Pascucci: ”Siamo contati ma determinati”.

booking-com-logo

Questa mattina, conferenza stampa del tecnico nerazzurro, Carlo Pascucci, alla vigilia di Ostiamare-Latina. Questo l’ncipit: ”Il prossimo scoglio è l’Ostiamare, faremo di tutto per cercare di fare bene ripartendo da quei 20 minuti iniziali col Rieti che mi lasciano ben sperare”. 

Il tecnico nerazzurro sembra convinto delle sue affermazioni. Sentitelo: ”L’Ostiamare è la formazione più antipatica da affrontare in questo girone, in quanto ci sono tantissimi giocatori nella rosa che giocano insieme da tanti anni. In tanti hanno fatto per anni categoria e girone, è una squadra che gioca senza grosse pressioni e conta su una società ottima. Hanno, fra l’altro un allenatore bravo e preparato, che li allena già da due anni.” Dice il tecnico Pascucci che continua in questi termini: ”È una squadra che va affrontata con grossa umiltà, al di là delle dimensioni del campo che lasciano il tempo che trovano. Va affrontata con la consapevolezza che non ci farà giocare, va presa con le molle. Servirà grande concentrazione, bisognerà badare a una prestazione di carattere più che di gioco. Poi se viene anche il gioco, meglio ancora.”

Parla ancora della gara persa meritatamente mercoledì sera con la prima della classe: ”Vogliamo ripartire da quei primi venti minuti col Rieti, con la convinzione e la consapevolezza che la partita di mercoledì si poteva anche perdere, ma poteva essere persa in un altro modo, giocandosela di più soprattutto nel secondo tempo e con meno disattenzioni. Abbiamo un obiettivo da raggiungere che è quello di affrontare partita dopo partita.”

Pascucci, ovviamente, si riferisce alla lotta playoff: ”Credo che fino alla fine ce la giocheremo con Ostiamare, Cassino e Trastevere per ottenere i due posti necessari. Al momento Atletico e Albalonga, avendo qualche punto in più, stanno più tranquille. Anzi, credo che avendo qualche punto in più ambiscano a raggiungere il Rieti. Come valori di squadra queste tre-quattro che sono lì, se la giocheranno fino alla fine. Saranno importanti gli scontri diretti.”

Non ci sarà Milizia: ”C’è Porfiri, ci portiamo un paio di ragazzi della Juniores che si sono sempre allenati con noi e ci auguriamo che possano crescere in fretta. Se ci sarà l’opportunità li schiereremo. Abbiamo agito molto sulla testa, dobbiamo mantenere un equilibrio. Bene col Cassino, maluccio col Rieti ma non possiamo oscillare. Dobbiamo andare avanti sulla nostra linea, lavorare su quello che abbiamo preparato. Ho fiducia – ripete con insistenza – per quello che la squadra mi ha dato nei primi 20 minuti col Rieti, il problema grosso è il fattore mentale che abbiamo analizzato. Abbiamo lo spirito giusto per affrontare la partita domani. Numericamente siamo questi – ammette seraficamente il tecnico pontino – e non abbiamo tante alternative. Siamo contati, credo che se ci siamo con la testa il difensore lo può fare anche Iadaresta. Questo è lo spirito che ci deve contraddistinguere. Siamo pronti, preparati e concentrati, ho fiducia nei difensori che scenderanno in campo.”

img-20180120-wa00221487540612.jpg

Annunci