Lavora con noi

Vuoi rendere il web un posto migliore per oltre un miliardo di persone al mese? Stiamo assumendo.

COME LAVORIAMO

Scegli la tua avventura · Tutti lavorano dalla posizione che scelgono. Siamo distribuiti in tutto il mondo in più di 50 paesi. Tracciamo circa il 70 percento dei nostri progetti su blog WordPress.com a tema P2 , il 25 percento nelle chat room private e il resto su Slack. A causa della variazione geografica, siamo attivi 24/7. Ci preoccupiamo del lavoro che produci, non solo delle ore che hai messo.

Coming on board · Quando superi la fase dell’intervista, realizzeremo un progetto insieme su un contratto, in genere durato da due a sei settimane a seconda di quanto tempo puoi spendere, per vedere come lavoriamo insieme. Quando ti unisci a tempo pieno, farai l’assistenza clienti per WordPress.com per le tue prime tre settimane e passerai una settimana in supporto annualmente, per sempre, indipendentemente dalla tua posizione. Crediamo che una connessione iniziale e continuativa con le persone che usano i nostri prodotti sia insostituibile.

Riunione · Otteniamo l’intera azienda insieme una volta all’anno per sette giorni in modo che gli automobilisti possano creare legami che li influenzino durante tutto l’anno. Finora abbiamo fatto Grand Meetup a San Francisco, in California; La Paz, Messico; Oracle, Arizona; Breckenridge, Colorado; Mont-Sainte-Anne, Québec; Seaside, Florida; Budapest, Ungheria; San Diego, California; Santa Cruz, California; Park City, nello Utah; e Whistler, in Canada.

Oltre al nostro Grand Meetup di tutte le società, i team si riuniscono per 5-7 giorni per delineare strategie e legami a livello di squadra in locali che vanno da Boulder a Buenos Aires, da Las Vegas a Lisbona, da Montréal a Città del Messico e da Vienna al Vietnam. Se ti unisci alla nostra allegra band, aspettati di viaggiare tre o quattro settimane all’anno.

Diversità e inclusione · Nel 2014 abbiamo iniziato a lavorare, come azienda, per facilitare gli spazi per le discussioni sulla diversità in Automattic. E al Grand Meetup del 2016 con tutti i nostri dipendenti in 50 paesi, abbiamo deciso di condividere con il resto del mondo ciò che stiamo facendo riguardo alla diversità e all’inclusione .

Cosa cerchiamo? · Gli automatticatori sono curiosi, motivati, compassionevoli, tenaci, autonomi, amichevoli, indipendenti, collaborativi, comunicativi, solidali, auto-motivati ​​e sorprendenti con .gifs. Vogliamo lavorare con persone interessate a rendere il Web e il mondo un posto migliore. Pensi di avere quello che serve? Fai domanda oggi

Conoscerci · Vorreste sapere qualcosa in più su cosa vuol far parte di Automattic? Dai un’occhiata a questo colloquio di Business Insider con Matt su come funziona la nostra azienda senza uffici o e-mail. Incontra alcuni colleghi (alias Automatticians) e ascolta le loro esperienze con le loro stesse parole. Eric ha fatto un Q & A su cosa vuol dire lavorare ad Automattic. Ancora sul recinto? Karen dice che dovresti davvero candidarti. Dai un’occhiata a tutte le cose che abbiamo realizzato nel 2016 .

IL NOSTRO PROCESSO DI SVILUPPO

Dati informati, guidati dall’utente · Per ogni funzionalità che lanciamo, raccogliamo metriche sul suo utilizzo, interazione e crescita oltre ad ascoltare le masse di feedback che otteniamo sul nostro blog e attraverso i canali di supporto. Questo ci aiuta a prendere decisioni sulle nuove funzionalità e miglioramenti. Non è raro lanciare una funzionalità e quindi iterare immediatamente.

Disponiamo di un sistema di distribuzione a un pulsante per WordPress.com e il codice viene inviato al sito 60-80 volte al giorno. WordPress.com è sincronizzato con il bagaglio WordPress.org praticamente ogni giorno della settimana. Siamo forti credenti nell’open source e proviamo ad aprire tutto ciò che possiamo.

TUTTI I LAVORI RICHIEDONO

  • Ottime capacità di comunicazione.Siamo una squadra distribuita, una comunicazione scritta così frequente e chiara è un must.
  • Etica del lavoro autonomo. Devi essere un autodidatta che ama prendere l’iniziativa e vedere le cose fino al completamento.
  • Curiosità e voglia di imparare. La nostra attività sta cambiando e sta crescendo rapidamente, chissà quali saranno le competenze di domani? La flessibilità è la chiave.
Annunci

Domenica il Latina ad Ostiamare

Conquistata una bellissima ed emozionante vittoria a Tortolì, seconda consecutiva in questo 2018, dopo il successo casalingo con la Lupa Roma, l’Ostiamare di Alfonso Greco si prepara alla sfida di Domenica 28 Gennaio 2018, contro il Latina di Carlo Pascucci, battuto nettamente dal Rieti nel recupero. In classifica entrambe le compagini sono appaiate in 4^ posizione a quota 35 punti.

