Angelo Ferullo, l’Avellino e i tifosi che non lo vogliono

Risultati immagini per angelo ferullo latina

Dell’interessamento di Angelo Ferullo all’Avellino si sapeva già da quest’estate. La Redazione di Latinasport.info era stata allertata dall’amico e collega irpino Gianni Nardone circa le importantissime novità in arrivo che riguardavano i vertici dirigenziali biancoverdi. Secondo quanto rivelato dal noto giornalista di Avellino, l’ex presidente del Latina Andrea Ferullo (impegnato nel settore dell’edilizia sportiva e del turismo) era pronto a rilevare il 50% delle quote societarie. Numero uno del Latina per 43 giorni nel periodo compreso tra dicembre 2016 e gennaio 2017, Ferullo non ha nascosto in passato la possibilità e la voglia di dare una mano a Taccone e all’Avellino viste anche le origini irpine del padre. Così, infatti, nel pomeriggio di ieri, è stato ratificato il passaggio del 15% delle quote dell’Avellino Calcio all’imprenditore neroniano il quale, in precedenza, aveva rifiutato la nomina di Amministratore Delegato proposta dal presidente degli irpini, Walter Taccone.

L’arrivo in società di Ferullo, però, non è e non è stato mai gradito dalla tifoseria biancoverde. Attraverso un comunicato diramato dal Direttivo Curva Sud, infatti, tutti i gruppi organizzati lo hanno invitato a desistere in quanto le sue prime parole sono state: “Sono un amico fraterno di Lotito, spero di ripercorrere le sue orme” Per contro, un successivo comunicato del Direttivo riportava testualmente: “Solo un coglione può sperare di emulare le gesta orribili di Lotito che è un uomo marcio fino al midollo, un vero cancro della FIGC e del mondo del pallone

Durante un’intervista rilasciata a caldo, Ferullo ha avuto modo di parlare finanche delle traversie nerazzurre: “Il Latina ha creato problemi anche a me, l’ho presa con il fallimento già in mano ai Pm, io non sono stato l’autore del fallimento anzi io ho subito un danno in questa vicenda”. La storia continua.

Annunci