Latina, al peggio non c’è mai fine

Latina, al peggio non c’è mai fine

 

Stavo entrando all’Arechi di Salerno per commentare Salernitana-Cremonese, valevole per la 15ma giornata di Serie B (poi finita con il risultato di uno pari) quando mi è squillato il telefono. Matteo Giovanni Troiani, giovane Redattore di Latinasport all’altro capo del filo (così si diceva una volta, quando ancora non c’erano gli smartphone) che, con voce fioca, mi dice: ‘’Beato che vai a Salerno, qui a Latina mi sono scocciato per tutto l’incontro…’’

Sorrido perché non mi resta null’altro da fare: d’altra parte avevo già saputo dall’inossidabile Maurizio Casumaro dello scialbo pareggio casalingo contro il modestissimo Lanusei. ‘’Vedrai che il Latina si risolleverà’’ gli dico nel vano e patetico tentativo di lenire il dolore. Dopo un attimo di imbarazzato silenzio, riprendo: ‘’E’ una buona squadra, prima o poi salterà fuori la tecnica!’’ E’ una bugia ed io riconosco di mentire spudoratamente ma una bugia, a volte, serve più ogni altra cruda verità.

In sottofondo sento voci ritmate ma la sua è ovviamente più forte: ‘’Qui non fanno la conferenza stampa. E’ la società che ha preso questa decisione. I tifosi stanno chiedendo la testa di Chiappini. Che faccio scrivo?’’

‘’L’informazione prima di tutto, ci pagano per questo… Scrivi tutto quello che percepisci senza fronzoli e senza scrupoli!’’

Dopo un attimo di smarrimento, il giovane collega chiude la conversazione. Ed io, ripresomi dallo chock, ritorno alle mie incombenze. Ma non sono riuscito a controllare il tifoso che c’è in me per cui vado sulla Pagina Ufficiale del Latina Calcio 1932 e leggo che il Presidente Antonio Terracciano ha incontrato i tifosi al termine della partita contro il Lanusei cosi come espressamente richiesto dagli stessi. La tifoseria ha preteso a gran voce l’esonero del mister Andrea Chiappini ed ha chiesto garanzie ed impegno alla società nerazzurra.

“Non nascondo che il momento sia delicato – c’è scritto sul comunicato – come mi rendo conto che il mese di novembre nelle ultime quattro gare ha regalato soltanto tre punti alla nostra classifica con tre pareggi ed una sconfitta. Analizzeremo tutte le circostanze fin qui attraversate dalla rosa dei giocatori e soprattutto vogliamo osservare tutte le componenti che hanno determinato questo negativo risultato per poi assumere le decisioni migliori per tornare ad essere competitivi e vincenti”.

‘’Bene – ho pensato – morto un Papa se ne fa subito un altro. Chiappini si sta comportando esattamente come Giampiero Ventura e né più né meno la Società sta emulando Tavecchio. Come dire? Al peggio non c’è mai fine…’’ Non aggiungo null’altro. Fatemi mangiare un gustosissimo panuozzo, qui a Salerno sono una bontà. Buona serata.

Salvatore Condemi

wp-image-1469442792jpg.jpg

 

 

Annunci