto!”

Risultati immagini per mimmo praticò reggina

Non più di una quindicina di giorni fa, da queste colonne avevamo scritto un articolo laddove i tifosi della Reggina residenti nel Centro Italia chiedevano a gran voce di sotterrarre l’ascia di guerra e pensare tangibilmente solo e soltanto alla nostra beamata. ”Basta polemiche” avevamo tuonato con tanto di punto esclamativo. Purtroppo il nostro invito è caduto nel vuoto perché le invettive, le diatribe ed i contrasti sono continuati imperterriti contribuendo, e non poco, ad esacerbare maggiormente gli animi tra le fazioni ”pro” e ”contro” la famiglia Praticò. Una sorta di guerra fratricida come ai tempi dei Guelfi e Ghibellini come se la Reggina non fosse un bene comune sparso in tutto il territorio, in tutta Italia, in tutto il mondo. E come se non fosse che la famiglia Praticò non avesse salvato da una fine ingloriosa il calcio amaranto in riva allo Stretto. E come se non fosse che il giornalista abbia il diritto-dovere di raccontare quello che succede nel territorio ”infarcendo” il tutto con delle impressioni personali. Tutto giusto e, più o meno, tutto nella norma. In altre realtà queste polemiche sono all’ordine del giorno e con toni molto più accesi. Ma va bene così perché è così che deve andare il mondo altrimenti non potremmo parlare né di Guelfi né di Ghibellini.

Adesso però sarebbe cosa buona e giusta parlare di calcio e solamente di calcio. In special modo in questo momento delicato del campionato che vede la Reggina a quattro punti dalla zona play off ed a tre da quella play out.

Ci ha pensato Mimmo Praticò in persona ad inforcare la penna e scrivere di proprio pugno un’accorata lettera che riportiamo integralmente.

Dopo la campagna trasferimenti di Gennaio, la Reggina si approccia a disputare le ultime quattordici gare del campionato.
Questo momento, come tutti converranno, è la parte più difficile da svolgere perché le vittorie servono prima di tutto a raggiungere la permanenza nella categoria e dopo, laddove ci fossero le condizioni, a puntare a risultati migliori.
Un periodo quindi molto delicato dove la squadra, la società, tifosi e tutti gli sportivi che amano e ci tengono alla Reggina devono fare blocco unico per raggiungere l’obiettivo.

Domani con il Fondi è già il primo scontro salvezza per cui bisogna, tutti assieme, scendere in campo con il “coltello tra i denti” e con il “sangue agli occhi”.

I calciatori e lo staff tecnico devono sentire e toccare con mano fino al termine del campionato, la determinazione, la passione, la fede, il tifo e l’orgoglio dei tifosi che amano la Reggina.
Possiamo quindi mettere da parte tutto ciò che si è letto e sentito fino ad oggi e pensare a vincere le partite che rimangono?

E’ tempo di pensare solo alla Reggina e riprendere “quell’atto d’amore” tra la squadra amaranto, i Tifosi e la Città.
La Reggina prima di tutto!
Com’è stato pensato e fatto sin dal primo giorno che ho avuto l’onore di essere nominato presidente.
Fino ad oggi, in diversi hanno utilizzato il mio nome ed i miei comportamenti. Di tanto ci sarà modo di parlarne e confrontarsi con chiunque.

E’ il momento di dire basta e pensare alla Reggina e al suo futuro che passa sicuramente dalla permanenza della categoria.
A tutti chiedo di mettere da parte le cose superflue e poco utili e pensare al futuro della nostra amata Reggina.
I dirigenti vanno e vengono, la Reggina continuerà ad esistere in eterno.
Con fatica, fede, pazienza e passione si sta cercando di costruire il presente ed il futuro della Reggina, per dare soddisfazioni alle migliaia di tifosi che amano e seguono la Reggina sul territorio, in Italia e nel Mondo.

In questo contesto mi dispiace se non sono riuscito a comunicare bene tutto lo straordinario lavoro realizzato fino ad oggi.
Invito tutti, quindi, a sostenere fino alla fine del campionato la squadra, la società in questa avventura perché verrà il momento in cui tireremo le somme del lavoro svolto.

Risultati immagini per carrozzeria iacopino piedimulera

Risultati immagini per booking

Risultati immagini per zalando

Annunci

LA SALERNITANA SPRECA E PAGA DAZIO

LA SALERNITANA SPRECA E PAGA DAZIO

di Salvatore Condemi

Risultati immagini per booking

 

In un “Arechi” semideserto, con condizioni climatiche non propriamente ottimali, le due squadre si sono dati battaglia nell’intento di fare propria l’intera posta in palio. Alla fine sono gli ospiti ad esultare per un 1 a 2 che lascia l’amaro in bocca alla luce dei tanti gol divorati dall’attacco granata. Nella squadra di casa, Colantuono riconferma quasi totalmente in blocco lo stesso undici della scorsa gara a Terni, fatta eccezione per Odjer al posto di Signorelli, con quest’ultimo nemmeno convocato per noie muscolare. L’altra novità è Di Roberto nel tridente avanzato, solo panchina per Palombi.

