Corvia si ricorda di essere un bomber e manda in paradiso  il Fondi 

L’Akragas crolla nella ripresa e il Fondi passa con facilità con il risultato di 3 a 0. Qualche rammarico per i biancazzurri ci può stare se non altro perché i laziali sono passati in vantaggio quattro minuti dopo una clamorosa occasione sprecata da Giujci. Ma il Fondi ha senz’altro meritato se non altro perché ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco e perché lì davanti ha un attaccante che si chiama Corvia che ha letteralmente dominato la scena con una doppietta e un assist.

Per l’Akragas una partita non tutta da buttare ma è evidente che se anche nella giornata in cui non giochi malissimo becchi tre gol ci sono molte cose da rivedere. Va comunque detto che in una situazione di assoluto caos societario con i possibili acquirenti sempre più simili al Godot letterario (tanto attesi ma che non arrivano mai) l’aspetto tecnico è purtroppo secondario.

 

Parte bene l’Akragas che con Longo ha subito una buona occasione. Poi è il Fondi che prende campo (alla fine del tempo il possesso palla sarà 59% e 41%) ed ha almeno tre opportunità per portarsi in vantaggio con Corvia, Nolè e Galasso. Biancazzurri che si difendono con ordine per poi ripartire in contropiede ed è proprio allo scadere del tempo che c’è una doppia occasione: prima Sepe raccoglie un cross dalla trequarti di Saitta e Elezaj compie un miracolo, sulla ribattuta c’è Giujci ma la difesa del Fondi fa muro.

Nella ripresa l’Akragas crolla: prima c’è Giucj che in apertura ha una clamorosa occasione, poi al 54’ e al 72’ Corvia chiude il match con Corticchia che poi arrotonda il risultato.

 

Annunci