CASERTANA, BRUTTO SCIVOLONE INTERNO

 

Dopo un buon primo tempo, i falchetti agevolano la rimonta federiciana con errori imperdonabili

Di Matteo Troiani

Il tecnico rossoblu Luca D’Angelo (ex della contesa) schiera la Casertana secondo un 4-2-3-1 con Cardelli a difendere i pali e davanti a lui Rainone e Polak a fare da centrali di difesa affiancati da D’Anna e Finizio a protezione delle fasce. De Rose e Rajcic perni di centrocampo, mentre il trio sulla trequarti è affidato a Alfageme, Carriero e Turchetta; Padovan unica punta. Aldo Papagni, tecnico biancazzurro, conferma Leonardo Di Cosmo sull’out di destra, lascia in panca Scaringella e promuove dal primo minuto Antonio Croce. Si rivede anche Tiritiello che rientra dalla squalifica. Tartaglia in panchina. Alessandro Celli, pontino D.O.C., l’anno scorso nella selezione Primavera nerazzurra ed in procinto di cambiare casacca non è stato opportunamente convocato da Mister Papagni. Sulle sue tracce Foggia, Pro Vercelli, Catania e Gubbio. Squadre vicinissime in classifica, entrambe segnate da un avvio ben al di sotto le aspettative della vigilia. Un posticipo senza esclusione di colpi in una giornata dove la Paganese è stata affondata dalla Reggina, l’Akrags è stata battuta a domicilio dal Monopoli e la Sicula Leonzio ha vinto ai danni del Trapani. Ed il Fondi non è andata oltre il pareggio casalingo con la Virtus Francavilla. 

La cronaca

Grossa occasione per la Casertana dopo otto giri esatti di lancette: calcio d’angolo battuto dalla destra, Rainone di testa colpisce il palo. Sulla respinta prova (per giunta) il tap-in, ma il portiere federiciano si supera salvando il risultato. Ancora Casertana pericolosissima alla mezzora allorquando De Rose crossa al centro dove Alfageme si tuffa di testa indirizzando la palla sul primo palo. Maurantonio con un gran colpo di reni sventa imperiosamente. Casertana e solo Casertana in questo primo tempo che va ad un passo dalla segnatura ancora con Alfageme il quale, ispirato dal solito De Rose, tira apparentemente a botta sicura. Maurantonio però non ci sta e compie un nuovo miracolo. Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. E fu così che, al minuto 38, gli sforzi della squadra rossoblu campana vengono premiati da una vera e propria invenzione di Padovan che, ricevuta palla dalla trequarti manco a dirlo (da De Rose) controlla la sfera di sinistro e di destro lascia partire un diagonale che si insacca alle spalle del portiere avversario. Passano soltanto tre minuti ed al 41′ la Fidelis perviene al pareggio. Esposito recupera palla a centrocampo e la cede subito in verticale per Croce il quale, a sua volta, serve Lattanzio che di destro infila l’estremo difensore di casa. Botta e risposta nel giro di tre minuti. E qui finisce il primo tempo con il risultato di uno pari quanto mai bugiardo.

La ripresa si apre col vantaggio ospite. Croce recupera l’ennesima palla a centrocampo, avanza palla al piede e tenta la conclusione che viene murata dalla difesa rossoblu. Il numero 9 riesce a recuperare la sfera, serve al centro Lattanzio che a sua volta non sbaglia e sigla la rimonta biancazzurra. Doppietta personale per l’attaccante nativo di Andria, classe 89 ed esperienza da vendere. La reazione rossoblu è tutta in una conclusione di Padovan che il portiere ospite para abbastanza agevolmente. Al 62′ ospiti vicinissimi alla terza segnatura: fuga sulla sinistra di Esposito, che arriva al vertice alto dell’are di rigore, serve al centro Lattanzio il quale riesce ad anticipare il difensore, ma questa volta il portiere rossoblu casertano riesce a far carambolare la sfera addosso all’attaccante andriese che manda incredibilmente sopra la traversa. Occasionissima che sfuma per un nonnulla e non permette all’undici di Mister Papagni di mettere la parola fine all’incontro. Nonostante ciò, i federiciani di patron Montemurro addormentano la gara e la Casertana non riesce a costruire granché: l’unico a concludere (debolmente) in porta è Turchetta con Maurantonio che para senza problemi. Neppure la girandola di sostituzioni operate da Mister Papagni nel corso della ripresa riesce a svegliare i falchetti. A due minuti dal termine Alfageme imbeccato da Meola riesce a battere il portiere ospite ma il bolognese Prontera, arbitro dell’incontro, annulla per un sospetto fuori gioco dello stesso attaccante casertano. Un minuto dopo, Fidelis vicina alla terza rete: Taurino sradica la palla dai piedi di Rainone e colpisce di piatto un pallone che Cardelli para con la mano di richiamo. Finisce quindi con l’importante vittoria in rimonta della Fidelis Andria in casa della Casertana. Dopo un primo tempo arrembante, la squadra di D’Angelo si disunisce e viene punita dall’undici pugliese capace di imporsi facilmente per due reti ad una sulla Casertana che commette troppi errori difensivi. Brutto scivolone interno per i falchetti rossoblu sonoramente fischiati dal pubblico di Caserta che chiedono a gran voce la ”testa” di Mister D’Angelo. Questi tre punti per la Fidelis sono ossigeno puro che permette di raggiungere la Casertana a quota 21 punti ma resta pur sempre nella zona minata dei playout.


 

SI RINGRAZIA IL NOSTRO MAIN SPONSOR

SPONSOR CAIVANO ANTONIO AUTOFFICINA

SERVICE CARS S.N.C.

 VIA VIGGIANO
80023 Caivano(NA)
TELEFONO 0818342848
FAX 0818342848
MAIL: servicecars.snc@gmail.com
SERVIZI: Officina
RETE AUTORIZZATA: Fiat
Annunci

FONDI E FRANCAVILLA: E’ QUI LA FESTA?

 

Le due squadre si sono date battaglia fino all’ultimo minuto ed hanno regalato un pomeriggio di sano divertimento ai pochissimi spettatori presenti

Di Basilio Gaburin

Bellissima partita al Purificato di Fondi. D’altronde oggi nel piccolo Stadio della località sudpontina si sono scontrate due delle migliori compagini del Girone Meridionale della Serie C. Da una parte il Racing di patron Pezone e di Mister Mattei che stanno dimostrando di avere le idee ben chiare; dall’altra un undici di tutto rispetto allenato mirabilmente dal nettunense Gaetano D’Agostino.

Comincia in modo brillante la Virtus Francavilla che si porta in vantaggio dopo soltanto sei minuti grazie al diagonale vincente di Sicurella, ispirato da Saraniti. Passano soltanto due minuti ed i locali trovano il pareggio su rigore per un fallo di Prestia su Lazzari. Sul dischetto si presenta lo stesso numero 20 rossoblu che spiazza Albertazzi. A dieci minuti dall’intervallo situazione ribaltata, con la legnata di De Martino dal limite dopo un contropiede orchestrato dal pontino Addessi. Fondi avanti di una rete all’intervallo.

La ripresa ha inizio con l’immediato pareggio della squadra ospite: Pino disegna un perfetto assist per Folorunsho che salta un avversario e in spaccata mette la sfera sul primo palo dove trova Viola prontissimo all’appuntamento col gol. Al minuto 57, Mister D’Agostino toglie dalla mischia gli autori dei due gol biancazzurri: Madonia prende il posto di Viola in avanti mentre Sicurella lascia spazio al paraguagio Lugo Martinez, prelevato meno di 48 ore fa dal Bisceglie in cambio di Ayina. Al 69′ ospiti vicinissimi al gol: azione insistita dei pugliesi con Prestia che ha cercato l’incrocio dei pali, trovando sulla sua strada un grande Elezaj. Cinque minuti più tardi, tegola per i fondani a causa dell’espulsione di Corvia che protesta con troppa veemenza dopo un contrasto in area. Fondi in dieci contro un buonissimo Francavilla che mette spesso in apprensione con le ripartenze dei nuovi entrati Martinez e Madonia. Non succederà più nulla ma quanto visto oggi al Purificato basta e avanza per dire che tra Fondi e Francavilla è stata una festa bellissima con un pareggio per 2 a 2 che va benissimo ad entrambe le compagini 

20160828_162857_via-arnale-rosso.jpg.jpg