Nell’ultimo precedente in quel di Ostia, risalente al 27 Agosto 2017, l’Ostiamare riuscì, grazie al gol di Mazzei, a mandare ko la squadra pontina e a proseguire la sua avventura nella competizione, giunta all’appuntamento ormai imminente degli Ottavi di Finale che vedranno i lidensi protagonisti il 7 Febbraio nella sfida con il San Donato Tavarnelle per un posto nei Quarti. Nella sfida di campionato, invece, giocata al “Francioni“, e giocata il 24 Settembre scorso, furono invece i padroni di casa a far loro la posta in palio con il risultato di 3 a 0.

 

Il prezzo del biglietto d’ingresso per assistere a Ostiamare-Latina avrà un costo di 10 EURO.

Risultati immagini per ostiamare calcio

Terna sarda per la sfida di Ostia Lido

Sarà il signor Paolo Armando Mulas di Sassari, coadiuvato dagli assistenti i signori Daniele Di Maggio di Ozieri e Cristofer Meloni di Olbia, a dirigere la gara Ostiamare-Latina, valevole per la  4^ giornata di ritorno del Campionato Nazionale di Serie D, Girone G, e in programma Domenica 28 Gennaio, alle 14.30, allo Stadio “Anco Marzio” di Via G. Amenduni, ad Ostia Lido. L’arbitro effettivo della gara  sarà dunque il sassarese Paolo Armando Mulas, giunto alla seconda stagione tra i Dilettanti, e alla sua 12^ direzione arbitrale stagionale (25 totali in categoria) e alla 5^ nel Girone G sardo-laziale.

Per lui 10 presenze in questo campionato, ha estratto per ben 29 volte il cartellino giallo e solo due quello rosso.

Risultati immagini per Paolo Armando Mulas di Sassari

Niente da fare per la Taiwan a Verona

La Taiwan Excellence lotta quattro set con la Calzedonia Verona ma non riesce a portare punti a casa nel recupero della 14ma giornata della Superlega UnipolSai.

Una gara iniziata con la grossa pressione degli scaligeri al servizio nei primi due set (6 ace diretti 5 di Jaescke) e difficoltà di cambio palla per il Latina. Di Pinto tenta la carta Ishikawa che risponde con una prestazione eccezionale ma che non basta per completare la rimonta pontina.