Per gli emiliani Calabro schiera i suoi con il consueto 4-4-2: l’unico dubbio era legato alla fascia mancina, che vedrà impiegati Poli come terzino e Garritano come ala, con Pasciuti in panchina. Solo panchina anche per il nuovo acquisto Di Chiara. Avanti confermato il duo Melchiorri-Mbakogu.

La Salernitana, fin dalle prime battute, prova a proporre buon gioco con fraseggi stretti e palla a terra ma commettendo qualche errore di troppo in difesa per i granata. Brutto fallo a centrocampo i Mbaye su Odjer che viene sostituito da Mocano così Zito viene spostato in mediana al posto del ghanese, Vitale occupa il suo posto sulla fascia sinistra, ed il nuovo entrato Mocano si posizione nel terzetto difensivo centrale.

Al 24′ Salernitana vicina al vantaggio con Sprocati ma Colombi è bravo a deviare in angolo.

42′: sul finire di tempo gli ospiti passano in vantaggio alla prima azione pericolosa costruita, Poli porta vanti i suoi con un tiro molto potente scottato da fuori area.

45′: Passano soltanto tre minuti  ed i granata trovano il pareggio con caparbietà: Rossi gioca di sponda per Sprocati, il quale si libera del marcatore ed insacca con freddezza.

Ancora la Salernitana vicina al secondo gol, Zito prova la conclusione potente da fuori che sfiora l’incrocio.

Immagine correlata

 

Nella ripresa, la Salernitana conclude subito in porta con Di Roberto, ma Colombi blocca in due tempi mentre due minuti più tardi Sprocati si divora il vantaggio a pochi passi dalla porta. All’8′ altro gol divorato dalla Salernitana: questa volta è Vitale a sciupare a pochi passi dalla porta avversaria su cross di Casasola. Dieci minuti più tardi registriamo il grande intervento di Casasola che salva su Mbakogu lanciato a rete. Di seguito, ancora Mbakogu pericoloso, ma altrettanto bravo Radunovic a chiuderlo in angolo. La partita è aperta da una parte e dall’altra, ad un’azione pericolosa sciupata da Rossi, il Carpi ha risposto con Mbakogu lanciato a rete, ma ancora una volta Casasola mette una pezza.

Al 28′ ospiti nuovamente in vantaggio con Verna, bravo a concludere in rete una bella azione in ripartenza degli emiliani.

A sei minuti dal termine, episodio dubbio in area di rigore del Carpi, un difensore avversario tocca con la mano in scivolata su Sprocati, ma per il direttore di gara non c’è volontarietà.

Risultati immagini per zapmeta

Il tabellino:

SALERNITANA (3-4-3): Radunovic; Casasola, Schiavi, Vitale; Pucino, Minala, Odjer (24’pt Monaco), Zito (30’st Palombi); Sprocati, Rossi, Di Roberto (13’st Kiyine). A disp.: Iliadis, Russo, Popescu, Tuia, Della Rocca, Bocalon. All.: Colantuono.

CARPI (4-4-2): Colombi; Pachonik, Brosco, Ligi, Poli; Calapai, Verna, Mabye (31’st Sabbione), Garritano (24’st Pasciuti), Melchiorri (40’st Di Chiara), Mbakogu. A disp.: Saber, Bittante, Saric, Nzola, Serraiocco, Capela, Concas, Giorico, Malcore. All.: Calabro.

Arbitro: Illuzzi di Molfetta.

Ammoniti: Mbaye (C), Sprocati (S).

Reti: 42’pt Poli (C), 46’pt Sprocati (S), 28’st Verna (S).

Spettatori: 6373.

Risultati immagini per salernitana carpi 1-2

Gariglio per un Reggina-Fondi che si preannuncia elettrizzante

Gariglio per un Reggina-Fondi che si preannuncia elettrizzante

Ufficializzata la terna per la gara di domani contro i calabresi. A Reggio Calabria il Fondi troverà un ambiente surriscaldato.

Risultati immagini per zalando

Sarà Matteo Gariglio della sezione di Pinerolo a dirigere Reggina-Racing Fondi, incontro valevole per la 24ª giornata del campionato di Serie C. Il fischietto piemontese non ha mai diretto i rossoblu in questa stagione.
Gli assistenti saranno Alfio Conti (Acireale) e Antonio Lalomia (Agrigento).
Il match è in programma domani (domenica 4 febbraio) alle ore 14.30 allo stadio “Oreste Granillo” di Reggio Calabria.

