Danilo Scibilia si presenta: ”Faremo bene, ne sono sicuro”

Nella giornata di ieri si è tenuta la conferenza stampa di Danilo Scibilia, nuovo calciatore del Latina Calcio 1932 non presentato al pubblico ed alla stampa per via del silenzio stampa. Danilo ha già esordito nella squadra domenica scorsa in occasione della scialba prestazione contro quel Trastevere che ha fatto vedere i sorci verdi ai nerazzurri.

Danilo-Scibilia
Esordisce parlando proprio della gara che è stata messa nel dimenticatoio ma della quale sarebbe il caso di farne tesoro per evitare di ripetere gli stessi errori. <<Non è stata una partita semplice, l’obiettivo era la vittoria, personalmente ho alternato cose buone a cose meno buone ma c’è da dire che era la prima partita per me e la prima volta che giocavo con i compagni. Sono sicuro che con il lavoro si otterranno i risultati che la piazza merita. Ne approfitto per fare gli auguri di pronta guarigione a Christian Barberini.>>

Pungolato dalla platea di giornalisti presenti in sala stampa, Sibilia parla di sé e dell’approccio con il Latina: <<Ho ricevuto altre offerte ma, quando ho saputo che c’era la possibilità di chiudere con il Latina ho dato subito la priorità a questa squadra. Credo che si possa arrivare in alto, fino a quando la matematica ce lo permette dobbiamo puntare a fare più punti possibili. Sono nel Lazio da cinque anni, ma piazze come il Latina non ce ne sono in questa regione. Ho affrontato il Latina da avversario, col Flaminia, ma venivamo da una settimana difficile e c’era un po’di nervosismo. Sapevamo che la squadra era forte, ora sono sicuro che ci toglieremo grosse soddisfazioni insieme.>>

Quindi spiega in quale tema tattico si trova meglio: << Ho sempre fatto entrambi i ruoli, ad Aprilia giocavamo con il 4-3-3 e facevo l’esterno offensivo ma ho sempre fatto anche l’esterno di ruolo nel 4-4-2. Il mister mi chiede sacrificio e di dare il massimo, di aiutare in fase offensiva e di attaccare lo spazio. Domenica scorsa non è stato facile, ma il gioco c’è e domenica ho sbagliato quello stop sulla palla in profondità di Olivera. Da parte mia ci sarà sempre il massimo impegno, sono un giocatore che esce dal campo sempre dopo aver buttato il sangue. Ho sempre fatto 7-8 gol a campionato, non sono un bomber ma so creare scompiglio in avanti, riesco a mettere i compagni in condizione di segnare. Io – continua Sibilia – ho giocato in una piazza caldissima come lo può essere Nocera ma credo che sia Latina che Nocera siano piazze dove si sente la fame di calcio. A Nocera sono stato tra virgolette fortunato, perché abbiamo sempre lottato per il primo posto e alla fine abbiamo vinto. In queste piazze, quando fai bene, vieni trattato come un giocatore di Serie A ma al tempo stesso, se fai male, vieni contestato. Queste cose sono uno stimolo per i giocatori, a me personalmente piace prendere i complimenti ma anche gli insulti se sbaglio una giocata.>>

La conferenza si chiude con un’ammissione: <<In questi pochi giorni che mi sono allenato con il gruppo ho visto tanta intensità. Ci sono tutte le componenti per fare bene, noi dobbiamo dare qualcosa in più a livello di grinta e cattiveria, cose che forse sono un po’ mancate in questo periodo anche per via delle assenze.>>

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...