Latina, altro disastro. Ed il pareggio è oro colato!

 
di Matteo Giovanni Troiani per www.latinasport.info

Il Latina si presentava con il solito 4-2-3-1 con Bortolameotti tra i pali; Lagnena, Cossentino, Porfiri, Atiagli in difesa; Barberini e Cittadino a fare da filtro a centrocampo; Tribuzzi, Olivera, Scibilia sulla tre quarti avversaria e Iadaresta ariete. Siedono in panchina insieme a Mollo al posto dello squalificato Chiappini: Maltempi, Vona, Rizzo, Barone, Alario, Natale, Caputo, Pagliaroli e Cifra.
Rispondeva Gardini con Sottoriva, Cotani, Sfanò, Martorelli, Vendetti; Vassallo, Fatati, Mastromattei, Riccucci; Cardillo, Druschky. A disposizione del tecnico ospite: Caruso, Pucino, Calcagni, Giannone, Scaglietta, Panico, Scicchitano, Bernardotto e Neri.
Brutto Tempo, brutto Latina, brutta partita. Continua così la grande voglia di essere davanti al televisore con un plaid sulle gambe a seguire le due sorelle Parodi. Latina e Trastevere hanno fatto vedere ben poco in un pomeriggio davvero noioso e senza alcuno spunto e con mille spettatori spazientiti che non hanno visto l’ora che l’arbitro fischiasse la fine del primo tempo. In 45 minuti di gioco solo negli ultimissimi secondi Nelson ha effettuato un cross per la testa di Iadaresta che non riusciva a metterla dentro. Nel Latina c’è Olivera ma non Catinali. L’assenza di Catinali si sente eccome. L’ex campione uruguagio cerca di fare ‘’qualcosa’’ ma il tutto è vanificato dalle prestazioni incolori degli altri che non riescono a incidere. Da segnalare un brutto infortunio per lo sfortunato Christian Barberini. Per lui si parla di rottura del crociato.
Il secondo tempo si apre con un’occasionissima per il Trastevere con Cardillo che non riesce a battere il portiere di casa benché fosse solo con tutto lo specchio della porta aperta. E due minuti dopo sempre Cardillo sbaglia di testa la più facile delle occasioni. Trastevere e solo Trastevere. E Latina in gravissima difficoltà in un secondo tempo in cui la squadra capitolina meritava molto di più rispetto al Latina che non è riuscito a combinare nulla di proponibile e di accettabile. I nerazzurri soffrono la vivacità degli avversari e subiscono le loro folate offensive.
Tra il 76’ ed il 77’ Trastevere ancora vicino al gol. Nella prima Bartolameotti sventa una sassata di Vassallo dai 20 metri mentre nella seconda Sfanò anticipa il portiere nerazzurro ma non centra il bersaglio grosso mandando il pallone fuori di poco. E, per non farsi mancare nulla, il Latina resta in inferiorità numerica per l’espulsione di Alario per un brutto fallo ai danni di un avversario. A questo punto i tifosi sperano che questo calvario finisca presto. È inutile dire che dagli spalti arrivano fischi e invettive nei confronti di tutti, calciatori e società compresi.
Non abbiamo bisogno di raccontare null’altro. Anzi abbiamo la necessità di non parlare di un qualcosa di veramente indecoroso. Voi avete visto un solo tiro in porta del Latina?

 

Annunci