Peggiore trasferta non poteva capitare al neo tecnico Sanderra. La squadra amaranto si è riforzata in ogni reparto con gli arrivi di Hadžiosmanović, Giuffrida, Ferrani, Armeno, Provenzano, Condemi, Samb, Arras, Franchi e Castiglia che vanno ad arricchire un organico già forte di suo. E fa niente se l’undici allenato da Agenore Maurizi ha perso De Francesco e Porcino visto che i due talentuosi ragazzi erano da considerarsi dei veri e propri separati n casa ed ormai in rotta di collisione con patron Mimmo Praticò. Dal punto di vista ambientale la Racing Fondi troverà la ”mitica” Curva Sud in grande spolvero (nonostante non si ci sia nulla di ufficiale e visto, soprattutto, lo scioglimento dello storico Reggina 1914) dopo mesi di silenzio per protesta contro alcuni Daspo emessi a cuor leggero. E, fatecelo dire, non sarà roba di poco conto. Ma non solo: a Reggio Calabria sta tornando l’entusiasmo checché ne dicano alcuni giornalisti locali che pare abbiano l’hobby di polemizzare su ogni cosa che riguardi la società amaranto. La compagine amaranto avrebbe bisogno soltanto di un attaccante di peso che assicuri almeno 10-12 gol da qui alla fine del campionato ma, secondo noi, il miglior acquisto da parte del D.S. Salvatore Basile è stato trattenere Bianchimano fino a giugno. Da luglio si vedrà. Con Sforzini oppure Corvia lì davanti sarà tutta un’altra Reggina. La squadra amaranto ha raccolto finora 25 punti su 22 incontri fin qui disputati e frutto di 6 vittorie, 7 pareggi e ben 9 sconfitte. I gol realizzati 17 e 26 quelli subiti.

Nel Fondi anti Reggina si potrà vedere all’opera Apostolos Stikas, centrale di difesa prelevato dalla B greca, un marcantonio di quasi due metri del quale si dice un gran bene e che il D.S. Marrone ha contrattualizzato fino a giugno 2020. Sarà dell’incontro anche quel Dario Polverini che ha rifiutato la Reggina per rimanere vivino a Roma. Più difficile vedere in campo Mangraviti.

La partita di andata in quel di Fondi vide la Reggina vincere per una rete a zero realizzata da Marino con uno splendido tiro di sinistro su assist di Alberto De Francesco.

Risultati immagini per booking

 

Ph. http://www.racingfondi.it

Pascucci: ”In Sardegna solo trasferte insidiose. Ci aspettiamo un Tortolì agguerrito”

Pascucci: ”In Sardegna solo trasferte insidiose. Ci aspettiamo un Tortolì agguerrito”

Il Tecnico nerazzurro presenta la difficile gara di domani contro il Tortolì. Catinali ancora out

img-20180120-wa00221487540612.jpg

di Basilio Gaburin

Risultati immagini per booking

”Dopo Ostia – spiega Pascucci per presentare la gara di Tortolì – c’è da migliorare tanto sebbene domenica scorsa abbiamo fornito una prova di carattere. Dobbiamo comunque raggiungere il risultato attraverso la prestazione perché le qualità le abbiamo. Siamo un pochino corti numericamente ma questo non deve essere un alibi. Se aggiungiamo la prestazione al carattere, diventiamo una buona squadra.”

Quindi entra nello specifico: ”La rosa del Latina può esprimersi con qualsiasi disposizione tattica. Quando c’è entusiasmo e voglia i giocatori si adattano a tutto. I ragazzi stanno rispondendo molto bene alle mie indicazioni, ho trovato fin da subito grande disponibilità. Praticano i movimenti giusti e li applicano nella maniera richiesta, quindi per un allenatore non può che essere motivo di soddisfazione.”

L’allenatore non si fida dei rossoblu ogliastrini: ”Quando una squadra è affamata di punti, l’insidia è sempre dietro l’angolo. Tecnicamente il Tortolì è molto rapido e veloce, hanno cambiato molto sul mercato e vogliono ottenere punti, soprattutto in casa. Hanno sicuramente delle difficoltà, questo è evidente, ma ci aspettiamo una squadra agguerrita.”

”Il Tortolì ha cambiato molto nell’organico e nell’atteggiamento e ci mettono qualcosa in più per ottenere i punti. Quelle in Sardegna – dice il tecnico nerazzurro – sono trasferte sempre molto difficili per tanti fattori, compreso quello ambientale. Loro devono ottenere punti salvezza, quindi sarà una partita insidiosa.”

Per quanto riguarda Catinali, Pascucci rivela: ”Ho letto che si è allenato ed era a disposizione ma non è affatto così, l’abbiamo tenuto a riposo e non è a disposizione.”

Risultati immagini per zalando

Risultati immagini per serie d girone g