Latina ‘ndo stai? Aprilia avanti di due gol nel primo tempo

Di Matteo Giovanni Troiani per www.latinasport.info e www.regginaunicoamore.com

Lo Stadio Francioni appare una cattedrale nel deserto: oggi, causa della prima giornata autunnale, più di 800 persone hanno disertato l’impegno per cui a tremare per il freddo e per la paura di essere battuti da una squadra non incontenibile sono rimasti 800 impavidi.

Pronti via e Aprilia a segno con un gran calcio di punizione di Casimirri che batte Bortolameotti. Partita maledettamente in salita per un Latina sceso in campo senza Olivera che Chiappini non ha portato neppure in panchina.

Oggi le comiche: a seguito di un innocuo calcio d’angolo battuto dalla sinistra da Zeccolella, Bortolameotti – di piede – causa il più classico degli autogol. Dopo soltanto cinque minuti il Latina è costretto a scalare l’Everest: due a zero per le rondinelle. E per un nonnulla, Mosciaro non triplica nell’azione successiva. È un Latina contratto, impaurito, imberbe, senza idee e senza attributi. Un Latina che, orfano di Catinali,  non riesce a darsi i tempi, fraseggi importanti, contrasti e chiusure. Dall’altra sponda, invece, si ammira una squadra sbarazzina, caparbia, organizzata e decisa a portare a casa l’intera posta in palio. Per la verità dopo il gol del vantaggio biancazzurro, Pagliaroli aveva avuto il pallone del pareggio ma il colpo di testa è stato inguardabile e preda dei racchettapalle.

Al 25’ la prima ammonizione dell’incontro. A finire nel taccuino dell’arbitro romagnolo Arace è il Capitano Sossai al rientro dopo la squalifica. Dopo due minuti è Angelov a beccarsi il giallo.

Al 30’ Cittadino taglia in mezzo per Romeo che si coordina ma il colpo di testa finisce abbondantemente fuori. Due minuti dopo Latina vicina al gol con Cittadino innescato da una sponda di Iadaresta ma il numero 10 non impatta con un pallone da scaraventare in rete. Al 36’ punizione dal vertice sinistra: calcia Cittadino ma nessuno dei nerazzurri è lesto a impensierire Del Moro. Nell’azione successiva Mosciaro viene ammonito: al 37’ quindi già tre ammoniti in una gara spigolosa e maschia.

Finisce due a zero per i pontini apriliani al termine dei primi 45 minuti di gioco con un Latina che c’è stato ma non si è visto. Un Latina colpito a freddo che non è stato successivamente capace di dare segnali di vita. E’ il caso di dire: Latina ‘ndo stai?

Annunci