Fondi: brava, bene, bis!

di Matteo Giovanni Troiani

Il Fondi sale in classifica vincendo contro una Sicula Leonzio che ha evidenziato tutti i problemi che la stanno attanagliando. Eppure, la gara si era messa in discesa grazie al bel gol di Marano al 40’, poi una dormita difensiva consente a Ghinassi di sfruttare un calcio piazzato e di pareggiare prima dell’intervallo. Nella ripresa la gara è equilibrata, poche le vere emozioni, ma a spuntarla sono i pontini con Addessi che firma il 2-1 da tre punti.

PRIMO TEMPO: la gara si apre con un cross di Ciotola che Nolè prova a trasformare in gol senza riuscire ad impensierire Narciso, poi con lo stesso Ciotola con un tiro a palombella da dentro l’area senza non inquadrare lo specchio. Al 18’ il primo squillo dei siciliani: Arcidiacono sfonda a destra e crossa sul secondo palo, botta al volo di Squillace ma mira imprecisa. Sul ribaltamento di fronte De Martino imbuca per Ciotola che calcia di prima, para sicuro Narciso. Al 22’ alta occasionissima per gli ospiti: De Rossi lancia Arcidiacono che crossa bene, Tavares ruba il tempo al diretto marcatore ma la sua zampata termina sul fondo. Al 27’ lancio lungo dalle retrovie, sponda di Nolè per De Sousa che calcia dal limite, palla abbondantemente alta. Al 35’ Leonzio in vantaggio: azione insistita di Gammone, la difesa di casa non riesce a liberare, Marano dal limite fa partire una rasoiata che si infila all’angolino, è 0-1. Al 43’ solito appoggio di Nolè per De Sousa che calcia forte ma centrale. Al 45’+1 il Fondi trova il pari: punizione tagliata di Nolè, Ghinassi anticipa Gianola e incorna bene gonfiando la rete. Finisce così la prima frazione, Racing Fondi-Sicula Leonzio 1-1.

SECONDO TEMPO: Al 47’ azione insistita di Ricciardi che invita Corticchia al tiro dal limite, blocca tranquillo Narciso. Al 51’ Leonzio vicina al nuovo vantaggio: Arcidiacono protegge palle e serve l’accorrente De Rossi, botta dai 20 metri ed Elezaj vola togliendola da sotto la traversa. Al 61’ Squillace alza la testa e premia l’inserimento di De Rossi, è bravo Elezaj ad anticiparlo in uscita bassa. Al 67’ il neo entrato Bollino appoggia a Marano che ci prova dai 25 metri, palla centrale nessun pericolo per l’estremo difensore laziale. Al 68’ Fondi in vantaggio: De Martino recupera palla a centrocampo e lancia Addessi che in progressione brucia la linea difensiva bianconera e con un tocco morbido batte Narciso in uscita, è 2-1. La Leonzio prova a reagire e al 72’ è Bollino a provare la botta, ancora nessun problema per Elezaj. Al 78’ il neo entrato Corvia supera Gianola e crossa, Addessi in allungo non inquadra lo specchio. All’88’ Leonzio vicina al pari: corner tagliato di Squillace, Davì incorna prima di tutti ma Corvia sulla linea intercetta e spazza. Finisce così al “Purificato”, Racing Fondi-Sicula Leonzio 2-1.


In virtù di questa importante vittoria, la Racing Fondi sale a 13 punti agganciando la stessa Sicula Leonzio. Entrambe le squadre distanziano di tre lunghezze la Paganese che si trova in piena bagarre playout. Questa sera la Paganese è stata battuta per tre reti a zero dalla Casertana. Segnaliamo inoltre l’uno a zero del Rende inflitto in casa del Monopoli; l’uno a zero del Cosenza ai danni della Juve Stabia; il 3 pari tra Matera e Trapani – anche oggi come successe tre settimane or sono col Catanzaro, i siciliani avanti di tre reti, sono stati raggiunti dalla compagine di Auteri – e, per finire il 3 a 1 del Lecce a Siracusa ed il risultato ad occhiali nel derby tra Fidelis Andria e Bisceglie. Hanno chiuso  la 14ma giornata Virtus FrancavullaAkragas (risultato finale 2 a 0) e CataniaCatanzaro (con la vittoria degli etnei per una rete a zero).

Questa la nuova classifica: Lecce 33, Catania 28, Trapani 25, Siracusa 23, Monopoli e Virtus Francavilla 22, Rende 20, Matera 18, Reggina e J. Stabia 17, Bisceglie 16, Catanzaro e Cosenza 15, S. Leonzio e Fondi 13, Casertana 12, F. Andria e Paganese 10, Akragas 9


Il TABELLINO di FONDI – S. LEONZIO:

FONDI (3-4-1-2): Elezaj; Vastola, Ghinassi, Maldini; Ricciardi, De Martino, Corticchia (85′ Pompei), Paparusso; Ciotola (56′ Addessi); De Sousa (63′ Corvia), Nolè (85′ Mastropietro). A disp.: Cojocaru, De Leidi, Tommaselli, Galasso, Vasco, Montaperto, Serra, Utzeri. All. Mattei.