Radio NOISE Latina
S’inizia con tre punti consecutivi di Stern e poi Jaeschke (un ace) al servizio porta l’8-3, gli ace di Maruotti e Starovic accorciano le distanze sul 12-98, ma ancora Jaeschke al servizio e i muri di Birarelli e Manavi per l’allungo sul 21-12 e la chiusura del primo parziale sul 25-18. La Calzedonia sui servizi di Jaeschke (un ace) mette in azione Stern e si va subito sul 7-3 e poi con un ace di Pajenk 9-4, Savani e Le Goff accorciano 10-8 e poi l’entrante Ishikawa e Starovic riportano sotto Latina 16-15, ma nel finale esce di nuovo Verona con Stern e Manavi 21-16 ed è un ace di Jaeschke a chiudere il set 25-19. Terzo set con Ishikawa confermato e dentro Djuric che porta avanti i suoi sul 3-0, ma Ishikawa, Starovic e Savani rovesciano il parziale 4-5, muro di Savani e ace di Starovic per il’8-10, Verona rovescia il parziale con due muri di Djuric sul 14-12, ma i muri di Rossi e Savani (anche in contrattacco) e un ace di Ishikawa per il 16-21 della Taiwan Excellence, Pajenk e Jaeschke accorciano sul 19-21, Ishikawa e e Savani chiudono sul 21-25. Nel quarto set Gerbic ripropone Stern, Savani (muro), Ishikawa (ace) e Starovic portano avanti Latina 9-12, Spirito a muro e Manavi rovesciano 19-18 ma Le Goff a muro e un ace di Starovic per il sorpasso pontino sul 19-21 due ace di Stern, Manavi e Birarelli chiude 25-22.
Nikola Grbic schiera Spirito al palleggio e Stern opposto; Birarelli e Pajenk centrali, Jaeschke e Manavinezhad schiacciatori; Pesaresi libero. Vincenzo Di Pinto risponde con Sottile in regia e Starovic opposto, Le Goff e Rossi al centro, Savani e Maruotti di banda, Shoji libero.
Due contrattacchi di Stern (3-0), errore di Manavi (3-2), contrattacco di Manavi e ace di Jaeschke, 7-3 e Di Pinto chiama tempo. Contrattacco di Manavi (8-3), ace di Maruotti (9-6), contrattacco di  Jaeschke (12-7), ace di Starovic (12-9), ace di Jaeschke e muro di Stern, 17-11 e i pontini fermano il gioco. Ace di Jaeschke (18-11) dentro De Angelis, muro di Birarelli (20-12) dentro Ishikawa, muro di Ishikawa (21-12), errore di Stern (21-14), dentro Gitto per alzare il muro e muro di Le Goff (24-18 e Jaeschke chiude 25-18.
Secondo set, errore di Jaeschke (0-2), contrattacco di Stern (2-2), doppio contrattacco e muro di Stern (6-3), dentro Ishikawa, ace di Jaeschke, 7-3 e timeout richiesto da Di Pinto. Ace di Pajenk (9-4), Savani di prima intenzione (9-6), primo tempo di Le Goff (10-8), Spirito di prima intenzione (13-9), contrattacco di Ishikawa (14-12), contrattacco di Starovic, 16-15 e Grbic chiede tempo. Contrattacco di Stern e muro di Manavi, 19-15 e Latina ferma il gioco. Pipe di Manavi (21-16), dentro Marretta e De Angelis per la seconda linea, ace di Jaeschke che chiude il parziale 25-19.
Terzo set con Ishikawa confermato e dentro Djuric, contrattacchi di Djurici e Manavi, 3-0 e Di Pinto chiede tempo. Contrattacchi di Ishikawa, Starovic e pipe di Savani, 4-5 e gli scaligeri chiedono timeout. Errore pontino (8-7), muro di Savani e ace di Starovic (8-10), muro di Djuric (10-10), muro di Djuric e contrattacco di Manavi (14-12) dentro De Angelis, muro di Rossi (14-14), muro e contrattacco di Savani, 15-17 e timeout Verona. Si riprendo con un contrattacco di Savani (15-18) dentro Stern, ace di Ishikawa (15-19), errore di Jaeschke (16-21), primo tempo di Pajenk e Jaeschke  di prima intenzione, 19-21 e Di Pinto ferma il gioco. Pipe di Ishikawa e contrattacco di Savani (19-24), muro di Pajenk (21-24) e Savani chiude 21-25.
Quarto set con Stern, muro di Savani (4-5), ace di Ishikawa (8-10), contrattacco di Starovic, 9-12 e Grbic chiede tempo. Muro di Spirito (14-15), contrattacco di Manavi, 18-18 e Di Pinto chiede timeout. Contrattacco di Manavi (19-18), muro di Le Goff e ace di Starovic, 19-21 e Grbic ferma il gioco. Due ace di Stern, 22-21 e Latina chiede tempo. Contrattacco di Manavi (23-21), dentro Maruotti e Birarelli a muro chiude la gara 25-22.

Latina non riesce a completare la rimonta a Verona

La parola ai protagonisti

Immagine correlata

Nikola Grbic: “Latina a dei giocatori che non ti puoi rilassare dopo due set vinti. Dopo aver vinto facili due set siamo calati e abbiamo perso la lucidità, ma nonostante le difficoltà nel quarto siamo rientrati in partita. Non è la prima volta che siamo riusciti a ribaltare un parziale come oggi”.
Sasha Starovic: “Hanno iniziato molto bene soprattutto in difesa e per noi è stato difficile giocare. Ci è mancato un po’ di coraggio nei momenti decisivi, complimenti a loro e noi ora dobbiamo pensare alla prossima gara. Mi dispiace aver perso il quarto set perché la gara si poteva rovesciare. Non siamo partiti bene, noi dobbiamo pensare solo a giocare bene e prendere punti nelle prossime gare”.

Calzedonia Verona-Taiwan Excellence Latina 3-1 (25-18, 25-19, 21-25, 25-22)
Calzenonia Verona: Manavinezhad 18, Birarelli 7, Spirito 3, Jaeschke 23, Pajenk 10, Stern 16; Pesaresi (L), Djuric 3, Marretta. Ne: Maar, Paolucci, Frigo (L), Grozdanov. All. Grbic
Taiwan Excellence Latina: Starovic 14, Savani 14, Le Goff 9, Sottile 1, Maruotti 1, Rossi 7; Shoji (L), De Angelis, Ishikawa 17, Gitto. Ne: Corteggiani, Huang, Kovac. All. Di Pinto
Arbitri: Frapiccini, Sobrero
Durata set: 26‘, 27‘, 28‘, 28‘; totale 1h49’
Verona: battute vincenti 8, battute sbagliate 12, muri 11, errori 23, attacco 50%
Latina: bv 6, bs 12, m 6, e 17, a 41%

 

Fonte: