LA SIGNORA MARINI: ”IO DOMANI SARO’ IN CURVA COL MIO RENZO”

Abbiamo contattato telefonicamente la Signora Manuela Marini, moglie dell’indimenticato Renzo Marini. Con lei abbiamo voluto conoscere meglio Renzo.

Renzo Marini

Queste le parole della Signora Manuela Marini: <<Ringrazio tutti coloro che si sono ricordati di ciò che ha fatto mio marito. Lui amava profondamente questa città e la squadra di calcio che rappresentava Latina. Renzo ha vissuto per questa passione che andava ben oltre la passione. Per lui andare allo stadio, tifare, organizzare trasferte, inneggiare per le imprese di undici giovanotti che rincorrevano un pallone era un modo d’essere. Qualcuno ha detto che senza Renzo non ci sarebbe stata la Falange e non ci sarebbe stata la Curva Nord.>>

La voce della Signora Marini è flebile e rotta da commozione. Manuela venerava il marito. Si legge esplicitamente nelle sue parole: <<Gli ultimi due anni sono stati micidiali. Fosse stato per lui non ne avrebbe neppure parlato ma le condizioni sono via via peggiorate vivendole però con tanto coraggio e con il sorriso sempre stampato sulle labbra e sul suo viso sincero. Era un uomo buono e umile, sempre pronto ad aiutare il prossimo, a dare una voce di conforto, ad essere presente. Il più delle volte era a lui a rincuorare noi, a rassicurarci, a rivolgerci un sorriso sincero. Ma è stato anche un capo carismatico ed un vero leader. Qui a Latina lo conoscono tutti. E anche gli avversari lo hanno sempre stimato ed ammirato.>>

Domani Renzo sarà commemorato al Francioni… <<Si. Il Latina mi ha invitata ad assistere alla gara contro il Rieti in Tribuna omaggiandomi di un fascio di fiori. Io ho deciso di recarmi in tribuna coperta ma poi mi sposterò in Curva perché è lì che mi aspetta il mio Renzo. Lì, nella sua Curva ci saranno i suoi migliori amici e tutti coloro che hanno condiviso la sua fede verso i colori nerazzurri. Deve sapere che quando ci siamo conosciuti io non capivo questa fede, questo amore, questa passione verso la squadra di calcio. Poi ho capito ed ho cominciato ad amare le sue passioni amandole profondamente così come ho amato lui. Fino a quando è stato autosufficiente si è recato da solo in Curva. Poi, anche se debilitato e provato, lui è voluto essere presente. Renzo ci sarà domani e ci sarà per sempre.>>

Falange Latina

Annunci