LEONZIO (3-5-1-1): Narciso; Aquilanti, Monteleone (82′ De Felice), Gianola; De Rossi, Marano (82′ Pollace), Davì, Gammone (82′ D’Angelo), Squillace; Arcidiacono (65′ Bollino), Tavares (65′ Ferreira). A disp.: Ciotti, Giuliano, Granata, Cozza, Esposito, Russo, Bonfiglio. All. Rigoli.

ARBITRO: Tursi di Valdarno (Cantiani-Lombardi).

MARCATORI: 35′ Marano, 45’+1 Ghinassi, 68′ Addessi

NOTE: ammoniti Marano, De Martino, Ricciardi. Espulso al 94’ Rigoli per proteste.


Annunci

Chiappini: ”Con l’Atletico vedremo cosa sapremo fare…”

di Basilio Gaburin

Risultati immagini per raffaele scudieri allenatore
Raffaele Scudieri – Atletico SFF – Ph. Gazzetta Regionale

A poche ore dal confronto, scopriamo l’Atletico SFF che veleggia col vento in poppa nel Girone G di questa Serie D più difficile (e tremenda) di quanto si potesse concepire. Indicando la squadra di Mister Raffaele Scudieri non possiamo non scrivere che “giocano a memoria e segnano a raffica” per cui il Latina di Andrea Chiappini avrà l’arduo compito di sovvertite il pronostico che – ahinoi – la vede già soccombere prima di scendere in campo. Campo che, come sempre, emetterà il verdetto più giusto, implacabile e insindacabile.

Diego Tornatore 33enne di Avellino, su otto incontri fin qui dispati, ha segnato sei reti con una media realizzativa impressionante di quasi un gol e mezzo a partita. Il 25enne Leonardo Nanni nativo di Cesena, undici presenze e sei gol più uno in Coppa, è un furetto velocissimo e viene indicato come un arcigno e tignoso ”puntero”. Christian Massella, 27 anni di Roma, ha giocato anche in Svizzera nelle fila del Bellinzona: su 11 presenze ha realizzato tre reti ma ha fornito ben sei assist ai compagni, nonostante sia la prima punta della compagine bianco-rosso-blu.  Ludovico Rocchi è giunto quest’estate dal Monterosi con la fama di goleador e fino alla settimana scorsa aveva realizzato quattro reti e ben cinque assist illuminanti per mandare in gol i compagni. E poi uno che ha giocato in quasi tutte le principali squadre di Serie C tra cui Cosenza, Catania, Viterbese, Sambenedettese, Catanzaro, piazze importanti e blasonate. Stiamo riferendoci a Emiliano Tortolano 27enne di Roma che ha vestito la casacca anche di Latina ed Aprilia. In questo campionato quattro reti e due assist per lui e tanta esperienza da mettere a disposizione di una compagine forte in ogni reparto.

Non sarà facile, anzi tutt’altro: sarà terrificante scendere sul sintetico di Fregene sapendo che potrestia andare incontro ad una figuraccia. Pur tuttavia il calcio non è – vivaddio – una scenza esatta e la palla rimane e rimarrà rotonda fino al noventesimo minuto ed oltre. Ma è e dovrà rimanere, nel contempo, un dato oggettivo inconfutabile perché il Latina giocherà contro una squadra che fin qui ha vinto 9 delle 11 partite di campionato, perdendo quindi soltanto quattro punti in virtù del pareggio con il Rieti (2 a 2) e della sconfitta con il Cassino (2 a 1). E’ una vera macchina da gol: pensate, in 11 giornate ha segnato 30 reti subendone soltanto 7. In casa ha raccolto 15 punti segnando 16 gol subendone soltanto 2. Meglio dell’Atletico ha fatto solo il Rieti che ha esultato una volta in più (31). Cifre da capogiro che fanno e devono far venire – appunto – i brividi anche al più ottimista dei tifosi nerazzurri che si presenteranno in 175 unità rispetto ai 200 preventivati.

Le difficoltà le conosce e le concepisce anche Andrea Chiappini. Oggi pomeriggio, durante la conferenza stampa, era tranquillo e, come sempre, elegante e forbito in tutte le sue espressioni: ”Se vuoi essere competitivo devi giocare con le squadre competitive, alla pari se non meglio. Il peso specifico è diverso. Atteggiamento e comportamento che ci devono portare a una partita devono essere sempre diversi. Se giochi con una squadra non da vertice, il comportamento deve essere sempre diverso” ha detto. ‘‘La distanza dalla vetta è aumentata, non dobbiamo dimostrare niente a nessuno né fare calcoli. Dobbiamo dimostrare a noi stessi, alla società, alla città, ai tifosi e agli addetti ai lavori. Non dobbiamo commettere gli errori di domenica contro l’Aprilia. Ovviamente sarà un altro tipo di match perchè l’Atletico ha intensità e qualità, sia nei titolari che nei cambi. Non a caso sono una squadra di vertice e collaudata, fanno di intensità e densità le loro armi migliori, con qualità là davanti. Riescono ad essere sempre pericolosi in zona realizzativa.” Alla domanda riferita a cosa pensasse di questa partita, Chiappini ha così risposto: “È uno scontro diretto, ci si gioca tanto. Poi ne rimane solo uno nel girone di ritorno. Col Cassino non abbiamo bucato, col Rieti sì ma in momenti completamente diversi. Con l’Albalonga non l’abbiamo bucato, adesso vedremo quello che sapremo fare contro l’Atletico.”

Rosa completa 2017/18 Atletico SFF